strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


17 commenti

Fast, Furious & Fun

Cominciamo con un semplice disclaimer.
Per i non iniziati, il titolo di questo post è la tag-line del sistema di gioco Savage Worlds.
E chi frequenta questo blog dovrebbe avermi ormai sentito ripetere alla nausea che Savage Worlds è il mio motore di gioco d’elezione.
Anche perché è così – veloce, zeppo di azione furiosa, e divertente.

Ma qualche post addietro mi è stato chiesto – cos’è che rende un gioco “fast & furious”?

Da cui, questo piano bar del fantastico.
In cui parleremo di giochi, di sistemi di gioco, di Savage Worlds, ma anche di altre cose.
Così, un po’ alla rinfusa.
Vediamo…

La premessa è semplice – non siamo più ai tempi del liceo.
Sarebbe bello poter dedicare sedici-venti ore la settimana al gioco di ruolo, ma i tempi cambiano, abbiamo un sacco di impegni, pochi soldi, ancor meno tempo, la vecchiaia avanza riducendo i neuroni ad una poltiglia torpida.
Se vogliamo continuare a giocare – e vogliamo continuare a giocare – abbiamo bisogno di… Continua a leggere


17 commenti

La leggerezza è tutto

C’è una certa ironia nel segnalare, dopo il colossale e massiccio Eclipse Phase, una cosa minuscola e lieve come Mini Six.
Ma non manca una certa logica.
Se infatti è vero che esistono giochi di ruolo nei quali il sistema è integrato completamente con l’ambientazione – come nel caso di Eclipse Phase (provate a spiegare il setting senza far creare i personaggi ai giocatori), ma anche nel caso di Barbarians of Lemuria – è anche vero che il pregio principale di un sistema generico deve essere la leggerezza.
Lo aveva capito Steve Jackson quando pubblicò la prima edizione di GURPS (peccato che non abbia mantenuto lo standard – se escludiamo GURPS Lite).
È questa la filosofia alla base di Savage Worlds, il mio house system d’elezione.
Ed è questa la filosofia di Mini Six.

Con in più il vantaggio che Mini Six si può avere gratis.

Continua a leggere