strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


21 commenti

Novantanove

99cent_zps931fd058Proviamo a fare un esperimento.
Si avvicinano le vacanze, la gente se ne va al mare, ai monti e ai laghi, e si porta dietro qualcosa da leggere.

Il che è una cosa positiva, per qualcuno che come me avrebbe l’ambizione di pagarsi le bollette scrivendo. E allora facciamolo, questo esperimento

Da oggi, e fino al primo di agosto, ora più, ora meno, TUTTI i miei ebook in italiano sono disponibili su Amazon a 99 centesimi.

TUTTI

Anche i saggi – quelli che fino a ieri si vendevano a 3.50 euro.
Anche Eroi dei Due Mondi, che veniva 2.99.
Anche i due ebook di Asteria, sì, anche quello appena uscito.

Vediamo cosa succede.

Ah, e io per intanto vi dico cosa mi piacerebbe che succedesse. Continua a leggere


Lascia un commento

MRH

Sabato ho ricevuto due notizie che trovo impossibile considerare separatamente – anche separlerò prevalentemente di una sola delle due, in questo post.
Da una parte, attraverso il tam-tam di facebook, ho saputo della morte improvvisa di uno dei miei editori americani, Michael R. Hudson.

michael

La notizia è stata devastante, per me come per molti altri.
Michael era un amico prima che il mio editore, una persona di una gentilezza estrema, di una correttezza assoluta. Era una persona di una energia e di un buon umore contagiosi, aveva sempre dei progetti in corso – i più recenti, il successo del Kickstarter per la versione a fumetti di Martians Go Home di Fredric Brown e sì, anche la mia serie delle storie di The Corsair (avevamo finito la revisione del secondo volume dieci giorni fa).
Una notizia devastante, come dicevo – la morte inaspettata di un amico.
Un amico-amico, non un amico di Facebook.
E sì, del mio editore.

Quasi contemporaneamente, tre mail sono riuscite ad aggirare il mio filtro antispam, annunciandomi la nascita di tre nuove case editrici nel nostro paese.
Tutte realtà coraggiose.
Tutte dei fan, coi fan e per i fan.
Tutte col loro bravo concorso per cercare nuovi autori.
Tutte con la loro brava associazione culturale alle spalle.

La cosa curiosa – o forse no, fate voi, – è che già ora, a due giorni di distanza, non mi ricordo il nome di quelle tre case editrici e relative associazioni.
Io e Michael R. Hudson non ci siamo mai incontrati di persona, e non lo dimenticherò mai.


7 commenti

Niente data, niente foto

Ho fatto un esperimento.
Ci sono delle aziende, in giro per il mondo – e per la rete – che vi fanno il CV. Sulla base della sempre valida regola che la prima dose è gratis, l’analisi del curriculum è gratuita – tu gli mandi il CV, e loro lo analizzano, segnalando punti di forza e punti deboli.

E così io gli ho mandato il curriculum.
Vediamo, mi sono detto.

Badmotherfuckerwallet-150x150Ah, sì, chiariamo subito un dettaglio – il ragionamento chiaro che se vogliono essere pagati troveranno dei difetti anche se non ci sono è alimentato dallo stesso principio di il CV non conta nulla, perché tanto se vuoi il lavoro nel curriculum ci metti un sacco di balle.
Lo so che siamo tutti dei bad motherfuckers che non credono a nulla.
Ma io il CV gliel’ho spedito ugualmente.
Fatemi causa. Continua a leggere


Lascia un commento

Come si cammina

Mi hanno regalato un libro.
Sai che novità, mi direte voi.
Ma non ti farà male passare tutto ‘sto tempo a leggere?
Poi perdi la vista.
Perché non esci a fare due passi…

Ecco, mi hanno regalato un libro sul camminare.
È How to Walk di Thich Nhat Hanh.
Ne avevo parlato qui, e un’amica me ne ha regalata una copia.
Io ho delle amiche così. Continua a leggere


10 commenti

Curriculum – l’ultima frontiera

Sto seguendo un corso universitario via rete, un MOOc… beh, ok, ne sto seguendo tre, in effetti.
Uno, sull’archeologia di Portus, è per sfizio personale (mare e archeologia, cosa potrebbe esserci di meglio?) e per fare un po’ di ricerca per le mie storie di Aculeo & Amunet.
È meglio che guardare la TV dopo cena.
Gli altri due sono più orientati a cercare di aggiungere qualche freccia al mio arco in termini di sopravvivenza e curriculum.

MOOC

Il primo è un corso di programmazione in Python orientata all’analisi dei dati – ho passato gran parte della mia vita accademica ad analizzare dati o a insegnare come analizzare dati, sempre usando software di terze parti. Non sarebbe divertente se riuscissi a programmare il mio?
E poi, naturalmente, programmare un software per eseguire calcoli statistici significa capire da vicino come funzionano certi tipi di analisi, ed è un gran ripasso.
Ma è del terzo corso che vorrei parlare oggi, perché è un corso tenuto dall’Università di Sheffield, e si intitola How to Succeed at: Writing Applications.
Sì, è un corso su come cercare lavoro1. Continua a leggere


7 commenti

WOW, prima settimana

Per chi fosse interessato, questa settimana ho camminato per un totale di 140 minuti, che sarebbero due ore e venti – la durata di L.A. Confidential senza pause pubblicitarie.

la_confidential_58769-1280x720

Stando al mio podometro, ho fatto 20.414 passi, coprendo una distanza totale di più o meno 12 kilometri e spiccioli.

È stato facile, non eccessivamente faticoso, e in generale piuttosto divertente.
Esiste il problema che a Castelnuovo Belbo non c’è nulla da guardare – niente vetrine, niente negozi, cartelloni pubblicitari, gente che passeggia…
Il che è ottimo per pensare mentre si cammina – ma significa anche che la radio FM integrata nel podometro tornerà mlto utile fra un paio di settimane, quando le camminate supereranno i 30 minuti.


6 commenti

Ombre Lunghe a Villa Diodati

Riprendiamo le trasmissioni più o meno regolari con un annuncio di servizio.

È nato a Torino il Club Villa Diodati, che riunisce sotto un solo tetto (e che tetto!) attività che fanno capo a MUFANT (Museo della Fantascienza di Torino), TOHorror Film Fest e Libera Università dell’Immaginario.

Ora, il caso vuole che nel prossimo weekend – 28 e 29 Maggio – cada anche la Festa dele Ombre Lunghe, vale a dire l’informale celebrazione di Vincent Price (27 Maggio 1911), Peter Cushing (26 Maggio 1913) e Christopher Lee (27 Maggio 1922).

cushing lee price

Per festeggiare, i membri del Club Villa Diodati hanno organizzato tutta una serie di manifestazioni, per scoprire le quali vi invito ad andare sulla loro pagina Facebook (e metteteci un Like, già che ci siete).

Quella che mi interessa in modo particolare – e spero interessi anche a voi – è la seguente…

Letteratura di Genere

Dalle ore 15.45 alle 18,00 domenica 29 maggio al Mufant – Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino – in via Reiss Romoli 49 bis.

Danilo Arona, Cristiana Astori, Anna Berra, Massimo Citi e Silvia Treves Alessandro Defilippi, Davide Mana, Sara Marconi, Tommaso Percivale, Claudia Salvatori, Massimo Soumaré.

Per cui sì, ci sarò anch’io.
Live.
Senza rete.
Insieme ad un sacco di gente in gamba.

Venite anche voi, se siete da quelle parti.
A Villa Diodati – anche se è solo una Villa Diodati della mente – succede sempre qualcosa di divertente…