strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


25 commenti

Perché non leggerò il tuo ebook

noNo, non leggerò il tuo ebook, e questi sono i motivi…

  • Non leggerò il tuo ebook perché, se è a pagamento, costa troppo caro,
  •  … se è gratis, vuol dire che non vale nulla (ma comunque l’ho scaricato uguale).
  • Non leggerò il tuo ebook perché è in un formato che il mio ereader vintage non legge.
  • Non leggerò il tuo ebook perché preferisco aspettare che esca il prossimo.
  • Non leggerò il tuo ebook perché leggere a schermo mi stanca.
  • Non leggerò il tuo ebook perché non mi piace la copertina.
  • NOn leggerò il tuo ebook perché mi aspettavo che me ne regalassi una copia.
  • Non leggerò il tuo ebook perché non sapevo che fosse uscito.
  • Non leggerò il tuo ebook perché se l’avessi scritto io l’avrei scritto meglio.
  • Non leggerò il tuo ebook perché io boicotto Amazon.
  • Non leggerò il tuo ebook perché vuoi mettere Vonnegut?
  • Non leggerò il tuo ebook perché gli autori indipendenti pubblicano solo porcherie,
  •  … e se il tuo libro valesse davvero qualcosa un editore vero disposto a pagarti per pubblicarlo l’avresti trovato.
  • Non leggerò il tuo ebook perché non ti ho mica chiesto io di scriverlo.
  • Non leggerò il tuo ebook perché leggendolo non farei punti con quelli giusti.
  • Non leggerò il tuo ebook perché io amo l’odore della carta.
  • Non leggerò il tuo ebook perché sei un sinistronzo.
  • Non leggerò il tuo ebook perché tu non hai letto il mio.
  • Non leggerò il tuo ebook perché ho una lunga lista di lettura di libri che non intendo leggere.
  • Non leggerò il tuo ebook perché ho cose più importanti da fare.
  • E soprattutto, non leggerò il tuo ebook perché odio l’idea che tu l’abbia scritto e pubblicato e possa ricavarne una minima soddisfazione.

Detto ciò, se voleste leggere un ebook, potreste dare un’occhiata ad Avventurieri sul Crocevia del Mondo – l’ebook che vanta milioni di altezzosi non-lettori.


17 commenti

Giornata del Post Banale – un annuncio

postbanaleRicordiamo ai nostri lettori che il 13 marzo sarà la Giornata Nazionale del Post Banale – la ghiotta occasione per tutti i blogger per infliggere ai propri lettori un po’ di banalità sfuse, idee trite e atteggiamenti stupidamente populisti, al fine di ottenere un picco nelle visite e abbondanti “Mi Piace”, retweet e condivisioni su Facebook.

Non perdetevi questa occasione per leggere (e scrivere) qualcosa di assolutamente inutile.

strategie evolutive partecipa a questa iniziativa: il 13 Marzo, La Giornata del Post Banale.

Per molti, sarà un giorno come tutti gli altri.


24 commenti

My mind to me a kingdom is

Questo post è per i ragazzi e le ragazze della MoonBase...

Ancora pulp per il finesettimana.
Ci sono un paio di memi che circolano, qui nel Braccio C della blogsfera, al momento.
In uno, gli scribacchini mostrano al mondo quali sono le loro personali ossessioni scrittorie, quegli elementi che si sentono quasi in dovere di dover inserire nelle proprie storie.
Dall’altra, in dichiarata reazione all’accusa, spesso reiterata, di fuga dalla realtà, molti stanno presentando dei piccoli tour del loro personale mondo immaginario, della realtà fittizia che occupa una parte del loro mondo, e nella quale conducono parte della loro vita intellettuale.
Strana gente, eh?
Ma d’altra parte, perché pensate ci tengano qui nel Blocco C?

E così, in vista del mio mood pulp (Tarantino astenersi), vi faccio fare un giro del mio mondo – che contiene anche alcune delle mie ossessioni.

Accomodatevi… Continua a leggere


12 commenti

Tema: le mie vacanze hentai con Tolkien e Cthulhu in cosplay

Questo breve post ha lo scopo di aiutare tutti i gestori di blog là fuori ad aumentare il traffico sulle proprie pagine.

Risulta ormai dolorosamente evidente, infatti, che indipendentemente dalla qualità o meno dei nostri contenuti, l’indicizzazione delle pagine da una parte e gli interessi, diciamo molto settoriali dei nostri connazionali, fanno sì che la presenza di alcuni termini nel nostro post – o meglio ancora nel titolo del nostro post e nei tag – garantiscano al medesimo una elevata visibilità.

Ovvero un sacco di click.

Tema:
da solo, sembra sufficiente a dirottare verso il nostro blog un numero stravagante di connessioni, per lo più a partire dalle scuole medie e (snervante ammetterlo) superiori.

vacanze
un altro classico, che accoppiato col precedente garantisce un picco vertiginoso tra settembre ed ottobre. Ideale per riprendersi dalla morta di agosto.

hentai
certe cose non passano mai di moda

Tolkien
esistono persone, là fuori, che monitorano la rete in cerca di istanze di questo non troppo diffuso cognome anglosassone, una specie di colossale ECHELON in elfico.

Cthulhu
non avevamo dubbi.

Cosplay
non fatevi illusioni: vogliono solo le fotografie

Da cui, la stringa definitiva per il picco di traffico assoluto

Tema: le mie vacanze hentai con Tolkien e Cthulhu in cosplay

Successo garantito.

Con un saluto speciale a icittadiniprimaditutto.


12 commenti

Devo cominciare a preoccuparmi?

Il titolo sulla prima pagina de La Repubblica di oggi mi scatena un brivido crudele

La verità di Vasco
“Io idiota geniale
Facebook è il mio bar”

No, non è l’idea che Vasco Rossi si vada configurando come l’Adriano Celentano del web, a farmi rabrividire.
Né è la straordinaria modestia dimostrata nell’aggiungere l’aggettivo “geniale” all’indiscutibile sostantivo che lo precede.

No, la cosa che mi terrorizza è che il musicante utilizzi la metafora del bar per descrivere la propria presenza web.

Dove lo avevamo già sentito?

Ora, le possibilità, da come la vedo io, sono tre…

  1. Vasco ha cominciato a pensare come me, ma con diciotto mesi di ritardo.
  2. Io penso come Vasco (da cui i brividi), ma sono avanti di diciotto mesi (il che è un sollievo).
  3. Vasco legge il mio blog – nel qual caso lo ringrazio per la preferenza accordataci.

Ma continuo ad avere i brividi.