strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


2 commenti

L’hamburger di Hemingway

Estate, tempo di grigliate.
E di cibo disordinato.
Non è sempre caviale, e questo lo sappiamo, e può capitare, spulciando siti improbabili, di trovare ricette improbabili.
Possibile che The Paris Review abbia davvero pubblicato la ricetta dell’hamburger più gradito a Ernest Hemingway?
Possibile.

Ernest-Hemingway_2180155b

Ed è quasi una impresa di archeologia gastronomica, metterlo assieme.
Però suona… interessante. Continua a leggere


14 commenti

Hamburger

La risposta al primo post della nuova serie Non è sempre caviale è stato a tal punto entusiastica (33 commenti) da garantire la prosecuzione del progetto.
Ma d’altra parte i commenti dei surfisti sono stati tali da causare non poca preoccupazione.
A fronte di una semplice lista di minimi indispensabili per affrontare un’emergenza culinaria – ricordate, mettere insieme un boccone in trenta minuti – abbiamo assistito al sorgere del confronto fra partito della cipolla e partito dello scalogno, abbiamo scoperto l’esistenza di piatti della cucina tradizionale italiana con nomi che paiono presi dalla mappa dell’Era Hyboriana, l’autore del post è stato invitato ad impastare cavatelli pugliesi alla disperata per impressionare una eventuale ospite inattesa, ed infine – molto howardianamente – ci è stato preannunciato il crollo della civiltà occidentale a causa del vino in brick.
E non uno spaghetto aglio, olio e peperoncino a pagarlo.

È dolorosamente evidente che là fuori c’è gente che ha bisogno di tornare alle basi.
E cosa c’è di più elementare di un hamburger?

Continua a leggere