strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


17 commenti

Tastiere Roventi e Schiene Dolenti

È ora di fare rapidamente il punto su ciò che è accaduto sabato passato.
È andata così: con Fabrizio siamo arrivati a Nizza alle 15.00; ci siamo bevuti una Lemonsoda, abbiamo fatto due chiacchiere con Roberto Amisano della libreria A Pié di Pagina che ci ospitava, abbiamo infilato la carta nella macchina per scrivere e abbiamo scritto. Attorno alle 18.00/18.30 abbiamo finito, avendo prodotto entrambi una storia di undici pagine.
E poi siamo andati a farci una pizza.

IMG_20180804_154533

E non c’è molto altro. Continua a leggere

Annunci


4 commenti

Ultime dal Crowdfunding di AMARNA

Stando ai served di Produzioni dal Basso mancano otto ore alla chiusura del crowdfunding per AMARNA, il mio serial avventuroso/orrifico ambientato in Egitto negli anni ’30.

I dettagli sulla pagina del progetto parlano abbastanza chiaro.

Screenshot from 2018-08-07 15-25-22

Quello per AMARNA è stato il mio secondo crowdfunding, dopo quello per Santi & Fattucchiere dell’anno passato.
È curioso come Santi & Fattucchiere fosse stato un progetto di fatto improvvisato, ed abbia avuto un successo ben al di là delle più rosee aspettative, mentre AMARNA, studiato e pianificato con cura, è stato un fallimento.

Robadisco comunque quanto affermato in precedenza: i quattordici coraggiosi che hanno supportato il progetto riceveranno tutto quanto previsto. Continua a leggere


6 commenti

Lavori in corso per il secondo semestre

Questo è uno dei miei periodici post su cosa bolle in pentola, per fare il punto su cosa ho in programma per le vacanze.
Sono mesi frenetici – dal primo di maggio ad oggi ho avuto una uscita alla settimana, fra il mio materiale autoprodotto, storie e articoli pubblicati su riviste o venduti ad editori, e le mie uscite sotto pseudonimo.
È un sacco di lavoro, ma paga (a malapena) i conti.

writer-man_112013_092016_mg_6081

Al momento sto lavorando su una serie di progetti in parallelo. Non è il massimo, ma bisogna far cattivo viso… no, a rovescio, buon viso a cattivo gioco.
È probabile che non vi interessi, tutto questo.
Ma nel caso vi interessasse, vediamo cosa abbiamo in coda… Continua a leggere


7 commenti

Tastiere Roventi nella Città Morta

s-l300Stando a un sito web che tratta modernariato per collezionisti, l’ultima macchina per scrivere di mia madre, una Olivetti Lettera 35, vale 40 euro – ma su ebay ne ho visti degli esemplari che andavano anche per 100 euro.
Non male, per un pezzo di tecnologia obsoleta con una tastiera QZERTY.
La mia… beh, OK, quella della mia mamma buonanima, è ancora perfettamente funzionante. Le serve solo un nuovo nastro, che posso procurarmi su Amazon per circa 8 euro e spese di spedizione gratis con Prime.
E dovrò comprarmene uno, perché il 4 di Agosto userò la mia vecchia Lettera 35 per una di quelle “esibizioni da quattro soldi” che, mi è stato detto, i “veri scrittori” non fanno..
Beh, peggio per loro.

Il 4 di Agosto, salvo incidenti, saremo seduti ad un tavolo fra una libreria e un ristorante cinese, io ed il mio amico Fabrizio Borgio, che scrive gialli e sovrannaturale fra queste colline, e batteremo a macchina due storie, di getto, e le pagine, appena estratte dal rullo della macchina per scrivere, verranno stese su un filo, cosicché tutti le possano leggere. Continua a leggere


9 commenti

Una buona idea per un corso estivo

Ho preso buona parte del weekend di vacanza, e mi sono letto un buon libro. Uno che mi hanno regalato per il mio compleanno.
E come risultato, ho inventato un corso/campo estivo – una cosa che sarebbe divertente da offrire ai ragazzi in età da liceo.
E sì, lo so, avevo detto che mi sarei dedicato a riposarmi senza pensare a idee lavorative e così via, ma poi, un po’ di gelato, un paio di vecchi episodi di Haruhi Suzumiya, e le idee hanno cominciato a combinarsi e prima che io me ne rendessi conto stavo delineando un corso estivo. Ma è OK, naturalmente – davvero! – perché comunque non mi permetterebbero mai di farlo ed alla fine tutto si riduce a un volo dell’immaginazione in un pomeriggio d’estate.
Anche se certo sarebbe bello.
Ora vi racconto… Continua a leggere