strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


13 commenti

La contrazione degli utili

C’è un bel dibattito in corso, avviato giorni addietro da Leo Grin sul blog Big Hollywood, con un post dal delicato titolo The Bankrupt Nihilism of Our Fallen Fantasists.

La tesi di Grin, che si può in parte condividere ma merita una discussione approfondita, è che il recente trend di romanzi fantasy antieroici e “ironicamente revisionisti” stia danneggiando il genere, e vada ad inserirsi in un processo di inarrestabile decadimento della cultura occidentale.
Tolkien e Howard, dice Grin, avevano una morale soggiacente i rispettivi lavori, che rendeva la frequentazione del fantasy un’esperienza costruttiva e positiva. Scrivevano storie con eroi che si potevano prendere ad esempio.
Leggersi certe cose che escono oggidì, dice Grin, è un viatico nichilista per l’abbrutimento.

Il post incriminato ha suscitato parecchie risposte, che si trovano riassunte in un post di Matthew David Surridge, comparso oggi su Black Gate, dal delicato titolo The Decline and Fall of Bankrupt Nihilism.

In tutta la faccenda, ammetto di essere abbastanza allineato con le posizioni di Surridge, ma la cosa è piuttosto complicata.

Continua a leggere