strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


10 commenti

Bottiglie ritrovate – e qualche ricetta

Curioso ritrovamento archeologico.
Risistemando un paio di scaffali nella tavernetta di casa, sono emerse dalle tenebre del tempo due bottiglie di Grand Marnier Cordon Rouge risalenti al 1981.
Acquistate oltre trent’anni or sono per fare dei regali a conoscenti o clienti?
Regalo, forse, di conoscenti o clienti?
Il mistero permane.
Resta il fatto che il Grand Marnier, chiuso e sigillato, non ha subito apparentemente alterazioni organolettiche.
E se è vero che non è sempre caviale, il liquore all’arancio pare prestarsi piuttosto bene alla cucina.

Un piatto molto veloce è il Pollo al Grand Marnier.
La procedura è semplice.
Si salta in padella il petto di pollo con dell’olio di oliva.
Quando siamo quasi a fine cottura, aggiungiamo un buon bicchiere abbondante di Grand Marnier, e lasciamo che si riduca, dando al petto di pollo una bella patina laccata.
Se siamo particolarmente dissoluti, possiamo cospargere il pollo con dello zenzero in polvere dopo aver versato il liquore.
Fatto.

Ma il ritrovamento archeologico delle bottiglie dimenticate aggiunge un’altra meraviglia alla nostra selezione di piatti.
Le bottiglie viaggiano infatti con appeso al collo un libriccino di ricette “ufficiali”.
Ed allora, perché non riproporle qui di seguito?
Continua a leggere