strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


25 commenti

Il mio corso di Linux – come è andata a finire

Il mio corso su Linux, che avevo annunciato su queste pagine qualche settimana addietro, si è chiuso ieri sera, alle nove e trenta.
La prima e ultima lezione ha avuto inizio alle nove.
Quando dopo mezz’ora è stato evidente che nessuno si sarebbe presentato, abbiamo staccato il computer, spento il proiettore, e ammesso la sconfitta.
Nessuno, fra la popolazione dei sei paesi nel raggio di 25 chilometri in cui avevamo sparso i nostri volantini, nessuno fra coloro che hanno visto l’annuncio del corso su una manciata di siti web, su Facebook, o sui giornali locali, ha ritenuto il corso abbastanza interessante per venire a dare un’occhiata.
Nessuno.

tumbleweed

A Luglio, mi era stato chiesto di spostare il corso a Settembre, per favorire alcune persone interessate. Che evidentemente nei due mesi intercorsi, hanno perduto l’interesse1.

Non è la prima volta che una mia iniziativa qui a Castelnuovo Belbo fallisce per l’assoluta mancanza di partecipazione da parte degli indigeni2.
Ma credo che sarà l’ultima.
Adesso basta dare fastidio alla brava gente che dorme fra queste colline.


  1. e d’altra parte, come sperare che qualcuno abbia un interesse per i computer in un posto in cui trasferire un file di 15 mega su Dropbox è possibile solo spezzandolo in 15 file, facendo uno zip multivolume (come ai tempi dei floppy disk)? 
  2. come dimenticare quella volta che il presidente della Pro Loco venne a una mia conferenza e passò la serata seduto in sala, dandomi le spalle? O la presentazione che venne disertata persino dal moderatore? 


13 commenti

Dovresti provare a pubblicare all’estero

Un amico qualche giorno fa mi ha detto una cosa piuttosto interessante.

Tu che sai così bene l’inglese dovresti provare a pubblicare all’estero.

Che mi pare un’idea assolutamente geniale.
Così geniale, in effetti, che è dal 1999 che io pubblico professionalmente all’estero – e con professionalmente intendo con un regolare contratto, con un pagamento di un fisso a parola, di una cifra forfettaria o di royalties, in un paio di casi anche con un anticipo.
E in tre ambiti differenti – la narrativa, la saggistica, e il gioco di ruolo1
Ma apparentemente la cosa non è universalmente nota.
E poiché a chiunque scriva non solo serve ma piace che la sua produzione sia universalmente nota, mi è parsa una buona idea mettere giù una lista, a futura memoria.
[lo so, non vi interessa – in questo caso potete anche fermarvi qui] Continua a leggere


Lascia un commento

La Misura del Tempo Geologico – Ultimo Avviso

tempo-geologicoUna doppia comunicazione di servizio.
Ma prima, vorrei ringraziare tutti coloro che hanno ordinato una copia cartacea de La Misura del Tempo Geologico – le copie sono in partenza.

Comunicazioni di servizio:

a . le copie ordinate e regolarmente pagate partiranno fra un paio di giorni, questo anche in considerazione del fatto che

b . sono avanzate 6 copie – se qualcuno è interessato, ha ancora un paio di giorni per ordinarle, così facciamo una spedizione unica.
In caso contrario, probabilmente le metterò su eBay al doppio del prezzo.

Ringrazio ancora tutti per la partecipazione e la pazienza.


13 commenti

La Fortezza della Solitudine

E così ieri, colto da una di quelle ispirazioni che è meglio perderle che trovarle, ho deciso di aggiornare il mio sistema – fermo ad Ubuntu 14.04 da due anni, e passare al 16.04, che dovrebbe darmi altri due anni di tranquillità.

Ma aggiornare Ubuntu con la connessione standard dell’Astigianistan profondo è un disastro: scaricare un giga di file di aggiornamento ad una media (molto ottimistica) di 70K al secondo richiede quasi 4 ore, supponendo che la linea rimanga stabile.
Non succederà: dieci o dodici ore, sulla base della mia esperienza, sono più probabili. Facciamo anche sedici.
Ma la settimana che viene terrò il mio corso di Linux, e quindi ho qui una pila di CD di installazione del 16.04 – perché non fare una doppia installazione?

Detto fatto, e ora1 ho due Ubuntu – il vecchio 14.04 e il nuovo 16.04.
E poiché ho due sistemi, ho pensato bene di impostarli in maniera diversa.
Il vecchio sistema rimane il mulo da soma che è sempre stato, utile per farci tutto.
Il nuovo Ubuntu è stato imostato in modalità Fortezza della Solitudine.

sprite_stuff__doc_savage_s_fortress_of_solitude_by_sxgodzilla-d8h9ox1

Continua a leggere


4 commenti

Fotografia

OK, questo è un post del piano bar… anche se non necessariamente del piano bar del fantastico: mi sono state chieste informazioni sulle risorse che utilizzo per il mio hobby/valvola di scarico della fotografia.
Ciò che segue è una lista abbastanza eterogenea di equipaggiamento minimo, libri, siti web e quant’altro. Non so se possa davvero essere utile a qualcuno, ma chissà – considerando che anni addietro feci un post sui rasoi da barba che resta il mio post più letto di sempre, magari un post sulla fotografia mi porterà nell’empireo della blogsfera nazionale.

Oh, e vale naturalmente il solito caveat: ciò che funziona per me potrebbe non funzionare per voi, nel qual caso non mettiamoci a fare la guerra, limitiamoci a scambiarci dei consigli nei commenti. Grazie!

E ora, comunque vada, eccoci qua. Continua a leggere


9 commenti

Hobby & Professionismo

Mi è capitato un paio di volte, forse tre, di sentirmi chiedere come si fa a sapere se uno che scrive è uno scrittore professionista.

La risposta standard, la mia risposta abituale, specie se mi pare di cogliere un tono di superiorità, di ostilità o di ironia nella voce del mio interlocutore (mi è capitato un paio di volte, forse tre), è

se qualcuno è disposto a pagare per leggere il tuo lavoro, allora puoi sperare di essere un professionista

E poi viene il caveat sul fatto che essere professionisti non significa essere professionali, e delle due è meglio essere professionali che professionisti.

The-Professionals-Car-Feature-Final

Secondo Dean Wesley Smith, essere professionali è indispensabile per essere dei buoni professionisti, ed essere professionali significa avere un’etica del lavoro – e di Dean Wesley Smith io mi fido.
Ma da qui in avanti, naturalmente, come cantava Bozz Scaggs, siamo tutti soli. Continua a leggere


6 commenti

Promozioni che vanno, promozioni che vengono

asteria 2 smallE così è finita la promozione estiva dei miei ebook in italiano – e i prezzi, complici gli alacri gnomi al servizio del signor Bezos, stanno tornando alla normalità.
Che poi forse normalità non è – ci sarebbe molto da discutere sul perché un libro venda 20 copie a 99 cent e neanche una a 1 euro e 50.

Ma non mi posso lamentare, niente affatto.
Anzi, grazie a tutti.
Alcuni titoli sono tornati in classifica dopo molti mesi di assenza, ed è stato piacevole.

E parlando di classifiche – il prossimo settembre La Misura del Tempo Geologico festeggerà il terzo anno di permanenza nella prima pagina della Top100 di Amazon. Continua a leggere


27 commenti

Verso il capolinea

Il fatto è, vedete, che va via la voglia di scrivere.
E se siete persone che nel bene e nel male negli ultimi mesi si sono tenute a galla scrivendo, perdere la voglia di scrivere è la tragedia definitiva.

La morte di nostro padre, tra spese mediche, spese per il funerale, pessima gestione delle nostre finanze da parte sua nel periodo in cui la depressione lo stava divorando, ci ha lasciati completamente sul lastrico.

Da due mesi pago le bollette con traduzioni e lavori di scrittura.
Ma ora anche questo rigagnolo si è esaurito.

end-of-the-line-grant-groberg

La situazione, come si suol dire, è disperata ma non seria.
Beh, ok, un po’ seria lo è… e non mi piace l’idea della disperazione. Continua a leggere