strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


5 commenti

Kizuna è disponibile per Kindle!

Per chi si fosse perso l’inizio – Kizuna è una antologia internazionale multigenere i cui proventi vanno in toto in beneficienza.
In particolare, i quattrini verranno versati ad una organizzazione che si occupa dei bambini che, nel recente terremoto in Giappone, hanno perduto i genitori.
Ripetiamo – fino all’ultimo centesimo verrà versato in beneficenza.

L’antologia è colossale.
Colossale come il Grand Canyon o la Fossa di Mindanao.
Colossale come la luna piena sul deserto.

Gli autori che hanno partecipato al progetto:

Katherine Govier, Ken Asamatsu, Lee Pletzers, Joseph S. Pulver, Sr., S.A. Gambino, Michael Allen Rose, Nickolas Furr, Garrett Cook, Touya Tachihara, Jess Gulbranson, Alvin Pang, Robert M. Price, Kevin Lovelace, Junichi Ashikawa, Dan Ryan, Adam Joffrain, Moxie Mezcal, Andersen Prunty, L. Christopher Bird, Minoru Inaba, Richard Wright, Kirk Marshall, Davide Mana, Show Tomono, Jon Courtenay Grimwood, Christene Britton-Jones, Philip Overby, Yuusuke Tokita, David Agranoff, Bradley Sands, Naohiko Kitahara, Michael John Grist, Edmund Colell, Trent Zelazny, Riri Shimada, Made in DNA, Glynn Barrass, Fulvio Gatti, Nirnara, Melissa J White, Fumihiko Iino, Curt Seubert, Elizabeth Black, John F. Rice, Hiroshi Yamamoto, Volker Baetz, Andrew Freudenberg, Terrie Czechowski, Lucía González Lavado, Mie Takase, Stephen A. North, Ran Cartwright, Ukyou Kodachi, Danilo Arona, David Naughton-Shires, John Shirley, Jonathan Moon, Tadashi Ohta, Richard Salter, Midori Tateyama, Grant Wamack, Massimo Soumaré, Yufuko Senoh, Berry Sizemore, Ash Lomen, Adam Breckenridge, Yasumi Kobayashi, Jason Wuchenich, Ryuto Hijiri, Vittorio Catani, Joji Hayashi, Kevin David Anderson, Tamao Kanroji, Michael Moorcock, and Shinya Gaku.

Kizuna per Kindle è disponibile qui, su Amazon.com, in lingua inglese, al prezzo di 13.79 dollari.
Andate e scucite.
Leggerete una gran bella raccolta di storie, e i ragazzini ve ne saranno grati.

Pubblicherò maggiori informazioni mano a mano che le cose capitano.


9 commenti

Un aiuto al Giappone

Il terremoto che ha colpito il Giappone nel Marzo scorso è ormai stato archiviato.
Gli effetti sulla centrale di Fukushima sono rimasti all’onore delle cronache nel nostro paese fino allo scorso weekend per motivi referendari, ma ora possiamo tranquillamente immaginare che – salvo qualche strascicopolemico – anche Fukushima finirà rapidamente nel dimenticatoio mediatico.
In fondo ci sono cose più importanti, no?
Il primo topless dell’estate.
I calciatori che – come al solito – si facevano pagare per vendere le partite.
La riforma fiscale.

Eppure i fatti del Giappone sono accaduti.
E le conseguenze si sentono ancora oggi.
E a ridosso di quella catastrofe, da molte parti ci si è dati da fare.
Un paio di iniziative sono anche state segnalate da strategie evolutive.

Ora ce n’è un’altra – che arriva per ultima, ma è partita per prima.
Nei due-tre giorni successivi al terremoto e alla tsuanmi, mentre ancora la centrale di Fukushima era una bomba a tempo nella quale solo i robot potevano avventurarsi, è stato fatto partire un passaparola fra autori, traduttori ed editor, in ogni parte del mondo.
Il piano – nulla di originale.
Una antologia di racconti i cui proventi vadano alla Croce Rossa.
Ma una antologia fatta bene.
Con un cast internazionale che allinei autori affermati e autori indipendenti.
Una antologia con uno spettro di generi e stili quanto più ampio possibile.
Una antologia di storie che non parlino di catastrofi, ma che si concentrino sul positivo, per dare una boccata d’aria in un momento particolarmente cupo.
Una antologia da distribuire come ebook e, per chi vorrà, come cartaceo print-on-demand.
Si intitola Kizuna. Continua a leggere