strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


3 commenti

(Non) Dieci Libri #15 – Len Deighton

Onestamente non ricordo quando è stata la prima volta che ho letto The IPCRESS File, il romanzo d’esordio di Len Deighton. Da qualche parte verso la fine del liceo, tanto per cambiare – leggevo un sacco, all’epoca.
Leggo un sacco ancora adesso.
Di sicuro avvevo già visto il film che Sidney J. Furie aveva tratto dal romanzo nel 1965. E sì, erano gli anni del liceo.

Vedete, in quell’epoca oscura, IL franchise di riferimento, la serie di cui tutti parlavano, ed aspettavano il prossimo film, ed avevano letto i libri, e giocavano al gioco di ruolo, non era Guerre Stellari (tre film, una serie di libri che da noi non avevano tradotto, e poi più niente) o Star Trek (una serie, un paio di film con degli attori vecchi e sovrappeso). No, all’epoca IL franchise, quello sul quale i fan si accapigliavano, era James Bond 007. Connery o Moore?, si domandavano i fan. Timothy Dalton? Davvero?
Ma a me Bond non faceva impazzire – sì, OK, mi era simpatico Roger Moore, Solo per i tuoi occhi è un gran film, io avevo visto IPCRESS, e dopo IPCRESS, era palese che Bond non si impegnava abbastanza.

Continua a leggere


Lascia un commento

Harry

La questione Blofeld/Fleming discussa in appendice al post precedente và a collidere con pensieri spionistici che le recenti vicende torinesi di violenza e ristorazione metropolitana hanno (per tortuosissime connessioni) evocato.
Domani, credo, farò un post sul perché io mi senta a mio agio snobbando il Menù di San Valentino del ristorante del Cambio.
È una storia un po’ complicata, fatta di spie (ecco il riferimento) e pomeriggi provenzali.

Ma per ora, il sole è tramontato, il weekend comincia.

E allora, un po’ di musica.
John Barry, il tema di The IPCRESS File.

Se non ci fosse stato Harry Palmer, io non avrei mai imparato a cucinare.

Powered by ScribeFire.