strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


20 commenti

Incommensurabili cazzate meravigliosamente scritte

Luna Notturna
puoi soffrire per il sole calato, scomparso tanto lontano
ma poi arrivano corteggi di stelle, a far sfoggio di sè nei Cieli
e la luna notturna brilla in modo tale
che le persone in tal modo amano la luna
ma ciò non le trattiene, dal chiudere le porte
quando vanno a letto.

È una breve poesia di Wang Li, un poeta della dinastia Song, e mi pare una maniera abbastanza eccentrica per far partire questo pork chop express.

Il fatto è che, all’epoca in cui Wang Li scriveva, esistevano codificati 24 modelli di poesia cinese, illustrati in un testo di epoca T’ang noto come I Ventiquattro Stili di Poesia (sorprendente, eh?)
I 24 stili erano chiari e codificati, e non se ne poteva sfuggire.
Se scartavi da quelli, stavi scrivendo ciarpame – ed era un’epoca durante la quale scrivere ciarpame nel momento sbagliato o nel posto sbagliato poteva significare giocarsi la testa.

Continua a leggere


3 commenti

Non tutto il male…

6a00d8341c630a53ef010534e52c59970b-800wi.jpgPost di natura ambientale, con l’ormai tradizionale Green Lady a farci da madrina – perché a noi piace così.

Ora, naturalmente, la crisi ambientale non esiste.
O se c’è, ci fa bene.
Lo ha deciso il governo, ricordate…?

E stando al National Geographic, i nostri padroni potrebbero non avere tutti i torti, in seconda battuta.
Ammesso che stiano parlando del Sahel (e chissà di cosa parlano i nostri padroni…)
Stando alle foto da satellite dell’area sahariana scattate negli ultimi 20 anni, infatti, risulta che l’incremento di piovosità causato dallo shift climatico abbia portato ad un incremento delle aree verdi in alcune porzioni del deserto.

If sustained, these rains could revitalize drought-ravaged regions, reclaiming them for farming communities.

This desert-shrinking trend is supported by climate models, which predict a return to conditions that turned the Sahara into a lush savanna some 12,000 years ago.

Un bilanciamento della crescente desertificazione dell’area mediterranea, e che innesca – o rischia di innescare, o dovrebbe/potrebbe innescare – la contrapposizione politica fra sostenitori e critici del cambiamento climatico.
Poiché se per gli abitanti delle nazioni isolane l’aumento del livello del mare è unapessima notizia, e se la siccità è una pessima notizia per Italia, Spagna e Grecia, per le popolazioni del Chad e del Sudan l’aumento di piovosità potrebbe invece rappresentare una opportunità.

Now you have people grazing their camels in areas which may not have been used for hundreds or even thousands of years. You see birds, ostriches, gazelles coming back, even sorts of amphibians coming back

Ma pare che i politici siano in catalessi, e finora l’unico che abbia affrontato il tema è, guarda guarda, un autore di fantascienza – Norman Spinrad, col suo Greenhouse Summer (pubblicato come Condizione Venere da Urania).
Ma anche lì, sono trent’anni che Spinrad pubblica narrativa stimolante – anche se non adatta ai gusti di tutti – e che il pubblico italiano se lo fila poco.

Powered by ScribeFire.