strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


4 commenti

Limiti della memoria

È noto che seguo con piacere laproduzione – narrativa e saggistica – di Kim Newman dai tempi in cui curava la rubrica dei film di serie zeta su Empire Magazine.

Anno Dracula è probabilmente l’opera prioncipalenel catalogo di Newman, che è prolificissimo (come dichiara nelle interviste, se vuol continuare a pagare i conti, deve continuare a scrivere). Uscito nel 1992, è certamente il titpolo più popolare nell’opera di Newman, ed ha dato inizio ad una serie di romanzi, uno spin-off a fumetti, e da vent’anni si parla di farne una serie TV.

Come credo di aver già raccontato, me ne procurai una copia nel 1993, ed ebbe su di me un effetto non comune: cominciai a sfogliarlo sul tram tornando a casa, e saltai la mia fermata, arrivando fino al capolinea. Un test semplice ma efficace, per quel che mi riguarda, della qualità di un libro.

Il romanzo è anche uscito in italiano (ma risulta ora fuori catalogo), così come i suoi seguiti – e successivamente Newman ne ha preparata una versione annotata, che spalanca ai lettori che non condividono la conoscenza enciclopedica del genere con l’autore (in altre parole, tutti) gli aspetti più metanarrativi del romanzo. E con quella spendida copertina che emula un manifesto pubblicitario vittoriano…

La settimana passata, Kim Newman ha postato sui propri profili social le immagine della nuova edizione Titan Books, l’edizione del trentennale – rilegatura rigida, margini colorati, annotazioni e appendici, sovracoperta patinata, segnalibro in seta, un racconto inedito e una nuova introduzione, ad opera del solito Neil Gaiman (ormai Gaiman scrive introduzioni per il fantasy come King scrive fascette per i libri horror).
Il tutto a un prezzo abbastanza abbordabile, e giusto in tempo per Halloween.
Per cui mi dico, ma dai, ho appena piazzato un nuovo romanzo, per festeggiare mi compro l’edizione extralusso di Anno Dracula.

Per cui mercoledì della settimana passata parto e vado nella bottega online di mastro Bezos, che vende libri e cancelleria e abbigliamento, e provviste, come certi empori che si vedevano nei film western. Ed arrivato al bancone vengo informato che l’edizione del trentennale di Anno Dracula io l’ho già acquistata.

Il 29 di Marzo di quest’anno.
Ho prenotato una copia proprio del libro che sono lì per acquistare, con il denaro stretto nella mia mano innocente. L’ho ordinata il giorno in cui l’autore ne ha annunciata la sua futura uscita e poi, come succede sempre più di frequente, me ne sono scordato. E, sorpresa delle sorprese, da quando l’ho prenotato a ora che è uscito, il prezzo è calato di una manciata di euro.
Ed io non credo che esista miglior esempio di come si debba evitare come la peste il pulsante “Acquista Ora”, e sempre fare un giro sulla pagina del prodotto, prima di cedere a certi impulsi, quando si naviga su Amazon.

Ed il volume è arrivato oggi, conforme alle aspettative.
Unica differenza – a parte i circa tre euro in meno rispetto alle attese – è che la prima pagina del volume risulta irrimediabilmente danneggiata, in quanto qualcuno ci ha scarabocchiato sopra il nome di Kim Newman, in quella che pare una buona imitazione della grafia di Kim Newman…

E su richiesta di mr Bezos, al quale le cose pare non stiano andando benissimo inq uesti tempi di crisi, ho incluso in questo post dei link commerciali, dei quali vi debbo debitamente informare, e così ho fatto.

E per chi fosse interessato, oltre 500 delle recensioni di film di bassa lega uscite su Empire per mano di Newman si trovano riuniti nell’eccellente, e voluminoso, Kim Newman’s Video Dungeon, che in questi giorni il signor Bezos vi lascia a prezzi popolari.


12 commenti

(Non) Dieci Libri # 12 – Kim Newman

Oggi parliamo di un libro che avete letto tutti, e se non lo avete letto, dovreste leggerlo. E parliamo anche di uno degli autori che sento più vicini al mio modo di intendere la narrativa in generale, ed in particolare la narrativa orrifica.

Nel 1993, scorendo gli scaffali della libreria Delitto & Castigo di Torino, inciampai su un libro di un autore che conoscevo già, ed apprezzavo molto … come critico cinematografico. Provai a prenderlo e leggendolo in tram, sulla strada verso casa, saltai la mia fermata. Non esistono test più efficaci per valutare quanto un libro ci coinvolga. Il libro era Anno Dracula, e l’autore era Kim Newman.

Continua a leggere