strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


10 commenti

Cinque post per l’ambiente – Foresight

Cinque post a tema ambientale in attesa del Festival del Paesaggio Agrario di Vaglio Serra, ed ormai siamo agli sgoccioli, perché cadrà questo weekend.

Abbiamo visto come la biodiversità accresca la resilienza dell’ambiente in cui viviamo, e come sia possibile lavorare sulla biodiversità sia in ambito semi-naturale (con la permacultura) sia in ambito pienamente selvatico (col rewilding).

Ora, in attesa del World Café di domenica 22, parliamo di qualcosa di leggermente diverso.
Qualcosa che non è strettamente legato all’ambiente, ma che in ambito ambientale ha dato risultati eccellenti.
Parliamo di Foresight.
E di Foresight Ambientale in particolare.
Parliamo insomma, di prevedere il futuro.

No, ok, non si tratta di prevedere il futuro.
Si tratta di essere consapevoli del fatto che il futuro non si può prevedere – per lo meno non col livello di dettaglio che ci piacerebbe – ma che possiamo avere alcune certezze, sul futuro, e lavorare su quelle.
Seguitemi…
Continua a leggere


6 commenti

Cinque Post sull’Ambiente – Rewilding

Cinque post sull’Ambiente, in attesa del Festival del Paesaggio Agrario, che si terrà a Vaglio Serra (finché dura, Provincia di Asti) dal 20 al 22 Luglio prossimi.
Cinque post che saranno poi sette, ma di questo parleremo più avanti.

La permacultura, lo abbiano visto, mira a reintrodurre la biodiversità nella nostra agricoltura a piccola scala, allo scopo di accrescere la resilienza.
Quando proviamo a fare qualcosa di simile alle aree incolte, il termine che si utilizza è rewilding.
Che ancora una volta pare una faccenda complicata, ma non lo è.

In prima battuta, per rewilding, nella sua accezione originaria, si intende il riportare gli ecosistemi alle loro condizioni originarie – reintroducendo quelle specie che l’attività dell’uomo ha portato all’estinzione, intaccando le reti di interconnessione ecologiche.

Il rewilding lavora sulle isole di biodiversità – quelle aree nelle quali è presente una associazione ecologica definita, distinta dalle associazionic ircostanti e in qualche modo isolata.
L’idea è di rafforzare le specie principali (favorendone la crescita), reintrodurre i grandi carnivori (solitamente i primi a venire eliminati dalla scena per attività antropica) e creando corridoi che mettano in comunicazioni aree (isole) diverse.

Complicato?
Meno di quanto sembra.

Continua a leggere


16 commenti

Cinque Post sull’Ambiente – Permaculture

Cinque parole chiave per l’ambiente, in attesa delle giornate del Festival del Paesaggio Agrario di Vaglio Serra – con Signora in Verde come nostra consuetudine, a segnalare che siamo qui a parlare di ambiente.
E ne approfittiamo per annunciare che probabilmente i post diventeranno sei, visto che mano a mano che le cose si sviluppano, altre idee ed altri concetti assumono una certa importanza.
E chissà, poi magari ne faremo un allegro articolo, o un agile volumetto – o entrambe le cose.
Ma per intanto…
Abbiamo parlato di biodiversità e di resilenza, è ora di parlare di Permaculture.
Permacultura, in italiano.

Permacultura è una parola che sta lentamente diventando di moda.
In attesa che se ne impossessino le riviste patinate e comincino a discuterne le signore dal parrucchiere, vediamo di darne una definizione non ortodossa, ma, speriamo, utile ad orientarci.

La Permacultura è la pratica in cui noi sfruttiamo la biodiversità al fine di accrescere la resilienza, la qualità e la produttività del nostro orto.

È più una questione di buon senso che di accademia, più una questione di design che di ecologia – è relativamente facile, poco costosa, spesso controintuitiva, ed ha degli effetti sorprendenti.

Allora, vediamo di riassumere i principi base in un’altra frase concisa ma chiara…

Ridurre il dispendio di energia e la quantità di lavoro, impostando il nostro habitat personale in maniera da ottimizzare i consumi, ridurre gli sprechi e accrescere la qualità della vita.

Sembra un programma politico, ma lo possiamo applicare al cortile di casa – o al terrazzo del nostro alloggio.
Ed è anche questo, il bello – l’approccio permaculturale può cominciare molto in piccolo, dal nostro terrazzo, appunto, e con un po’ di fortuna diffondersi ad una comunità.

Ma nello specifico, di cosa si tratta? Continua a leggere


15 commenti

5 post sull’ambiente – Biodiversità

La premessa – si sta preparando il Festival del Paesaggio Agrario, Quarta Edizione, che coinvolgerà la popolazione delle colline qui dove vivo in una tre giorni di conferenze, eventi e riflessioni.
Ve ne parlerò più estesamente nelle prossime settimane.
Perché come parte della spinta per il Festival, mi sono impegnato a fare cinque post a tema ambientale.

I cinque post ruotano attorno a cinque parole, che saranno anche le cinque parole chiave di un corso – aperto a tutti ma diretto soprattutto agli amministratori pubblici dei piccoli centri agricoli – che vorrei tanto mettere in cantiere per l’autunno prossimo.
Anche di questo, vi parlerò più estesamente più avanti.
Le cinque parole-chiave sono

  • Biodiversità
  • Resilienza
  • Permaculture
  • Rewilding
  • Foresight

Oggi cominciamo con un post sulla Biodiversità. Continua a leggere