strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

Aspettando il 2009

Crisi globale.
Lavoro che vacilla.
Caos.
Il neofeudalesimo che avanza…

C’è per lo meno un buon motivo per aspettare il 2009.
Charles Ardai, l’ex bimbo d’oro della new economy che si è abilmente saputo riciclare nell’editoria popolare varando la Hard Case Crime, ha annunciato per l’anno a venire illancio di una nuova collana, ispirata ai vecchi pulp avventurosi per i quali- dovrebbe ormai essere noto – ho sempre avuto un debole.

These books are for anyone who grew up reading H. Rider Haggard and Edgar Rice Burroughs or watching Harrison Ford wield his bullwhip at the movies. We’re talking classic adventure fiction, complete with horses, snakes, shovels, pickaxes, torches, traps, bottomless pits, barroom brawls, jungles, jewels, and just about everything else that’s ever made your heart beat faster.

La serie verterà sulle avventure di un tale Gabriel Hunt, esarà composta di romanzi scritti da autori diversi ma che – fedelmente al cliché della vecchia scuola – verranno pubblicati anonimamente, e l’unico nome sulla copertina sarà appunto quello di Hunt.

Il lavoro di scrittura verrà comunque affidato ad una lista piuttosto succosa di autori – Christa Faust, David J Schow, James Reasoner, Nicholas Kauffman e Charles Ardai medesimo (che ha spazzolato alcuni premi come autore – sia col proprio nome che sotto pseudonimo).
Considerati gli standard qualitativi fin qui mantenuti da Hard Case, si può tranquillamente credere che anche il prossimo progetto soddisferà le aspettative dei fan.
Certo la copertina in preview promette molto bene.

Gabriel Hunt’s initial adventures are expected to take him to Borneo, Guatemala, Turkey, Egypt, Antarctica, and the Kalahari Desert. He is currently getting his shots.

Non ci resta a questo punto che aspettare l’anno che verrà.
Con fiducia.