strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


6 commenti

Benvenuti a Funeral Point

mana bros base squareSono felice di annunciare che il primo … mah, la prima cosa marchiata con il logo dei Mana Bros sta per finire sugli scaffali virtuali.
Come ho detto qualche giorno fa, sto lavorando a un certo numero di progetti, uno dei quali è la traduzione di Il Sonno della Ragione, il GDR indie horror/avventuroso del mio amico Alex Girola. L’ambientazione è molto divertente ed è il tipo di universo di gioco che ti dà delle idee.

La scorsa notte mis ono fatto una botta di insonnia – come a volte mi capita – e ho iniziato a scrivere per passare il tempo. Il risultato finale è Benvenuti nel vicinato, una breve storia ambientata nell’universo del gioco, e il primo episodio di una serie che andrà sotto il nome di Funeral Point. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

Ecco a voi Garr lo Scaltro

unnamedQuesto post è stato pubblicato tre giorni or sono su Patreon, per i miei supporter che hanno la possibilità di leggere i miei contenuti con un certo anticipo. Loro hanno anche avuto modo di leggere la prima scena del racconto che riceveranno gratis questo mese.
È bello essere i miei supporter su Patreon.
No, così, per dire…

Ho lavorato alla storia “fantasy cavernicolo” di 12.000 parole che ho promesso ai miei supporter come celebrazione per il ragiungimento del livello 100-dollari-al-mese.
Come faccio di solito, ho pianificato questa storia come una prima di una serie. Sono cresciuto a forza di serie e mi piace esplorare e espandere i miei personaggi e i miei mondi. Quindi via, una serie. E una volta cominciato, è stata un’esperienza altamente educativa.
Quindi, ecco un’anteprima e uno sguardo al mio procedimento di lavoro – sperando che siate interessati.

Iniziamo con l’esperienza educativa. Continua a leggere


6 commenti

Progetti per la primavera

Ma poi dove è finito?
È morto?
Magari è morto.
Muore un sacco di gente…

25986774 (1)No, sono ancora relativamente vivo, ma sono giorni di fuoco, tanto per cambiare.
In questa seconda metà di Marzo sto dando le ultime martellate a Central Station di Lavie Tidhar – romanzo meraviglioso, ma che richiede una certa attenzione, visto che l’autore israeliano è il tipo che usa “Schroedinger” come verbo e parla di personaggi che sono “tentacle-junkies”. A Tel Aviv.
Contemporaneamente stiamo lavorando all’uscita di Hope & Glory, e dopo la pausa per il Play di Modena l’azione si farà frenetica. Fast, furious and fun, come si suol dire.

E poi ci sono gli altri progetti, quelli in cantiere per Aprile. E dei quali parliamo di seguito… Continua a leggere


2 commenti

12000 parole su qualcosa di nuovo

Avevo promesso ai miei supporter su Patreon una nuova storia, una novelette di 12.000 parole per festeggiare il raggiungimento della quota di 100 dollari al mese.
L’abbiamo raggiunta, e così ho chiesto ai miei supporter che genere di storia volessero.

E così pare che scriverò una novelette da 12.000 parole, di genere sword & sorcery, e non collegata a nessuna delle mie serie in corso. Qualcosa di completamente diverso, in altre parole.

tumblr_n4g7ahya8o1sb6iwko1_1280

Il che mi piace molto, perché l’occasione per uscire dalla propria confort zone è sempre la benvenuta, e perché sento fortissima la necessità di stiracchiarmi un poco dopo un inverno passato a scrivere (prevalentemente) su commissione. Continua a leggere


Lascia un commento

Nuovo traguardo su Patreon, e una storia da 12.000 parole

Screenshot from 2018-02-28 17-46-51Sono estremamente felice di annunciare che grazie alla generosità dei miei supporter, abbiamo raggiunto un nuovo obiettivo su Patreon: 100 dollari al mese.

E come ho promesso quando ho lanciato la mia pagina Patreon, raggiungere questo obiettivo significa che scriverò una storia di 12.000 parole su richiesta per i miei supporter, in base alle loro scelte e preferenze. Continua a leggere


Lascia un commento

Due mesi pieni

Sono stati due mesi impegnativi, Dicembre 2017 e Gennaio 2018, due mesi durante i quali ho finalmente messo al lavoro la connessione veloce a internet attivata a Ottobre ed ho avviato i miei corsi online. Due mesi durante i quali è partita la prima fase del progetto AMARNA, e naturalmente i primi due mesi su Patreon.
Con questo post, cercherò di fare un piccolo bilancio di questi due mesi. Continua a leggere


7 commenti

AMARNA, il primo episodio

Amarna preview smallEra da poco passata la mezzanotte quando gli gnomi del signor Bezos si sono ribellati, e i miei file del primo episodio di AMARNA, il testo e la copertina (di Luca Morandi, splendida), sono scomparsi nel nulla, insieme con le categorie, le parole chiave e quant’altro.
Un’ora buttata.

E così mi sono detto, che diavolo, userò Gumroad1.

Detto fatto – in mezz’ora ho resuscitato il mio vecchio account, ho aggiornato i dati, e ho caricato uno zip che contiene tanto il mobi quanto l’epub, entrambi DRM-free, del primo episodio del mio serial. Allo stesso prezzo che avrei scucito su Amazon per il solo mobi.

g-transparent-512-ee5909cb09aded26608f69228404591536fdcb38d73ef7aeb0235db3201fad97Ma c’è di meglio – perché Gumroad permette di fare degli ABBONAMENTI, per cui chi è interessato può prenotare i primi tre episodi, o tutta la serie di sei, andando a risprmiare fino al 22% sul prezzo di copertina, e riceverà i file appena sfornati, direttamente via mail.
Che è fantastico, io credo2.

E oltretutto, io ci guadagno anche qualcosina in più che su Amazon3.

E in Italiano, mi chiedete?
In Italiano, ammesso che ci sia l’interesse, pensavo di far partire un crowdfunding a fine Marzo, per produrre un volume unico con tutti e sei gli episodi più un po’ di contenuti extra, sia in digitale che in cartaceo.
Ne varrà la pena, mi domandate?
Certo chene varrà la pena, e il minimo che posso fare a questo punto è darvi un assaggio della storia… Continua a leggere


7 commenti

AMARNA, la Figlia dei Faraoni e Cthulhu in salsa pulp

the-future-of-HRQuelli in gamba, di tanto in tanto, sul loro blog, fanno un post in cui illustrano i progetti futuri e le prossime uscite. Questi post funzionano perché servono a mettere sull’avviso i fan, e perchè ci obbligano a portare a termine i progetti che abbiamo promesso di mettere in cantiere.
È un po’ un modo per obbligare noi stessi a scrivere, e a mantenere le tabelle di marcia.
Ora, a mio parere premiarmi con un pezzetto di cioccolato funziona altrettanto bene,  se non meglio, ma al momento ho finito il cioccolato, quindi credo vi racconterò cosa ho in preparazione e come si svilupperà.
Visto mai che interessi a qualcuno. Continua a leggere