strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


18 commenti

Inoccupabili

Il bello (se vi piacciono certe cose) del vivere in un paese ormai fieramente deciso a lasciarsi morire è che anche quando non sai cosa scrivere sul blog, un’idea te la trova la realtà.

Probabilmente lo avete letto anche voi – stando ai dati pubblicati dall’OCSE, gli italiani sono all’ultimo posto in europa (e parecchio in basso su scala globale) per ciò che riguarda le capacità linguistiche e matematica.
Siamo un popolo che sta lentamente sprofondando in una forma particolarmente subdola di analfabetismo (grazie anche al fatto che la maggioranza degli italiani legge meno di un libro l’anno) ed una assoluta incompetenza in ambito matematico.

A fronte di questi dati, il Ministro del Lavoro Giovannini ha optato per una scelta coraggiosa – invece di dire che il mondo ci odia, i dati sono falsati, e anche loro, comunque, hanno i loro bei problemi, Giovannini ha pensato bene di dire che “gli italiani sono inoccupabili”.

disoccupatiIl che naturalmente è una sciocchezza.
Di italiani occupabili ce n’è una quantità – il fatto che la maggioranza della popolazione sia ad un livello di trogloditismo terminale non significa che non esista una buona fetta di popolazione preparata, competente e pronta a darsi da fare.
Sono quelli che ai colloqui di lavoro vengono respinti perché hanno il curriculum troppo lungo, e “troppe qualifiche”*.

Rendendosi conto di aver commesso una gaffe piuttosto grave, il Ministro del Lavoro ha fatto marcia indietro.
Non ha detto nulla del genere, se l’ha detto è stato frainteso.
Ed ha aggiunto… Continua a leggere