strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


13 commenti

La strada verso le stelle

Qualche giorno fa mi è stato segnalato un articolo scritto da Alastair Reynolds, e pubblicato sul sito della reuters.
Lo trovate qui.
Leggetelo.

Fatto?
Bene.

Il pezzo di Reynolds è una equilibrata – anche se un po’ freddina – analisi delle implicazioni della Teoria della Relatività per il viaggio spaziale.
L’iperspazio non esiste – questo sembra confermato da ogni nuovo esperimento.

Dreams of warp drives and hyperspace are just that — dreams.

Arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima richiede un sacco di tempo.
E chi ha la voglia, i soldi e la motivazione per spenderlo, tutto quel tempo?

hubble_anniv_adds_01

L’articolo di Alastair Reynolds si intitola Will Humanity Ever Reach the Stars?

E io sarei quasi tentato di rispondere, Define Humanity. Continua a leggere


7 commenti

Chiacchiere, idee, storie, e la Nuova Frontiera

Chiedevo ieri, in maniera assolutamente retorica, alla mia amica Chiara, com’è che quando siamo sovraccarichi di lavoro, allora e solo allora ci vengono le idee migliori.
Perché succede.
A me, a lei, a un sacco di persone che conosco.
E si è giunti alla conclusione che tale è la natura delle cose*.

Quasi nelle stesse ore, mi ritrovavo invece a chiacchierare con la mia amica Marina riguardo a questo:

Che ammettiamolo, sulla carta non pare male, ma ha lasciato ad entrambi alcuni dubbi. Continua a leggere


80 commenti

Rosso, desolato e meraviglioso

Non ne hanno parlato in molti, molti di coloro che ne hanno parlato hanno detto sciocchezze.
RAI 3 ci aveva blanditi, promettendo una copertura completa delle ultime fatidiche ore prima dell’atterraggio.
Ma poi non hanno fatto nulla.

Ci sono altre cose per aria, naturalmente.
Cose importanti assai.
Ci sono le Olimpiadi, naturalmente.
C’è lo Spread sempre in agguato.
C’è la Crisi la Crisi la Crisi, e tutti sono a casa a sperare che non pensandoci vada via, ma non riescono a pensare ad altro.
Alla Crisi ed ai Soldi.
Il che ci riporta alle Olimpiadi, con quegli atleti che guadagnano così tanto e, curiosamente, all’unico dato che tanta stampa ha pensato fosse il caso di sottolineare.

La missione Curiosity è costata ventisei 2.5 miliardi. Continua a leggere