strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


5 commenti

Per un immaginario consapevole

16115379Quasi a farlo apposta, mi arriva una copia di The Treasury of the Fantastic, di David Sandner e Jacob Weisman, pubblicato l’estate passata dalla benemerita Tachyon Books.

Quasi a farlo apposta, perché questo volume splendido, con una bellissima copertina, è praticamente la confutazione definitiva di qualunque discorso sullo status di serie B della narrativa fantastica.
Il volume curato da Sandner e Weisman allinea infatti una selezione straordinaria di testi fondanti dell’immaginario occidentale, pubblicati nel diciannovesimo secolo.
Quasi la base perfetta per un ipotetico corso sulle radici della narrativa d’immaginazione, sia in forma narrativa che in forma poetica.

Vale la pena di proporre l’indice completo del volume: Continua a leggere


21 commenti

Basato su una storia vera

Post scritto rubando ore al sonno – ma chi ha bisogno di dormire, di questi tempi?

Una serie di recenti esternazioni contro il fantastico, pronunciate da autori titolati e diffuse a scala nazionale da una rete RAI, mi portano a sacrificare volentieri questo tempo e fare un piccolo pork chop express.

snoopy72In due parole.
C’è un brutto programma televisivo che pretende di spettacolarizzare la scrittura adattandola al format del Talent Show – e sta in realtà facendo un pessimo servizio tanto a chi legge che a chi scrive.
I partecipanti alla trasmissione sono stati selezionati fra 5000 “aspiranti scrittori”, ciascuno dei quali ha inviato il proprio manoscritto.
Il manoscritto è stato letto, ed i più promettenti sono stati ammessi al circo della trasmissione vera e propria.

E qui emerge il fattore scatenante di questo post, l’affermazione relativa al fantasy

ne siamo stati sommersi e li abbiamo eliminati tutti senza pietà

Continua a leggere