strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

Paura & Delirio n° 37: Narciso Nero

Non sappiamo se la miniserie della BBC tratta dal romanzo Black Narcissus arriverà mai in Italia, ma noi ne parliamo ugualmente, approfittando dell’opportunità per dilungarci sul film del 1947, della premiata ditta Powell & Pressburger. Un film colossale prodotto da due cineasti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del cinema.

A complicare le cose, naturalmente, c’è il fatto che Black Narcissus, di Powell & Pressburger, è certamente uno dei miei tre/cinque film preferiti, che lo riguardo con regolarità, e che posso parlarne per ore, fino alla noia, ed oltre. Ragione per cui abbiamo dovuto armare Lucia di un pungolo elettrico per bestiame, in modo da poter cercvare di tenermi a bada durante la nostra chiacchierata.

E strada facendo abbiamo parlato di suore e di follia, di Jack Torrance e George A. Romero, di Hitchcock e di Scorsese, della Legione per la Decenza e delle differenze fra film e serie televisive, di avventure coloniali e di erotismo, di smeraldi e spille di rame, di corpi femminili e di anime, cercando di rispondere alla domanda: ma perché un podcast che tratta di orrore e raccapriccio si occupa di un melodramma con cinque suore come protagoniste?
Ci saranno spoiler.

E in apertura della puntata, un nuovo episodio della Posta del Cuore di Paura & Delirio.


4 commenti

Il Narciso Nero di Powell & Pressburger

92894182c49229afa08f7f633d40f8e4--wall-posters-cinema-postersE così com’era prevedibile mi sono riguardato Black Narcissus, il film del 1947 di Powell & Pressburger basato sul romanzo del 1939 di Rumer Godden, scrittrice angloindiana oggi scordata da molti.
Sapevo che sarebbe successo nel momento steso in cui ho cominciato a veder scorrere i titoli di A Matter of Life and Death.
Quando lo vidi, per la prima volta, Narciso Nero?
Probabilmente ai tempi del liceo. Guardavo un sacco di film all’epoca. L’ho poi rivisto molte altre volte. È il film che preferisco, del catalogo di Powell & Pressburger.

Di cosa stiamo parlando?
Di una pessima idea: riutilizzare un vecchio palazzo abbarbicato su un versante dell’Himalaya come sede per un convento ed una scuola gestita da monache.
Finirà malissimo. Continua a leggere


3 commenti

Cinque film d’avventura

Questo è un post del piano bar del fantastico che era in lista da qualche tempo, e che non è proprio facilissimo.
nel senso che no, ok, è facile… mi hanno chiesto la mia lista dei cinuqe migliori film d’avventura.
Ecchessarà mai.MPW-78987

  • I Predatori dell’Arca Perduta
  • All’Inseguimento della Pietra Verde

  • Avventurieri ai Confini del Mondo

  • La Mummia (quello degli anni ’90)

  • L’Uomo che Volle Farsi Re

Ecco fatto.
Ma le cose facili non mi sono mai piaciute granché, e considerando che credo che tutti i titoli qui sopra siano perfettamente noti ai miei colti lettori, vediamo se è possibile fare qualcosa di diverso.
Diciamo cinque film d’avventura che non vengono necessariamente citati di continuo.
E no, non “film di serie zeta*, film così brutti che sono belli. certe cose lasciamoli ai poveri di spirito: cin tutta la simpatia per Tawny Kitaen, niente The Perils of Gwendoline in the land of the Yik-Yak.
Parliamo di cinque o sei bei film.
Non sarà affatto facile, trovarne solo cinque o sei.
Ma in fondo è per questo che siamo qui, giusto? Continua a leggere