strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Narrativa moderna

6 commenti

Sono bloccato con un dito rotto. Dovrei scrivere, ma mi viene molto più facile leggere. E mentre perdevo tempo, all’ora di pranzo, mi è capitato sott’occhio un post su Facebook – lo sappiamo, non esattamente l’Enciclopedia Britannica, quanto ad autorevolezza – su come l’adesione ai dettami della “narrativa moderna”, al solo scopo di compiacere il pubblico, stia rovinando la fantascienza.

E un po’ ci si domanda quale fantascienza legga – o più probabilmente guardi – chi ha scritto quel post, e che prosegue lamentando orrori come il politicamente corretto e, abbastanza sorprendentemente, per me, l’umorismo.

Sorprendentemente, intendo, perché sembrerebbe implicito nel discorso che la presenza di umorismo all’interno di una storia non esplicitamente comica sia un vizio della fantomatica “narrativa moderna”, che mira con questo basso espediente ad accattivarsi un pubblico superficiale ed immaturo, impoverendo tuttavia la struttura narrativa.

Un vizio, questo dell’umorismo, che ai bei vecchi tempi non ci si sarebbe mai sognati di vedere sulla pagina.
Riuscite a immaginare, chessò, un Dumas, che inserisce elementi umoristici ne I Tre Moschettieri?
O Dickens, che infila degli elementi comici o satirici in un romanzo serissimo come Casa Desolata?
O più indietro ancora, ve lo immaginate uno come Poe, che scrive una storia comica, magari ambientata in un manicomio? Impensabile.

E nella fantascienza?
Certo, abbiamo visto nel corso degli anni un gran numero di titoli umoristici – alcuni più divertenti di altri – ma nella fantascienza “seria”? in quella vale a dire non dichiaratamente comica?
Ci sono forse battute di spirito e “alleggerimenti” ne La Legione dello Spazio di Jack Williamson?
C’è nulla da ridere ne La Luna è una severa maestra, di Heinlein?
C’era alcunché di comico in Star Trek?

Credo sia abbastanza chiaro che una certa levità – a volte proposta come alleggerimento nei momenti di tensione – sia sempre stata parte della narrativa, fin dai tempi dell’Epica di Gilgamesh.
Poi è vero, potreste essere persone come quel tale che, tanti anni or sono mi disse

a me non piace ridere

Ed è OK.
Strano, ma OK.

Tuttavia, che vi piaccia ridere o meno, non potete attribuire alla “narrativa moderna” questo vezzo di metterci l’umorismo.
Umorismo che può funzionare o meno, che può essere più o meno fuori luogo, ma che in un modo o nell’altro c’è sempre stato.

Ma allora da dove sbuca, ci potremmo domandare, questa storia della “narrativa moderna” e dell’umorismo?
Io credo sia un cavallo di troia, un espediente per cominciare da un dettaglio “neutro” – “troppe battute fuori luogo” – per poi spostarsi agli altri peccati mortali della “narrativa moderna”, come le femmine e gli omosessuali e la gente con la pelle del colore sbagliato e tutti gli altri orrori del politicamente corretto. Che guardacaso è citato, chiaro e tondo, in quel post molto dubbio che ha scatenato tutto questo.
E che, ad una seconda lettura, assume i toni striduli e vagamente isterici dei Sad Puppies … ve li ricordate? Quelli che tra il 2013 ed il 2017 cercarono di dirottare i Premi Hugo, denunciando il fatto che donne, omosessuali e persone di colore stavano “distruggendo la fantascienza” … in particolare scrivendo troppo bene storie troppo originali.

Ecco, è un po’ una cosa così, questa dell’umorismo.
E mi mette sempre una grande tristezza vedere persone che si descrivono come appassionati di fantascienza che si dimostrano così legati al passato, così spaventati dal futuro, e tanto, tanto pronti a negare la realtà. Così disperatamente aggrappati ad un passato che esiste solo nella loro testa.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

6 thoughts on “Narrativa moderna

  1. Anche H.G.Wells, che con la fantascienza classica c’entra qualcosa, faceva del piacevole umorismo.

    Ricordo quella faccenda dei Sad Puppies e anche come si sia ritorta contro di loro: basta guardare tutte le nomination e i premi vinti negli anni seguenti. Strano come la fantascienza, un genere progressista quasi per definizione, possa raccogliere appassionati (o sedicenti appassionati) così attratti dal passato…

    • Io credo che i fan, per loro natura, siano sempre rivolti al passato – lo sanno bene i musicisti che, dopo trent’anni di carriera e venticinque album, devono rifare il loro primo singolo in tutti i live.
      Il problema è quando il fandom diventa uno stile di vita, perché allora diventa una trappola.

    • Un fenomeno del genere lo si vede un po’ ovunque, nell’ambito del raccontare storie, anche nel cinema o nel gioco di ruolo: in quest’ultimo caso, per esempio, a ogni nuova edizione di Dungeons & Dragons i cambiamenti portano spesso a critiche forti da parte degli affezionati, persino prima che se possano valutare gli effetti nel quadro d’insieme di una partita o quando si scopre che sono miglioramenti.

  2. Approfondirò su questi animaletti tristi e probabilmente incel di cui parli.
    Probabilmente un giorno approfondirò anche sul tema del worldbuilding fantascientifico, ma per esperienza so che un essere vivente allegro (che abbia o meno la tua pelle, le tue gonadi o usi metà o tutti gli arti per muoversi) solitamente é più propenso al confronto ed alla novità, cosa che immagino faccia la sua parte nella narrazione.

  3. Ciao, Davide, per prima cosa, buona guarigione. Riguardo all’umorismo nella narrativa di SF, o si cerca un filone comico (parodia del genere) oppure, sono d’accordo con te, occorre usare serietà e pathos. Il Lettore Tipo deve immergersi in atmosfere credibili, ma non necessariamente ridere. Distrarsi sì, e molto, di questi tempi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.