strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


1 Commento

Perché così era nei tempi antichi: Phantasmagoria

L’uscita del terzo numero di Phantasmagoria, Special Edition è stata una piacevole sorpresa con lal quale celebrare Halloween e le due settimane di isolamento imposte dall’attuale stato delle cose. Perché se dobbiamo restare chiusi in casa mentre fuori dalle nostre finestre la campagna è silenziosa, desolata e angosciante, tanto vale farlo con qualcosa di buono da leggere.

E poiché non ve ne ho mai parlato prima, ve ne parlo adesso – perché siamoq ui anche per segnalare buoni libri da leggere. E riviste.

Continua a leggere


2 commenti

All’Insegna dell’Uomo Verde

“The Green Man”, antica stazione dellaposta sulla strada per Cambridge trasformata in elegante ristorante e albergo di charme, è infestata: il dottor Underhill, medico del ‘600 al quale venne rifiutato un funerale cristiano per via dei suoi strani esperimenti e dell’accusa, mai confermata, di aver accoppato la moglie, vaga ancoraper le stanze dell’antica locanda.
L’ultima a vederlo è stata una cameriera, nel 1850.
È passato ben più di un secolo.
Maurice Allington, cinquantenne narcisista marinato nello scotch, vittima di uno strisciante delirium tremens e attuale proprietario del Green Man, ha altri problemi.
Per Maurica al momento il principale problema è come riuscire a portarsi a letto la propria moglie e la propria amante, possibilmente insieme.
Tutto il resto passa in secondo piano: la morte improvvisa in circostanze misteriose del padre di Maurice, i problemi di comunicazione con la figlia quattordicenne Amy, la gestione del ristorante, persimno la strana donna dai capelli rossi in abiti seicenteschi che Maurice incontra sulle scale, e che nessun altro vede.
Perché forse al Green Man i fantasmi sono due.
E poi, una notte, Thomas Underhill si manifesta a Maurice, per chiedere il suo aiuto e in cambio “materializzare tutti i suoi desideri”.
Un’offerta imperdibile da parte di un uxoricida morto da secoli in odore di stregoneria e diabolismo.
Cosa potrebbe mai andar male? Continua a leggere


7 commenti

Un gotico che non sia stato tradotto

Questo è un post del piano bar del fantastico.
Qualche giorno addietro, il mio amico Alessandro Defilippi mi ha chiesto

Un bel gotico in inglese inedito in Italia?

raven-tombstoneE non è una richiesta facile.
In primo luogo perché negli ultimi tempi ho letto prevalentemente vecchie storie, per ciò che riguarda l’orrore sovrannaturale, andando a scavare in raccolte di materiale pubblicato fra le due guerre.
Secondariamente, perché leggo meno orrore di un tempo – sarà la vecchiaia che avanza.
E per finire c’è la questione del “gotico” – che non è necessariamente horror, ma indica possibilmente qualcosa di più, qualcosa di diverso… più atmosfera e meno babau.

E d’altra parte, se voglio poter dire I’m the piano man, devo saper rispondere anche a queste richieste, vero?
Al limite barando.
Continua a leggere