strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


2 commenti

Nuts & Bolts: un libro che si è scritto da solo (sì, OK…)

Negli ultimi sei mesi ho postato sulla mia pagina Patreon una serie di articoli che andavano sotto al titolo di Nuts & Bolts – una collezione di idee sfuse sulla scrittura come lavoro, sulla teoria (poca) e la pratica (tanta) di scrivere per pagare i conti, ed altre amenità.

La cosa è partita per caso ma ora siamo a 22.000 parole, in italiano e in inglese (perché Nuts & Bolts esce in versione bilingue), e potrebbe essere il momento giusto per metter un punto fermo, ripulire e riorganizzare il tutto, aggiungerci qualche migliaio di parole e considerazioni extra, e poi pubblicare il prodotto finale come Nuts & Bolts, Stagione 1, o qualcosa del genere.
Chissà che a qualcuno non interessi leggere le mie farneticazioni, in ebook o in cartaceo. Potrei addirittura fare un lancio “all’americana”, con uno sconto per chi prenota il libro prima che esca.
Inutile dire che i miei sostenitori su Patreon ne avranno copie gratis e in anticipo rispetto a chiunque altro… di fatto ne hanno già una copia gratis, a puntate, negli archivi. Ma Stagione 1 avrà dei contenuti extra.

E poi, visto che le persone che mi seguono paiono gradire, proseguiremo con la Stagione 2 – più azione, migliori effetti speciali, una nuova canzone dei titoli di testa e altro ancora.
E in effetti “altro ancora” è la parola chiave, questo Settembre – nelle prossime settimane annuncerò una serie di nuovi contenuti per chi mi segue su Patreon, per cui tenete d’occhio queste pagine.
Perché è bello essere miei sostenitori su Patreon.


Lascia un commento

Dry Gulch, Colorado

Ho appena ricevuto la mia copia di Tales from Dry Gulch, l’antologia weird western curata da David B. Riley che contiene anche la mia storia Hank’s Ghosts. Il volume è al momento disponibile sia in formato digitale che in cartaceo tramite Amazon.

Welcome to Dry Gulch, Colorado. The year is 1881 or so, the gold mine has played out, but there’s talk some company from back east is supposedly putting in a zinc mine near town. Folks are friendly in Dry Gulch. Don’t forget to stop by the bakery for a loaf of sourdough bread from Miss Wendy’s secret recipe, then wet your whistle in the saloon next door. Just be sure to tip that piano player. You can get your prospecting supplies from the Dry Goods Store. And you can catch up on Mrs. Duncan’s cat in the pages of the Gazette. Keep an eye out for Henry, the town drunk. He likes to tell folks about the ghosts he sees, if you buy him a drink.Dry Gulch is easy to get to. Just saddle up and take a ride out to the weird, weird west.

Avendo esordito in inglese come autopubblicato proprio con un weird western, Tyrannosaurus Tex, questo è per me una specie di graditissimo ritorno alle origini.

E prima che me lo chiediate no, non mi risulta prevista una edizione in italiano.


3 commenti

The Earphones Diaries: il Ritorno

Sono lieto di annunciare che The Earphones Diaries, le mie recensioni quotidiane non corrisposte e per lo più indesiderate dei dischi che sto ascoltando, è tornato online dopo una pausa di due settimane a causa di qualcuno che ha segnalato il mio account Instagram.
Potete trovare The Earphones Diaries qui o in basso nella parte inferiore della barra laterale, o sul mio profilo Facebook.
È musica
Forse musica che non vi piace, forse musica che non conoscete, forse musica che vi piacerebbe provare ad ascoltare.


4 commenti

L’antologia Imps & Minions è disponibile

Sono estremamente felice di comunicare che l’antologia Imps & Minions, curata da David F. Shultz, Don Miaesek e K.M. McKenzie è da oggi disponibile su Amazon, sia in ebook che in formato paperback.

Il volume è un bel mattone da 500 pagine e raccoglie 34 racconti sulla vita (se si può chiamare vita) degli imp e delle altre creaturicole orribili che servono gli oscuri signori della letteratura fantasy e agiscono come tirapiedi e messaggeri per stregoni malvagi ed altri personaggi disdicevoli.

Nell’antologia è inclusa anche la mia storia Bottled Up, per l’edificazione e l’istruzione del pubblico.

Se vi manca una lettura per l’estate, o se siete i tipi che fanno regali ad Halloween, ora sapete come spendere i vostri soldi.


10 commenti

Un modo inaspettato per trascorrere il Ferragosto

Mi è capitata una cosa strana: per la seconda volta in circa sei settimane, il mio profilo Instagram è stato senalato da uno o più utenti per contenuti non appropriati, ed è quindi stato sospeso fino a che non si sarà chiarita la questione. Posso visualizzare i miei vecchi post e quelli degli altri, ma non posso postare nulla di nuovo, commentare o mettere dei like.

Questo significa che da tre giorni non posso aggiornare gli Earphone Diaries, che a quanto pare hanno offeso o turbato qualcuno al punto da spingerlo a segnalarmi.

Continua a leggere


10 commenti

Progetti per il futuro: rimettere in piedi l’orto

Stavo riordinando uno degli scaffali dei libri, qui in casa, stamani, e mi sono trovato a sfogliare Il Tuo Orto per Negati, che sarebbe poi la guida “for Dummies” su come impiantare e condurre un piccolo orto. Ne ho parlato con mio fratello ed abbiamo deciso che con l’autunno cominceremo le operazioni per impiantare un orto come si deve.

Avevamo un orticello da diporto, che avevo messo in piedi appena trasferito qui in Astigianistan, soprattutto per trovare qualcosa da fare quando era stato evidente che questo territorio era moribondo e non offriva assolutamente nulla. Speravo anche che occuparsi di un orticello potesse aiutare mio padre a sfuggire al campo gravitazionale della depressione. Sbagliavo.
Piantai prevalentemente erbe aromatiche e poi cipolle, aglio e insalata. Per un po’ riuscii a portarlo avanti, ma poi con i problemi di salute di mio padre divenne troppo impegnativo – c’era altro da fare, e più urgente.

Ora però possiamo metterci al lavoro e provare a fare qualcosa di serio.
Abbiamo un fazzoletto di giardino, qualcosa come sedici metri quadri di prato, con un vecchio ciliegio, qui davanti a casa. Ora cercheremo di metterlo a frutto.

Continua a leggere


Lascia un commento

Una dalla Frontiera

Quei fortunelli dei miei sostenitori su Patreon – perché è bello essere miei sostenitori su Patreon – hanno appena ricevuto una copia de L’Ombra dell’Effimero, un nuova Storia della Frontiera, parte della mia serie di racconti brevi “alla maniera di Talbot Mundi”, ambientati fra non-esattamente-l’India e la Cina-ma-anche-no.

In questo breve racconto, l’esaltato Rakhshan Hortonho Bakkar, poeta-guerriero di Mangtani, il Signore delle Isole delle Spezie, il più favorito dai Cieli si lascia alle spalle la corte della Rani per trasferirsi fra le montagne della Dimora delle Nevi, dove dedicarsi alla ricerca dell’Effimero, l’autentica espressione del suo io.
Si tratta di un racconto molto breve, per ovvi motivi.

Il racconto è disponibile sia in Italiano che in Inglese, e solo per i misi sostenitori della Five Bucks Brigade. Perché è bello essere miei sostenitori su Patreon.
Davvero!


2 commenti

Steve Loves Linda, una storia degli Old Timer

Ci divertimmo un sacco, per un po’, con 2 Minuti a Mezzanotte, l’universo supereroistico condiviso creato da Alex Girola. All’epoca i cinecomics non erano ancora il fenomeno totalizzante che sono diventati in seguito, e a noi piacevano cose un po’ diverse, come Doom Patrol, The Boys, Watchmen, The Authority. Fumetti dei quali nessuno avrebbe mai fatto un film.

Ne parlavamo l’altra sera, con Alex ed alcuni altri complici, dopo aver visto gli otto episodi della prima stagione di The Boys, di quanto ci fossimo divertiti.

E fra una chiacchiera e l’altra è venuto fuori che tutti avevamo ancora un paio di storie di 2MM lì che aspettavano il momento giusto…

Continua a leggere