strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


25 commenti

Perché Lo Hobbit è meglio – una top five

OK, suicidiamoci.

Questo post è in parte ispirato al post di ieri del mio amico Ferruccio Gianola.

Ora, sia ben chiaro che considero Il Signore degli Anelli una lettura imprescindibile, se non per altro, per l’ombra lunga che ha gettato su tutto un genere.
Ma a conti fatti, preferisco Lo Hobbit.
E questi sono i cinque principali motivi:

a . è maledettamente più breve
Io Il Signore degli Anelli, la prima volta, l’ho letto in una settimana, ma il punto non è questo.
Lo Hobbit è più economico – non nel senso che costa meno a stamparlo perché ha meno pagine, ma nel senso che in termini narrativi riesce a darci una storia compiuta, relativamente complessa, che include un mondo meraviglioso e leggendario in… un sesto scarso rispetto alla trilogia?
Aggiungiamo a questo che la piccola scala de Lo Hobbit non inficia assolutamente la narrazione di una storia che, nel piccolo, tocca praticamente tutti i punti salienti e i temi portanti della trilogia.
Una bella giocata, insomma.

b . è scritto meglio
No ok ok, lo so, lo so, avete letto Il Signore degli Anelli e avete pianto.
Anch’io.
E anche Tolkien, quando arrivato a metà corsa – per sua stessa ammissione, leggetevi le lettere – non sapeva più da che parte andare.
Non solo trovo il linguaggio de Lo Hobbit meno artefatto, ma l’esecuzione è più elegante.
Molto dell’umorismo ne Lo Hobbit è volontario, e non involontario.
In fondo, Lo Hobbit è un romanzo – Il Signore degli Anelli è una realtà virtuale.

c . no frigging elven poetry
Enough said.

La Pipa di Tolkien

d . niente mattarello
Quando ci si metteva, Tolkien era un vecchio luddista che se avesse potuto si sarebbe acceso la pipa sfregando due legnetti come nel neolitico, e i suoi pistolotti su quanto sia brutto tutto ciò che puzza di Età dei Lumi o, peggio, di Rivoluzione Industriale, sono una valanga di risate (se pensate alla nostalgia che si può provare per un’epoca senza penicillina e con una aspettativa di vita media di trent’anni, o ridete o…).
Anche ne Lo Hobbit si immagina un passato da Merrie Englande che non è mai esistita, ma la mano dell’autore è infinitamente più leggera.

e . niente fan deliranti
Lo Hobbit non ha talebani.
Se vi servono spiegazioni di questo punto, verificate i commenti di questo post… mah, dodici ore dopo che sarà postato.

Ma comunque non disperiamo.
Sono praticamente certo che l’uscita della trilogia (eh?!) di film su Lo Hobbit fatti da Peter Jackson riusciranno per lo meno a annullare il punto e.

E se vogliamo metterci un extra come in tutte le mie top five…

f . no frigging Tom Bombadil
No, voglio dire…


… e poi venite a dirmi che Lo Hobbit è “una favoletta”.