strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


10 commenti

Un gioco che facevamo una volta

Ok, questo non è il post che avrei voluto fare, perché nonostante mi fossi impegnato a farlo su un blog qui vicino poi alla fine non ce l’ho fatta, e quindi questo è un rimpiazzo, scritto di getto, e comunque connesso all’argomento che avrei dovuto trattare ma non tratto.
O qualcosa del genere.
Sì, è stato quel tipo di giornata.

Da dove cominciare?
Ma sì, dal 1971, e da un libro dei Monthy Python in cui si parlava di un gioco chiamato Drabble (ovvia parodia dello Scrabble, il nostro Scarabeo) nel quali il primo che scrive un romanzo vince.
Per comodità, si era deciso che cento parole erano sufficienti alla classificazione di “romanzo”, che mica avevano tempo da perdere.
Da quest’idea storta dei Python, degli sciroccati di Birmingham (che una mia cara amica, oh, così tanti anni or sono, definì coloritamente “l’ascella dell’universo”) inventarono il drabble, che stando a Wikipedia… Continua a leggere


15 commenti

Un campionario di opzioni – Nascerà una Strega

Un post piuttosto specifico per il piano bar del fantastico.
Il mio amico Hell Graeco, che sta giù nel braccio degli Incorreggibili, sostiene di non aver mai gradito granché il racconto Nascerà una Strega, di Robert E. Howard, ed in generale ha un atteggiamento piuttosto critico riguardo alle capacità autorali del buon Two Guns Bob.
Su alcuni punti, insomma, non concordiamo.

Ora, naturalmente esistono questioni di gusti e personali inclinazioni che non sono argomento di discussione.

Resta tuttavia il fatto che Nascerà una Strega, storia minore del ciclo di Conan, rimane molto in alto nel mio personale elenco delle storie di Howard.
Non perché sia particolarmente bella, ma perché è estremamente importante.
Una storia minore.
Non eccelsa.
Ma meriteole di essere letta per un certo numero di ottime ragioni.
In realtà non parleremo di una storia, ma di due.
Ma non sarà male.
Vediamo…

Continua a leggere