strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il giorno della memoria…

1 Commento

… è quasi finito, ma la memoria non si deve limitare a un solo giorno. Rubo perciò l’idea e la foto ad un’amica, e posto qui questa, come ausilio per la memoria.

Questi erano i sorveglianti ad Auschwitz.
Non delle creature disumane, non dei mostri partoriti da qualche direttore del make-up in un film di serie B.
Il Male non ha sempre le zanne e l’acido al posto del sangue.
A volte fa il cretino con una fisarmonica, e le ragazze ridono, e mostrano le caviglie, e si balla.

E questa non è una giustificazione.
È un’aggravante.
Perché significa avere sentimenti ed emozioni umani, ma averne escluso una parte dell’umanità, decidendo che non è, dopotutto, umana. E così facendo, a quell’umanità si rinuncia. Per qualche ora.
È solo lavoro. Stiamo solo eseguendo gli ordini.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

One thought on “Il giorno della memoria…

  1. Brano molto appropriato, ma forse andrebbe spiegata la storia della canzone per chi non la conosce… sta qui: https://www.katebushencyclopedia.com/heads-were-dancing

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.