strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


18 commenti

Il Leone del Punjab

È l’ora di cena, in una sera d’estate a Jullunder, India.
Gli ufficiali britannici sono nella tenda della mensa, in attesa che venga servita loro la zuppa.
I militari parlottano tra loro.
Entra un tizio, dà un paio di colpi di tosse per attirare la loro attenzione e dice

Gentiluomini, mi dispiace di avervi fatto attendere per la cena, ma ero impegnato a impiccare i vostri cuochi.

I cuochi, a quanto pare, avevano avvelenato la zuppa.
O così aveva sospettato quel tizio, che aveva perciò opportunamente preso i cuochi, e ordinato loro di assaggiare la zuppa. Quando quelli si erano rifiutati, e lui ne aveva fatto servire un piatto ad una scimmia.
Scimmia morta, cuochi impiccati.
Era il 1857, la rivolta dei Sepoy era cominciata.
Il Capitano John Nicholson aveva 34 anni, era un buon cristiano ed era convinto di avere dei poteri di preveggenza.
Il che, considerando il destino della scimmia, e dei cuochi, forse non era poi del tutto sbagliato. Continua a leggere