strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


13 commenti

Alla corte dell’Allegro Ruggero

Bene, ultima serata a tema al piano-bar del fantastico per quest’anno… toglietemi dai piedi ‘sto violoncello e portatemi una concertina.
E un paio di cucchiai.

The Wicked Lady... Indubbiamente parte del divertimento doveva consistere nello smontare tutta quell'impalcatura...

Abbiamo parlato di Elisabetta, abbiamo parlato di Vittoria.
Fra Elisabetta e Vittoria cosa c’è?
Beh, ci sono la guerra civile (potremmo dare un’occhiata a Cromwell, Our Leader of Men, di Antonia Fraser), la Restaurazione (periodo affascinante, zeppo di banditi, cialtroni e  donne dalla moralità inesistente e sfatte per gli stravizi, certamente il prossimo periodo storico sulla mia lista di letture… cominciando con Restoration London di, ovviamente, Liza Picard), e poi un po’ di sovrani noiosi, Clive in India, Re Giorgio che impazzisce, il tappo francese che perturba la quiete…
E in tutto questo frattempo, proprio a partire dal regno di Elisabetta, fino a ridosso del corso, c’è la pirateria sul mare oceano.

Arrrr!

E a me piacciono, i pirati.
Il mare, la libertà, isole inesplorate da visitare, tesori precolombiani da saccheggiare, scontri all’arma bianca, e la possibilità di colare a picco le navi spagnole e francesi!
E poco mi importa che vi sia una disparità sostanziale fra il dato storico e la letteratura – riesco ad apprezzare tanto la realtà quanto la fantasia, e riesco ancora a distinguerle, e quindi a seguire, uomini ai posti, armate le colubrine, e vediamo un po’ di testi utili per approfondire l’argomento pirati.

Canaglie di tutto il mondo, unitevi! Continua a leggere


11 commenti

Alla corte di Vittoria

Chissà com'è che quando si dice Epoca Vittoriana nessuno pensa a Vittoria, ma tutti si ricordano le ragazze del Red Queen giù a Limehouse?

Ok, seconda serata a tema qui al piano-bar del fantastico – eliminata la spinetta, piazziamo sul palco un bel violoncello, e passiamo ad un post su una bibliografia teorica per l’epoca vittoriana.

Ora, l’epoca vittoriana mi piace appena un po’ meno di quella elisabettiana, e mi piace in maniera diversa.
In primo luogo, perché nell’epoca elisabettiana c’è Elisabetta, che è un personaggio che mi affascina mortalmente – mentre francamente della Regina Vittoria mi interessa un po’ poco.
Non ho quindi sullo scaffale una pila di biografie di Vittoria.
Molto più interessante, io credo, è la società vittoriana, con questo suo strano mix di perbenismo ipocrita e scollacciatura reiterata, con il gioco di luci e ombre, con la macchina industriale in pieno sviluppo, il culto del progresso – ma anche certe strane recrudescenze anti-scientifiche, il revival del druidismo, la Golden Dawn…
E poi naturalmente si tratta dell’epoca delle imprese coloniali, il lungo regno di pace che fu costellato da un numero inimmaginabile di guerre, il teatro d’azione di Spring Heeled Jack e Jack lo Squartatore, e una delle componenti essenziali dello steampunk (un altro genere che comincia a venirmi in uggia non per il genere, ma per i suoi fan).

La scelta di titoli sarà quindi un po’ diversa rispetto alla precedente.
Ma qualcosa di buono potrebbe comunque venirne fuori. Continua a leggere


2 commenti

John D. MacDonald in Italiano

Mentre prosegue il progettodi lettura e annotazione di tutti e 21 i romanzi di Travis McGee, la mia frequentazione di John D. MacDonald mi porta a scoprire facende incresciose.

Non esiste, allo stato attuale, una bibliografia completa delle traduzioni in italiano delle opere dell’autore americano.
Non online, per lo meno.

È proprio a partire da un recente scambio di email con un altro appassionato che mi si è incuneata nel cranio quest’idea di fare l’impossibile – compilare anche una bibliografia italiana di John D. MacDonald.

Quella che segue, quindi, è la versione 1.0 della bibliografia, per chiunque abbia voglia di farsi una passeggiata per bancarelle e librerie dell’usato e cercare di rintracciare i lavori di questo eccellente narratore americano, a suo tempo citato da Damon Knight come esempio standard di buona prosa narrativa.

Seguiranno, spero, aggiornamenti.

John D. MacDonald in Italiano  (versione 1.0, marzo 2010)

TravisMcGee:
* Il sudario verde (Bright Orange for the Shroud) (1965) Garzanti, 1969
* La sirena reticente (Darker than Amber) (1966) Il Giallo Mondadori n. 1105 5 aprile 1970
* La morte viene dal Messico (A deadly shade of gold), Garzanti, 1968. (Garzanti per tutti ; 170)
* Un silenzio rosso sangue (A Tan and Sandy Silence) (1972) Il Giallo Mondadori n. 1527 11 aprile 1976
* Sette cadaveri per Macgee (The Dreadful Lemon Sky) (1975) Il Giallo Mondadori n. 1419 7 maggio 1978
* Un uomo in mare per Travis McGee (The Empty Copper Sea) (1978) Il Giallo Mondadori n. 1655 19 ottobre 1990
* Requiem per la mia donna (The Green Ripper) (1979) Il Giallo Mondadori n. 1696 2 agosto 1981
* A corpo morto (Free Fall in Crimson) (1981) Il Giallo Mondadori n. 1922 1 dicembre 1985

Romanzi singoli:
* Giungla al neon (The Neon Jungle) (1953) Il Giallo Mondadori n. 928 13 novembre 1966
* Maledizione sepolta (A Bullet for Cinderella, ripubblicato come On the Make) (1955) Il Giallo Mondadori n. 524 15 febbraio 1959
* Grida forte, grida ora (Cry Hard, Cry Fast) (1956) Robin, 2002 ISBN 887371093X
* Il cane alla catena (April Evil) (1956) Il Giallo Mondadori n. 527 8 marzo 1959
* La morte conta i dollari (The Price of Murder) (1957) Il Giallo Mondadori n. 599 24 luglio 1960
* Branco di lupi (The end of the night, )Il giallo Mondadori n 743, 1964
* Ti ho visto (A Man of Affairs) (1957) Longanesi, 1964
* Il promontorio della paura (The Executioners, ripubblicato come Cape Fear) (1958) A. Mondadori, 1992 ISBN 8804353201
* Colpo jellato (Soft Touch) (1958) Il Giallo Mondadori n. 667 12 novembre 1961
* Branco di lupi (The End of the Night) (1960) Il Giallo Mondadori n. 743 28 aprile 1963
* Non ho paura (Where is Janice Gantry?) (1961) Il Giallo Mondadori n. 784 9 febbraio 1964
Fantascienza:
* Il pianeta dei sognatori (Wine of the Dreamers ) (1951) Martello, 1954

Romanzi incertae saedis:
* Dovere d’uccidere : la morte dal fondo del lago silenzioso (????), Garzanti, 1970 (I Garzanti ; 218)
* Pezzi di ragazza per Travis McGee (the girl in the plain brown wrapper), ????, ????

Buona caccia.