strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


57 commenti

La fine del Progetto CAS

Quattro giorni or sono, i cinque ebook delle mie traduzioni di Clark Ashton Smith sono stati segnalati ad Amazon, da un utente italiano, come in aperta infrazione di copyright.
Cosa alquanto curiosa, considerando che i racconti sono dichiaratamente di dominio pubblico e indicati come tali da fonti facilmente accessibili, e le mie traduzioni, essendo un lavoro originale eseguito ex novo, sono di mia proprietà.
Tuttavia, Amazon ha applicato le sue pratiche estremamente restrittive per tutelarsi da eventuali azioni legali, e appena ricevuta la segnalazione ha immediatamente sospeso il mio acocunt di KDP per 24 ore.
Dopo di che, in seguito a mie tempestive (e preoccupate!) comunicazioni, ha ripristinato l’account, ma ha mantenuto offline i cinque volumi incriminati, che come alcuni potrebbero aver notato, non sono più dispoonibili per l’acquisto.

Su invito di Amazon, che mi ha fornito gli estremi, ho immediatamente contattato la persona che mi ha segnalato, chiedendo lumi a riguardo – lo ripeto, sono più che ragionevolmente certo di essere nel giusto, ma poiché è sempre possibile una svista, ed essendo io in buona fede, sarei ben felice di sapere dove ho sbagliato, e quali dettagli ho trascurato.

Tale chiarimento sarebbe inoltre indispensabile per sbloccare i cinque ebook, o per procedere alla cancellazione definitiva, ma dopo quattro giorni non ho ancora ricevuto alcuna risposta.
In mancanza di risposta, Amazon tiene gli ebook nel limbo degli impubblicati.

Il progetto CAS è quindi fermo fino a data da stabilirsi ma, in tutta franchezza, vista la situazione, non ho più intenzione di procedere comunque.
I cinque ebook restano offline, e qualora la situazione dovesse chiarirsi, provvederò comunque ad eliminarli. Allo stesso modo, i miei progetti di traduzioni di altri lavori di Smith o di altri autori le cui opere sono notoriamente di dominio pubblico (ad esempio Robert W. Chambers e Talbot Mundy, sui quali stavo lavorando) sono cancellati.

D’ora in avanti mi concentrerò sulla mia produzione di lingua inglese, lasciando il mercato italiano ad altri

Voglio comunque ringraziare tutti per l’appoggio dato al progetto CAS e per l’entusiasmo e la gentilezza dimostrati.
Buona lettura.

Annunci


10 commenti

… e poi un giro a Poseidonis

Questa faccenda di tradurre Cark Ashton Smith è strana, sapete.

ombra2

Il quinto volume, La Doppia Ombra è un racconto decisamente minore, apartenente al breve ciclo di Poseidonis (e non come sostengono alcuni al ciclo di Hyperborea – anche se Hyperborea viene ciytata nella storia) ma chissà, magari anche divertente – di sicuro Clark Ashton Smith se lo autopubblicò nel 1933, insieme a quelli che considerava i suoi racconti migliori.
Ed è già in classifica su Amazon, in effetti, ed ha anche già una recensione a quattro stelle.

Tutti e cinque i racconti fin qui tradotti sono in classifica di Amazon, a dire il vero, tutti più o meno in Top 4 nela categoria Dark Fantasy.
Il progetto procede bene, quindi, ed è solo un peccato che nessuno apparentemente si sia accorto di niente.
O voi avete letto qualcosa in giro, chessò, su qualche sito specializzato, su qualche webzine?
Ne avete sentito parlare in gruppi su Facebook?
Nel caso segnalatemi articoli o avvistamenti nei commenti.
Grazie!


Lascia un commento

Una gita ad Uccastorg

torturatori

L’Isola dei Torturatori, comparso originariamente sul numero di Marzo 193 di Weird Tales è il secondo raconto pubblicato del ciclodi Zothique, ed è uno degli esempi migliori della tavolozza creativa di Clark Ashton Smith: è oripilante ed efferato, angosciante ed ironico, crudelissimo e pieno di colori, di idee e di immagini potenti.
E lo si può avere, su Amazon, a 99 centesimi.


2 commenti

Gnomi, Bestie e Gargoyle

selection_530Gli gnomi di Bezos sono rapidi e silenziosi, e Il Fabbricante di Gargoyle non solo è già disponibile, ma ha anche già incassato una recensione a cinque stelle.
Grazie!
In questo momento, sia la Bestia che i Gargoyle si stanno sistemando nella fascia alta della classifica Dark Fantasy1.

Il popolo piange perché non ha Clark Ashton Smith?
Noi diamo Clark Ashton Smith al popolo.
Hasta l’Averogna!

(o qualcosa del genere)

Ci si vede fra una decina di giorni per un altro titolo, mentre il popolo mi chiede, altrove, notizie di Robert Chambers – perché non tradurre qualcosa che non sia il solito Re in Giallo?
Ci si può pensare – se solo avessi un sacco di tempo e meno conti da pagare…

 


  1. separati sulla verticale dal penny dreadful di Mala Spina e dalle sue 24 recensioni – complimenti. 


4 commenti

Un secondo giro in Averoigne

Ieri ho avuto una sorta di esperienza mistica. Una specie di illuminazione, come capire all’improvviso quale sia il suono di una mano sola, o rendersi conto che se un albero cade nella foresta e tu non hai orecchie per sentirlo, non fa rumore eppure cade.
Una cosa così, insomma.
Molto zen.

È andata in questo modo: ieri è uscito, su una popolare webzine1, un articolo biografico su Clark Ashton Smith, la sua vita, la sua opera, le sue influenze.
Interessante.
Così come è interessante che l’articolo lamenti la scomparsa di CAS dai nostri scaffali, e si chiuda con una frase che fa più o meno così…

Purtroppo in Italia è ormai da tempo che non viene pubblicato più nulla di questo autore e i suoi volumi hanno raggiunto quotazioni vertiginose fra i collezionisti. Sarebbe ora che qualche editore specializzato pensasse a ripubblicare e ritradurre la sua opera.

Già, sarebbe davvero il caso, mi sono detto, e poi, mentre la stanza si metteva come a turbinare attorno a me, ho provato come uno strano senso di deja-vu , come se stessero riallineando la matrice, capite, e poi ho pensato…


Continua a leggere


10 commenti

La Bestia corre veloce

beast-of-averoigneDopo alcuni momenti al cardiopalma per la questione copyright1 , Amazon ha reso disponibile con una velocità sorprendente La Bestia di Averoigne, che è a questo punto in vendita a 1.99 per tutti gli interessati.

Grazie a tutti per il supporto, e buona lettura.


  1. incredibile quanto solerti siano i guardiani nazionali dei diriti d’autore, in certi casi, vero? 


24 commenti

Una gita in Averoigne

È venuta fuori una interessante discussione, ieri, su De Ebook Mysteriis, il gruppo di Facebook dove si parla di editoria elettronica.
Il mio amico Mauro Longo lamentava la scarsità di edizioni dell’opera di Clark Ashton Smith (del quale ieri cadeva l’anniversario della nascita) nella nostra lingua. Cosa sorprendente, considerando che il buon CAS, terzo dei Moschettieri di Weird Tales insieme con H.P. Lovecraft e R.E. Howard, è stato certamente uno dei più stampati fra gli autori di fantasy e orrore sovrannaturale nel nostro paese.
image_book-phpDopo varie uscite negli anni ’60, la MEB gli dedicò una serie di volumi nei ’70.
Poi toccò a Nord e Fanucci – quest’ultima in particolare inondò le librerie, fra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90, con dozzine di volumi dell’opera di Smith.
I titoli Fanucci vennero poi variamente ripresi da Newton Compton – sia nei minuscoli MilleLire che successivamente in vari volumoni.
Però Muro ha ragione – da una ventina d’anni Smith latita dai nostri scaffali, e anche gli apparentemente infiniti multipli prodotti da Fanucci e Newton sono stati consegnati, con gli anni, alle rudi attenzioni del riciclatore.
Si trovano ancora poche copie, a prezzi stravaganti, su eBay. Continua a leggere