strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

I 4 del Gioco dell’Oca Selvaggia

Per chi di voi dovesse sentirsi pronto alle emozioni forti, domani sera, dopo il tramonto, sarà possibile ascoltare una (lunga?) chiacchierata che coinvolgerà il sottoscritto e gli amici Giuseppe “Gold & Glory” Rotondo, Umberto “Beasts & Barbarians” Pignatelli e Mauro “Imago Mortis” Longo.
Per correttezza dobbiamo anche aggiungere che la coppia Longo & Rotondo è anche responsabile per Ultima Forsam e Tropicana, mentre il dinamico duo Mana & Pignatelli si assume tutte le (poche) responsabilità per Hope & Glory.
Non c’è infatti limite alla spudoratezza di questi quattro loschi figuri.

annex-marx-brothers-duck-soup_01

Domani sera parleremo di giochi di ruolo, di italiani all’estero, di chi siamo, di dove andiamo, se esista la vita dopo un doppio fallimento critico e di qualunque altra cosa ci salti in mente.

Dirigete i vostri browser verso il podcast Vita da Roleplayer alle 21.30 di domani per godervi lo spettacolo.

https://www.youtube.com/gdrunplugged
https://www.twitch.tv/gdrunpluggedchannel

 


10 commenti

Filtri e Tasse

Sin-títuloL’Unione Europea sta per cambiare la legge sul copyright.
Ve lo hanno detto?
La nuova regolamentazione andrà in vigore fra due anni, nel 2020 – e i vecchi giocatori di Cyberpunk potrebbero provare un brivido crudele. Perché la nuova regolamentazione è decisamente una serie di brutte notizie.
Sono suonati un po’ di campanelli d’allarme, e poiché non mi è parso di sentirne nei nostri boschi (ma probabilmente sono io che sono distratto), ho pensato di farci un breve (spero) post.
Così, perché per ora c’è ancora tempo per protestare, e magari cambiare le cose.
Protestare per cosa? Cambiare cosa?
Due punti della nuova legge dovrebbero preoccuparci: si chiamano upload filter e link tax. Continua a leggere


Lascia un commento

Tyrannosaurus Tex colpisce ancora

L’erba cattiva non muore mai, e Tyrannosaurus Tex, il mio primo ebook, torna a colpire, questa volta in forma di podcast, grazie al lavoro dei ragazzi di Gallery of Curiosities e di Steve Sutherland nel ruolo ingrato di narratore delle mie farneticazioni.

gallery9c-1400

E se è vero che non riescono a pronunciare il mio cognome nalle maniera corretta, che diamine, è un gran bello spettacolo.

POTETE ASCOLTARLO GRATUITAMENTE QUI

E qualora vi dovesse interessare, Tyrannosaurus Tex è ancora disponibile su Amazpon in formato ebook, sia in Italiano che in Inglese.


19 commenti

Podcast – hardware, software, calze da donna…

Avevo detto che avrei fatto un paio di post sul lato tecnico del fare dei podcast, ed eccoci qui. Probabilmente non ve ne importa nulla, ma chissà.

Cominciamo con le basi – dicesi podcast

an episodic series of digital audio or video files which a user can download and listen to. It is often available for subscription, so that new episodes are automatically downloaded via web syndication to the user’s own local computer, mobile application, or portable media player.

In altre parole, è un file audio (di solito) agganciato a un feed RSS (come quello che usate per seguire un blog). Chi si abbona al feed, riceve i nuovi file mano a mano che escono.

51slk563LjL._SX258_BO1,204,203,200_Stando all’indispensabile Podcasting for Dummies, di Tee Morris, ciò che serve per creare un podcast si riassume in

. Un microfono
. Un software di registrazione
. Una scheda sonora

Il problema, però, vedete, è che il libro di Morris è del 2006. I primi podcast videro la luce nel 2004, e all’epoca il libro era decisamente all’avanguardia – ma oggi pare di leggere un incunabolo medievale1.

Oggi come oggi gli articoli su come avviare un podcast aggiungono alla lista di Morris anche un paio di cuffie, una unità di preamplificazione con connessione USB alla scheda audio del PC, e possibilmente un software di produzione sonora come Adobe Audition.
Veniamo a questo punto al mio equipaggiamento. Continua a leggere