strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


11 commenti

Il Taoista più veloce del West

Un post curioso, che ne riprende un paio appena pubblicati.

Nulla va mai secondo i piani, si diceva, citando gli Styx… beh, ripetiamolo.
A dodici ore dalla cancellazione, abbiamo raggiunto il numero minimo di partecipanti per il mio corso sulla filosofia taoista.
Ne sono felicissimo.
Il che naturalmente significa che ho 24 ore scarse per ripulire gli appunti, stampare gli handout, preparare le slide (vanno bene le vecchie? aggiungo qualcosa?) e ripassare il mio numero.

Significa anche sei settimane di viaggi in treno e traversate in tram, con tutta l’avventura connessa.

E ne sono felicissimo!

La cosa interessante, naturalmente, è che il fatto di pagarmi la pizza spiegando la visione della Natura secondo i cinesi del 6° secolo è in fondo una scheggia di quei futuri possibili di cui si parlava giorni addietro.
Il numero cinque, se ricordo correttamente.
Che sia dunque vero che avere un’idea di dove si vuole andare ci aiuti a raggiungere quel posto?
Insomma, che non si tratti esattamente di pipe dreams, alla fine…

Lo diceva anche Buckaroo Banzai, dopotutto

Wherever you go, there you are!

Il corso sarà una buona occasione per revisionare e testare il materiale – che poi non mi dispiacerebbe offrire a prezzi popolari come corso online.
Ma anche quello, è un futuro possibile del quale parleremo successivamente.