strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


2 commenti

Qualcosa su Jack

Domenica prima di Halloween, vi segnalo una lettura diversa dal solito.

Il blog Radjack – che è poi gestito da mio fratello* che ha l’hobby della ripperologia** – ha appena pubblicato un lungo articolo su uno degli aspetti meno noti della vicenda di Jack lo Squartatore.

Fonti non verificate, affermano che la quarta vittima di Jack the Ripper conoscesse l’identità dell’omicida di Whitechapel.
L’articolo è lungo, corredato da mappe interattive e altre amenità.
E solleva un paio di interessanti domande.
Buttateci un occhio, e buona domenica.
————————————————————–
* Sì, questo è uno squallido atto di nepotismo. Segnalatelo ai vostri contatti su Facebook.
** Non ho mai detto che noi si fosse una famiglia banale.


13 commenti

Avere uno scopo è importante

Questo è uno di quei post che io faccio sostanzialmente perché se le cose si fanno in pubblico, poi tirarsi indietro diventa difficile.
E va in onda a reti unificate – nel senso che oggi va su anche un post molto simile su Karavansara.

tea_girl_thumbOra, nel 2009 ero stato invitato a partecipare alla Worldcon di Yokohama – il bello di avere degli amici in Giappone, alcuni dei quali scrivono.
E la cosa pareva abbastanza definita.
Poi, la morte improvvisa di mia madre mandò a monte tutti i piani.

Worldcon_71_LoneStarCon_3_logoDecidemmo di pianificare a lunga scadenza.
Quest’anno, col mio dottorato in tasca e – ipoteticamente – un lavoro a fornirmi un reddito stabile, avrei dovuto raggiungere i miei amici in Texas, dove proprio in questi giorni si è conclusa la Worldcon 2013, o se preferite, la LoneStarCon 3.
Ma poi la mia carriera accademica ha subito una battuta d’arresto, le mie finanze hanno preso una piega pessima e si sono aggiunti parecchi altri intoppi.
E così anche quest’anno ho bucato la Worldcon.

LONCON3_logo_270wL’anno prossimo, la Worldcon sarà dal 14 al 18 di Agosto, a Londra.
Loncon 3.
Praticamente sulla porta di casa.

E così mi sono detto – che diavolo, perdersi la Loncon 3 sarebbe davvero da idioti.
E certo, lo dicevano gli Styx, Nothing Ever Goes as Planned.
E la situazione economica resta quella che è.
Però…

Io di quelli che scrivono per passione o perché è un divertente passatempo non ne posso più.
Io scrivo perché lo so fare, e lo so fare bene.
E allora non sarebbe bello, riuscire a pagarmi la Loncon 3 con i proventi delle vendite dei miei ebook?

Per cui, questo è il piano.

  • Scrivere.
  • Pubblicare.
  • Vendere.

E vedere fin dove riesco ad arrivare – in termini di chilometri, di notti al riparo, di cene, di ingressi e tragitti in metropolitana.

Perché scrivere è un lavoro.
Ed un lavoro non lo si fa per i soldi – ma per ciò che i soldi possono comprare.

Ecco, ora la dichiarazionedi intenti è pubblica.
Torniamo al lavoro.

begging bowl smallAh, già… mi hanno anche consigliato di mettere un bottone per le donazioni di PayPal, “Aiutate Davide ad andare alla Loncon”.
Mi hanno detto di metterlo sul mio blog in inglese.
Qui, mi hanno detto, incasserei solo l’etichetta di barbone, e quella ce l’ho già.