strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

Paura & Delirio Book Club: The Meg

The Meg. In Italiano Shark, il Primo Squalo. Un romanzo e un film con un grosso squalo preistorico. O due. Cosa potrebbe mai andare storto?
Beh, su quest’ultimo punto le opinioni sono divergenti, e in questa puntata del Club del Libro di Paura & Delirio Lucia ed io ci troviamo su posizioni divergenti. Perché per alcuni di noi un grosso pesce non basta.
Come non bastano Jason Statham e Li Bingbing.

Per cui nell’episodio di oggi ci sentirete discutere di difetti percepiti e di adattamenti, cercando di trovare un punto di contatto su un libro ed un film che ad uno di noi non sono piaciuti granché – ma anche così possiamo imparare qualcosa e diventare persone migliori.
O qualcosa del genere.

Tra romanzieri alle prime armi, eroi simpatici o odiosi, finanziatori cinesi e miliardari giapponesi, l’episodio di oggi include anche una lista di dieci romanzi a tema acquatico e subacqueo che sono tutti, decisamente, meglio di The Meg. O forse no.

Buon ascolto.


Lascia un commento

Paura & Delirio – Speciale Richard Donner: Superman (1978)

Cambio di programma: la settimana passata, appena chiuso l’ultimo episodio did Paura & Delirio, abbiamo saputo della scomparsa di Richard Donner. Il regista di The Omen, di Superman, di Ladyhawke, di Goonies, di tutta la serie di Arma Letale. Un regista che ha dato forma all’immaginario di una generazione (o forse due), e ha cambiatola storia del cinema.

Impossibile non fare un episodio su Donner, e parlare di Donner significa parlare di Superman.
Che è ciò che abbiamo fatto, per oltre due ore, tra Marlon Brando in forma di valigia e produttori russi progressivamente sempre più nervosi, Gene Hackman e Margo Kidder, gli Steely Dan e i Supertramp, l’Uomo Ragno e Zack Snyder, i Tre Moschettieri e Lo Squalo, il cinema prima ed il cinema dopo Superman.
Era il 1978.
Tutti dobbiamo qualcosa a Richard Donner, e questo episodio per noi è un modo per salutarlo.
Buon ascolto.


2 commenti

Paura & Delirio: Elvira’s Haunted Hills (2001)

Consapevoli del fatto che questa scelta ci perseguiterà per gli anni a venire, è con una certa emozione che questa settimana ci addentriamo fra le colline infestate di Elvira, volgendo il nostro sguardo verso questa pellicola del 2001, scritta e prodotta da Cassandra Peterson, e girata con un budget ridicolo in Transilvania.

Un film dedicato alla memoria di Vincent Price che è una lettera d’amore per i Poe Movies di Roger Corman. E quindi noi parleremo di Corman (come spesso accade), di Poe, del Rocky Horror Show e di Fabio, di come sia possibile essere scemi e intelligenti allo stesso tempo, di horror in TV e di sovversione dei cliché, di doppiaggi infingardi e di doppisensi scollacciati, di pestilenza e narcolessia, e del più redditizio franchise legato ad Halloween di sempre.

E prima di cominciare, la Posta del Cuore.


5 commenti

Paura & Delirio: The Orphanage (2007)

Contemporaneamente elegante ed inquietante, El Orfanato (in Italia distribuito con il titolo inglese di The Orphanage) è uno dei film che hanno segnato l’ascesa del cinema horror di lingua spagnola nella prima decade del ventunesimo secolo.

Scelto da Lucia a partire dalla mia proposta di suggerire un film spagnolo, prodotto da Guillermo del Toro e diretto da J.A. Bayona, il film è una crudelissima rivisitazione della storia di spettri classica, e ci offre l’opportunità di parlare di fantasmi ed illusioni, di Poltergeist e di una mezza dozzina di altre pellicole, di citare Carnacki e Theodore Roszack, di andare a toccare remake ed adattamenti, esplorando nei limiti del possibile ill complicato intrecciarsi di storie e storia, per finire a discutere di bambini e perché non averne.

F A R E M O S P O I L E R.

E mai come in questo caso è stato necessario avvisarvi. SPOILER.
Ed in apertura, la Posta del Cuore.


2 commenti

Paura & Delirio: Rogue (2007)

Una gita sul fiume per questa puntata estiva di Paura & Delirio, in cui chiacchierioamo di Rogue, film del 2007 di quel Gregory Maclean che due anni prima aveva sconvolto il pubblico con Wolf Creek.

Un film nell agrande tradizione della Ozploitation, Rogue è una semplice storia di turisti alle prese con un coccodrillo gigante, estremamente lineare ma scritta con intelligenza e girata in luoghi splendidi.

E che ci darà l’opportunità di parlare di natura incontaminata e bifolchi, rettili preistorici e relazioni interpersonali, survival movies americani e australiani e le differenze che li contraddistinguono.
Facendo SPOILER, ovviamente.


Ed in apertura, La Posta del Cuore.


8 commenti

Paura & Delirio ha bisogno del vostro aiuto (e no, non vogliamo dei soldi)

Stiamo preparando l’episodio del Club del Libro di Paura & Delirio su The Meg, di Steve Alten, che è stato ristampatoi di recente da #Mondadori col titolo di Shark, il primo squalo.
Il nostro problema: Lucia ha la prima edizione del romanzo, mentre io ho la stessa edizione di Jason Statham (…), e quindi non sappiamo se la ristampa italiana includa Met: The Origin, il prequel, o se ristampi semplicemente il romanzo nella versione del ’97.

Qualcuno può darci una mano, in cambio della nostra gratitudine ed un pubblico ringraziamento durante il podcast?


Lascia un commento

Paura & Delirio Book Club: A stir of echoes/Io sono Helen Driscoll

Per il secondo episodio della nostra rubrica dedidcata ai libri ed alla lettura, abbiamo scelto il romanzo del 1958 A Stir of Echoes, di Richard Matheson, pubblicato in Italia come Io Sono Helen Driscoll, e portato sullo schermo nel 1999 come Stir of Echoes/Echi mortali con Kevin Bacon.

Una storia che trapianta il gotico nei sobborghi dell’America contemporanea, e che nel confronto fra romanzo del ’58 e film del ’99 mostra con drammatica chiarezza i cambiamenti nella cultura e nella società americane in quarant’anni.
E passando per il romanzo di Matheson avremo anche occasione di parlare di altre pellicole e di influenze letterarie, di Stephen King e di American Psycho, di Urania e Karel Thole, di John Lithgow e Lino Banfi, di mogli frustrate e di proud boys, di Ileana Douglas e di suo nonno Melvyn Douglas.

E per chiudere una doppia Top Five di adattamenti dei lavori di Richard Matheson, e il ritorno de Los Titolistas.
Perché noi valiamo.


4 commenti

Paura & Delirio: Deserto Rosso Sangue (2016)

Due settimane or sono avevo chiesto alla mia complice Lucia Patrizi di scegliere un film di zombie ambientato a Las Vegas per la nuova puntata di Paura & Delirio, e le mie aspettative non sono state deluse.

Diretto da Colin Minihan e interpretato da Brittany Allen, It Stains the Sand Red – alias Deserto Rosso Sangue – è la risposta alla domanda “è possibile fare un film decente su una apocalisse zombie a Las Vegas?”

Girato con un budget limitato, compensando con intelligenza e coraggio ai limiti di budget, Deserto Rosso Sangue merita una maggiore attenzione da parte del pubblico, e ci fa piacere parlarne in questo episodio di Paura & Delirio, facendo SPOILER.

E sì, accenneremo anche ad altri film di zombie ambientati a Las Vegas, ma solo un paio.
Ed in apertura,la Posta del Cuore.