strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


1 Commento

Shoreline of Infinity #19 è disponibile

Ne avevamo parlato qualche giorno addietro, quando il numero 19 di Shoreline of Infinity era prenotabile: orala rivista è disponibilke per l’acquisto, sia in castaceo che in digitale.
Ci sono dentro un sacco di ottimi racconti, incluso uno che ho scritto io.
Perché quello è ciò che faccioper pagare i conti.

Buona lettura!


1 Commento

Perché così era nei tempi antichi: Phantasmagoria

L’uscita del terzo numero di Phantasmagoria, Special Edition è stata una piacevole sorpresa con lal quale celebrare Halloween e le due settimane di isolamento imposte dall’attuale stato delle cose. Perché se dobbiamo restare chiusi in casa mentre fuori dalle nostre finestre la campagna è silenziosa, desolata e angosciante, tanto vale farlo con qualcosa di buono da leggere.

E poiché non ve ne ho mai parlato prima, ve ne parlo adesso – perché siamoq ui anche per segnalare buoni libri da leggere. E riviste.

Continua a leggere


16 commenti

Tutti i diritti ma nessuno dei doveri

La notizia del giorno – o quasi, i segnali sono partiti ieri – riguarda l’attuale battaglia legale condotta da Alan Dean Foster contro la Disney, che si rifiuta di pagare le royalties maturate dall’autore con i suoi libri della serie di Guerre Stellari.

Alan Dean Foster, che ha un impressionante catalogo di romanzi a proprio nome (la serie del Commonwealth, il ciclo di Pip & Flinx, la serie fantasy Spellsinger), è anche famoso – o famigerato – come autore di novelizations e tie-in, i libri basati sulle sceneggiature di popolari film o che ne rappresentano un seguito.
Sono di Alan Dean Foster il romanzo di Guerre Stellari a suo tempo uscito a nome di Lucas (che qui da noi uscì negli Oscar Mondadori), e le novelization di film diversi quanto Alien e Krull.
Recentemente, con alcuni amici, ci domandavamo se Foster scriverà anche la novelization di Dune.
Ed esistono almeno un paio di casi in cui il romanzo di Alan Dean Foster è meglio del film.

Ma ora sorgono dei problemi.

Continua a leggere


4 commenti

Shoreline of Infinity, numero 19

Sono estremamente felice di poter annunciare che il prossimo numero della rivista Shoreline of Infinity conterrà – insieme a numerose altre meraviglie – anche un mio racconto. La risvista sarà disponibile dal 30 di Novembre, ma può già essere prenotata sul sito dell’editore, qualora foste interessati (ed io spero che lo siate).

La mia storia è un racconto breve intitolato Singularity, una storia di ferri da calza e fisica iperdimensionale. Ne vado discretamente fiero – ma d’altra parte, l’ho scritta, giusto?

Shoreline of Infinity è una splendida rivista, riccamente illustrata, ed è stata candidata al British Fantasy Award di quest’anno; è disponibile dirattamente dal sito dell’editore, sia in edizione cartacea (un bel paperback di 190 pagine) che in versione digitale.
Datele un’occhiata, se vi pare.


7 commenti

Il ritorno di Milo Morai

Vediamo di ricapitolare.
Come certamente ricorderete, la guerra atomica scoppiata nel 1980 ha cancellato la civiltà come noi la conosciamo. Nel caos che ne è seguito, mentre epidemie e catastrofi naturali mettevano in ginocchio i pochi sopravvissuti, la Grecia a conquistato l’America.
Oggi, a seicento anni di distanza, bande di hippie cannibali mutanti vagano per ciò che un tempo erano gli Stati Uniti, mentre nelle loro cittadelle, sinistri e ambigui tecno-stregoni conducono i loro oscuri e perversi giochi di potere. Sulle praterie del Mare d’Erba, tribù di nomadi condividono il territorio con mandrie di cavalli carnivori e branchi di tigri dai denti a sciabola. Enclave di immigrati armeni popolano la regione degli Appalachi.
La vita è dura, breve, violenta, e prevalentemente esentasse.
Ma ora, per cambiare tutto questo, e in conformità con le antiche profezie, Milo Morai è tornato dai suoi viaggi…

Continua a leggere


6 commenti

Le scorte per l’inverno

Di che colore è il posto in cui state?
Qui dove sono io, siamo in zona rossa, e quindi è di nuovo il lockdown, ma con un altro nome, perché se gli mettiamo un nome nuovo non è la stessa cosa. E mentre l’economia è salva e il futuro è brillante (l’importante è crederci), qui facciamo il conto delle provviste e ci prepariamo a resistere.

E fra i generi di prima necessità ci sono anche i libri – perché se saremo chiusi in casa, affogati nella nebbia e schiacciati dal freddo, beh, potremo comunque avvolgerci in un paio di coperte, preparare quattro tazze di tè con una sola bustina (perché bisogna razionare le provviste), e leggersi un buon libro.

Continua a leggere


Lascia un commento

Paura & Delirio #26: Cat People (1942 & 1982)

Non la odiate anche voi questa orribile tendenza del cinema del ventunesimo secolo, di rifare i vecchi film della nostra infanzia, rovinandoci tanti bei ricordi?

Beh, in effetti è sempre successo – e nell’episodio di Halloween di Paura & Delirio abbiamo parlato di un film che, dalla sua prima uscita, nel 1932, è stato rivfatto al cinema 35 volte, e in TV altre 56. Ma certo, noi nel ’32 non ‘eravamo, e la nostra infanzia è salva.

E tuttavia nel mese di novembre, Paura & Delirio darà un’occhiata a quattro remake storici – un paio dei quali non sono affatto fallimentari.

Ed in effetti, le infanzie sull’orlo della rovina nel primo doppio spettacolo di questa serie non risalgono al 1942, quando Val Lewton e Jacques Tourneur girarono il primo Cat People (da noi intitolato Il Bacio della Pantera), ma alla fine degli anni ’80, quando in TV cominciò a passare il remake dallo stesso titolo, girato da Paul Shrader, nel 1982.
E quei bei ricordi felici della nostra infanzia hanno probabilmente più a che fare col nudo integrale di Nastassja Kinski che non con l’effettiva qualità del film di Schrader.

Ma non è tutto così semplice, in questa puntata di Paura & Delirio in come nostro solito faremo SPOILER, ma divagheremo per parlare di film noir e neo-noir, di abuso di stupefacenti e narcolessia, del topless di Annette O’Toole, e di cosa succede quando la cocaina ha il sopravvento sul buon senso.

Sarà divertente.

ADDENDUM: siamo ancora aperti per eventuali domande, alle quali risponderemo in una puntata speciale. Usate i commenti per soddisfare le vostre curiosità.


9 commenti

Nella casa del vecchio Vezzanius

C’è una mia nuova storia là fuori, per chi la volesse leggere.
In the House of Vezzanius è un breve racconto appena uscito sul numero fi Luglio di Swords & Sorcery Magazine, e lo si può legere (insieme agli altri racconti della rivista) sul loro sito web.

Spero abbiate voglia di dargli un’occhiata, e poi magari di farmi sapere cosa ve ne pare.