strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


23 commenti

Avere qualcosa da dire

Ieri ho fatto un’affermazione categorica.

una storia senza tema non regge

Poche ore dopo, sono incespicato in una discussione nella quale si sosteneva, fra le altre cose, che

io diffido persino degli scrittori che affermano di scrivere perchè “hanno qualcosa da dire”

Ora il mio problema è che, se non ho nulla da dire – se non ho, in altre parole, un tema da esplorare – non vale la pena che io scriva.

Slide11234Poi, il tema non è la storia.
È ciò che sta sotto alla storia.
Ciò che un lettore intelligente potrebbe ricavare leggendo la storia, al di là del divertimento e dell’intrattenimento.
Il tema non sostituisce l’intrattenimento, come non sostituisce la struttura e la tecnica.

È lì, forse, che per il pubblico italiano il meccanismo si è inceppato – troppi romanzi difettosi sono stati imposti al pubblico perché il tema era (ipoteticamente) importante.
Ma il libro era brutto.
Nel cervellino rettiliano dei lettori, qualunque storia con un tema è diventata una storia brutta, che ha bisogno di un alibi per farsi leggere.
Ma non è necessariamente così. Continua a leggere