strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Women in Horror Month: tre saggi

3 commenti

Si era detto, è il mese dedicato alle donne nella storia dell’orrore, e allora parliamo di qualche buon libro sull’argomento. Abbiamo cominciato con una bella raccolta di racconti, spostiamoci altrove per parlare di tre saggi. Trovo sempre sconfortante il fatto che tanti appassionati di genere non leggano saggistica dedicata al genere, a parte magari qualche discutibile manuale di scrittura.
Vediamo allora di ovviare a questa mancanza.

Perfetto per l’occasione fin dal titolo è The Science of Women in Horror, di Meg Hafdhal e Kelly Florence. Il volume promette di andare a scavare negli effetti e negli stunt del cinema dell’orrore, e delle donne coinvolte in questo aspetto della produzione. Lo fa analizzando una quantità di film, riuniti in capitoli per aree tematiche. Il dietro le quinte definitivo su film diversi quanto Halloween, Us o Beetlejuice, ed una buona scusa per riguardarsi tutti quei film.

Passiamo a qualcosa di decisamente diverso, con la biografia di Maila Nurmi, che i più conoscono (se la conoscono) come Vampira, la prima goth chick della storia, personaggioo pubblico, talvolta attrice (con Ed Wood, ovviamente) e presentatrice di un programma televisivo sul cinema dell’orrore.

Glamour Ghoul: The Passions and Pain of the Real Vampira, Maila Nurmi, è una biografia che traccia l’esistenza di questa modella, tra alti e bassi, luci ed ombre. È stata scritta dalla nipote di Vampira, Sandra Niemi, e contiene molti dettagli personali. Vampira è stata certamente un personaggio di nicchia, per certi versi una nota a pié pagina nella storia dell’orrore, eppure l’influuenza del suo personaggio si senter ancora oggi, e vale la pena ricordarla.

E chiudiamo con un altro mostro la cui influenza si risente ancora oggi, a oltre mezzo secolo dalla sua prima uscita in sala.

In The Lady from the Black Lagoon: Hollywood Monsters and the Lost Legacy of Milicent Patrick, Mallory O’Meara racconta la storia della donna che disegnò il costume del Mostro della Laguna Nera, ed è un ritratto della Hollywood dei tempi d’oro, della RKO e dei film di genere. È una lettura interessante, ed un tributo alla memoria di una donna che ha contribuito a creare una delle creature più iconiche della storia del cinema.

E così ci siamo – tre libri sulle donne e sull’horror, scritti da donne.
Esattamente ciò che ha ordinato il medico.

E naturalmente qui vi devo dire che il post contiene dei link commerciali diretti verso Amazon, e che in caso di acquisto, mi verrà versata una piccola commissione. Voi lo sapete, e megari neanche ve ne importa, ma io ve lo devo dire sennò poi mi bloccano i post… ah, no, aspettate, me li hanno già bloccati.
Comunque: link commerciali – Amazon – comissione. Io vi ho informati.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

3 thoughts on “Women in Horror Month: tre saggi

  1. Belli, lanciano una nuova luce sull’universo femminile legato all’orrore. Grazie, Davide.

  2. Li devo leggere assolutamente tutti e tre, il primo in particolare mi attira dopo aver letto il secondo libro della “serie” scritto dalle autrici, The Science of Stephen King.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.