strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


8 commenti

Il fantasma della Speranza e la maledizione della Perfezione

Hope è scomparsa quando aveva sedici anni. Nel senso che è proprio sparita dalla vita di tutti: insegnanti, amici, familiari. Scomparsa, dimenticata, invisibile.
È stata una cosa graduale: prima una certa distrazione da parte di chi le stava attorno, poi le occhiate confuse, poi un chiaro e tondo “ma chi sei? noi ci conosciamo?”
Hope non lascia un ricordo permanente nella testa delle persone. Uscite dalla stanza per pochi minuti, e rientrando non vi ricorderete di averla mai vista prima. Fotografatela, e non riuscirete a collegare la faccia sulla foto alla faccia di una persona specifica, a degli eventi, a delle esperienze condivise. Ogni incontro con Hope è la prima volta.
Alla disperazione ed all’alienazione segue la volontà di sopravvivere.
E quale migliore occupazione per una persona che non lascia traccia di sé, e che per tutta una serie di motivi non può avere una identità, se non il furto?
Hope diventa una estremamente ricercata, e introvabile, ladra internazionale: gioielli, danaro, dati.
Poi, un giorno, a Dubai, una ragazza molto ricca e molto infelice si suicida, e Hope decide di vederci chiaro…

Continua a leggere


Lascia un commento

Una lunga notte a Crickley Hall

Nel 2006, prostrati dopo la scomparsa del figlio (il bambino è sparito mentre giocava in un parco), Gabe ed Eve Caleigh si trasferiscono per una stagione a Crickley Hall, nella campagna inglese. La scusa è un incarico di lavoro di Gabe, ma la coppia spera che lasciarsi alle spalle Londra permetta loro ed alle loro due figlie di riprendersi dalla tragedia. Appena arrivati, i Caleigh incontrano Percy Judd, un pensionato locale che in termini abbastanza sbrigativi consiglia loro di tornare a Londra, e soprattutto di portare via le due ragazzine da quel posto.
Gabe minimizza, Eve si sente strana, la piccola Cally e l’adolescente Loren sono convinte che il posto sia infestato (il che, naturalmente, “è una figata”). E ci sono tutte quelle lapidi con la stessa data del 1943, nel cimitero locale…

Nel 1943, la giovane Nancy Linnet viene sfollata da Londra e trova un impiego a Crickley Hall, un orfanotrofio gestito con brutalità estrema dai fratelli Augustus e Magda Cribben. Pogressivamente sempre più preoccupata per la violenza e gli abusi dei quali i bambini sono palesemente vittime, Nancy cerca di denunciare la situazione, ma viene rapidamente isolata: i Cribben sono persone timorate di dio e pilastri della comunità. L’unico che crede a ciò che Nancy racconta è Percy Judd, un giovane in procinto di partire per la guerra, che cerca di aiutarla…

Continua a leggere


4 commenti

Heart of the Lizard anche su Amazon

Per chi fosse interessato, da oggi la mia novella Heart of the Lizard è anche disponibile nella bottega del signor Bezos. Il volume cartaceo è particolarmente collezionabile, mi si dice.
La mia prima storia per Four Against Darkness rischia di diventare il mio lavoro più ampiamente disponibile – siamo anche in classifica in posti in cui mai avrei pensato di comparire, come ad esempio Wargamer Vault (dove siamo entrati nella lista dei bestseller).
E sembra che l’avventura sia appena cominciata.
Restate sintonizzati.


Lascia un commento

Il cuore della lucertola

Ho il piacere di annunciare che la mia novella Heart of the Lizard è disponibile in formato pdf sul sito di Ganesha Games. La versione cartacea arriverà a giorni.
Heart of the Lizard è una novella ambientata nel mondo di Four Against Darkness, il gioco di ruolo in solitaria creato da Andrea Sfiligoi. La novella è accompagnata da una ricca appendice di regole e mostri per trasportare la storia nel gioco. L’appendice è opera di Andrea, che è una creatura incredibile, ed ha anche illustrato il volume, e dipinto la copertina.
Non li odiate anche voi quelli così?

Continua a leggere


6 commenti

Un giro a Ryhope Wood

Questo è un post del piano bar del fantastico. Era un po’ che non ne facevo ma ieri chiacchierando con un’amica, mi è stato chiesto di fare un pezzo sul ciclo dei Mythago, o ciclo di Ryhope Wood, della buonanima di Robert Holdstock. Il caso vuole che quest’anno cada il decimo anniversario della scomparsa di Holdstock, e mi pare una buona idea farci un post.

È anche interessante, perché il primo romanzo della serie, Mythago Wood, è del 1984 e quindi ricade ancora in quell’interregno durante il quale alla narrativa fantasy era ancora permesso tentare strade diverse dal template fantasy che sarebbe da lì a poco diventato lo standard. Ed in effetti il ciclo ha le sue radici in una novella pubblicata nell’81.

Continua a leggere


Lascia un commento

Sapiens su DreamForge 2

Si parlava nei giorni passati delle mie recenti vendite sul mercato di lingua inglese, e avevo detto che avrei fatto sapere delle mie prossime uscite.
Beh, ecco una buona opportunità per farlo…

La mia storia Sapiens compare sul secondo numero della rivista DreamForge, che uscirà il primo di giugno prossimo e che ha per tema Tales of Indomitable Spirit.
Nelle parole dei curatori…

We have 18 Amazing stories of Science Fiction and Fantasy, including contributing authors from the U.S., Canada, the U.K., South Africa, Italy, and Denmark. Art by Hugo Award Winner Elizabeth Leggett, Illustrator of the Future Winner Cassandre Bolan, renowned national book cover artist John Blumen, and master illustrator, writer, and educator Mark Zingarelli.
Featuring a reprint of David Weber’s exciting Legion of Space Adventure “A Certain Talent.”

Quando la rivista sarà disponibile per l’acquisto online pubblicherò un link, qualora aveste voglia di leggere la mia storia o, magari meglio, quelle degli altri.
Al momento, vi passo il link per l’abbonamento, che garantisce un sacco di altri vantaggi.


12 commenti

Gene Wolfe, 1931-2019

Se ne è andato, all’età di 87 anni, Gene Wolfe, l’autore del Ciclo del Nuovo Sole e di decine di altri romanzi e racconti. In assoluto uno degli autori più importanti per me come lettore, e uno dei più grandi autori che abbiano dato lustro alla narrativa di genere.

Mi stavo preparando a cominciare a rileggere i romanzi del Nuovo Sole, da Maggio in avanti, come faccio ormai da tempo ad anni alterni. Ad ogni nuova lettura scopro qualcosa di nuovo.
Quest’anno la rilettura avrà un sapore diverso.

Mi riprometto anche di recuperare nei prossimi mesi, ad Amazon piacendo, i titoli che mi mancano dell’opera di Wolfe.
Lui non c’è più, ma la sua opera rimane.


Lascia un commento

I Figli del Corvo

La prima parte de I Figli del Corvo, il mio nuovo ebook e – si presume – il primo di una nuova serie science-fantasy, è stata appena caricata (mobi + epub + PDF) sul mio Patreon come promesso a tutti i miei sostenitori italiani.
Perché è bello essere miei sostenitori su Patreon. O così si dice in giro.

Per motivi di tempo, pubblicherò la versione italiana di questa prima novella nella serie delle avventure di Garr lo Scaltro, in tre parti, una al mese, in esclusiva per tutti i miei follower su Patreon.

La versione standard in inglese, Sons of the Crow, che è un po’ più povera di quella che i miei supporter hanno ricevuto a inizio Marzo, si può preordinare su Amazon, e sarà disponibile in circa 48 ore.
Non è prevista una versione commerciale in italiano.