strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

Paura & Delirio #32: Black Christmas

Ci sono tre film, che si intitolano Black Christmas, e sono costruiti più o meno sulla stessa premessa (anche se…), e tutti e tre i film hanno ricevuto, al momento della loro uscita, recensioni devastanti. Gene Siskel descrisse il film del 1974 come un inutile esercizio in brutalità, e la dimostrazione di cosa succede quando si ha un cast eccellente, ma non si dà alle attrici ed agli attori nulla di buono da fare.
Gene Siskel sbagliava, probabilmente.

E così, per Natale, noi di Paura & Delirio abbiamno deciso di parlare di tutti e tre i Black Christmas, riguardandoceli e poi ragionandoci su.

Al Black Christmas del 1974, un progenitore dello slasher movie che in Italia divenne “Un Natale Rosso Sangue”, fa seguito il remake del 2006, una piccola lezione di come non fare un remake, e poi il film del 2019, a tal punto controverso per i suoi contenuti politici da ricevere critiche negative “sulla fiducia” prima ancora che venisse pubblicato il trailer.

E noi parleremo di tutto questo, faremo S P O I L E R, e divagheremo parlando di Superman e di commedie romantiche, di regole e di come infrangerle, di come sia cambiato il pubblico, di cosa si possa imparare su noi stessi e sugli altri guardando versioni successive dello stesso film, e sì, anche di Jordan Peterson e di marciapedi di notte, e di un film “per sole donne” del quale gli uomini, pare, non dovrebbero parlare.
Ma non vi spiegheremo il finale, di nessuno dei tre film.
O forse sì.
Chi lo sa…?

Per intanto, buon ascolto


1 Commento

Paura & Delirio: 5000

Un post rapido ma necessario per festeggiare un traguardo importante: Paura & Delirio, il podcast (forse ve ne ho accennato in passato) che gestisco in società con la mia complice Lucia Patrizi, ha raggiunto i 5000 ascolti certificati, variamente divisi fra Mixcloud e piattaforme di streaming.

E mentre qui prepariamo le celebrazioni (restate sintonizzati), ne approfitto per riongraziare Lucia, per la pazienza dimostrata fin qui, e tutti i nostri ascoltatori ed i nostri fiancheggiatori.

G R A Z I E

È stata una bella corsa fin qui, e cercheremo di continuare a crescere nei prossimi mesi.

E qui è dove quelli bravi mettono il call to action: metteteci il like su Facebook, seguiteci sulla vostra piattaforma streaming preferita, spargete la voce fra i vostri amici (e soprattutto fra i vostri nemici), offriteci un caffé, cliccate sulla campanella, suonate la fisarmonica… tutto quel genere di cose.

E se farete una o tutte queste cose, noi ve ne saremo certamente grati.
Ma per il momento, ancora semplicemente grazie.


3 commenti

Paura & Delirio: Speciale Halloween

Dieci (10!) film.
È ciò di cui abbiamo deciso di chiacchierare con Lucia in occasione della Notte di Halloween – perché se hai un podcast che parla di film horror e fantastici, non puoi fare nulla di meno.
Per cui ci siamo dati un limite – venti minuti per ciascun film – e abbiamo preparato le nostre liste, cinque film a testa.

Lucia ha deciso di parlare di cinque film usciti dopo il 2000, ed io ho scelto cinque film usciti prima del 1970 – in questo modo, la varietà è garantita.
Ma non è detto che non ci sia una strana coerenza emergente, in queste due liste…

Lucia

  • Ginger Snaps
  • May
  • Trick’r’Treat
  • The House of the Devil
  • Ready or Not

Davide

E sì, quelli sono i titoli originali – scoprire i titoli italiani è parte del divertimento.
Tutti i film della mia lista sono disponibili gratuitamente su varie piattaforme – seguite i link; l’unico che vi dice male è Kuroneko, di Kaneto Shindo, che si trova su Archive ma senza sottotitoli. Ma ce n’è una copia splendida restaurata dalla Criterion su Amazon, ad un prezzo ragionevole, e ve la linko.

Inutile dire che nonostante i tempi stretti, siamo riusciti a divagare, a fare SPOILER, e persino un po’ di propaganda maoista.

L’episodio di Halloween di Paura & Delirio va in onda su Mixcloud in versione ExtraLarge – i dieci film, più un po’ di chiacchiere di apertura e in coda.
Per chi preferisce andare al sodo, nel pomeriggio renderemo disponibili i dieci mini-episodi da 20 minuti su tutte le piattaforme streaming che ci ospitano.

E quindi buon Halloween, non mangiate troppi dolci, e buon ascolto.
Noi siamo sempre in attesa delle vostre domande, che potete anche sottoporci anonimamente, in modo che i vostri amici non sappiano che ascoltate Paura & Delirio.


12 commenti

Ci sono domande?

Ma voi lo sapevate che l’acronimo A.M.A e la dicitura Ask Me Anything sono coperti dal copyright di Reddit?
Poi ovviamente la faccenda di chiedere ai follower di fare domande è una pratica consolidata, ma se ci piazzate quella sigla o quella dicitura esatta, Reddit potrebbe aversene a ridire.
Che strano futuro ci aspetta…

Ma la pratica, come si diceva, è consolidata, e così, mentre si chiude il primo semestre di Paura & Delirio, lo Speciale di Halloween va in postproduzione e ci avviciniamo alla fine dell’anno, ci è venuta questa idea – perché non fare un episodio speciale in cui rispondiamo alle domande dei nostri ascoltatori?

Ammesso che ci siano domande.
Che ci siano ascoltatori lo sappiamo dalle statistiche di ascolto, ma finora siete stati voi ad ascoltare noi – l’idea del podcast è quella, giusto?
Ecco, per il periodo delle feste ci piacerebbe capovolgere questa cosa.

Perciò, avete domande?
Per me, per Lucia, per entrambi come team?
Sul podcast, su singoli episodi, su varie ed eventuali?
Usate i commenti.
O commentate sulla pagina Facebook di Paura & Delirio (e magari metteteci un like, se non lo avete già fatto).
Noi raccoglieremo le domande e risponderemo.
Unica cosa, non chiamiamolo A.M.A./Ask Me Anything, che poi Reddit si arrabbia.


1 Commento

Paura & Delirio 23: Slither (2006) & un piccolo extra

Come dicono gli anglofoni, la ruggine non dorme mai. E noi neanche.
Distribuito in Italia col titolo di Una Fame da Paura (perché anche Los Titolistas non dormono mai) Slither (2006)è un piccolo horror in puro stile anni ’80 per qualche motivo girato solo negli anni 2000, capace di prendersi abbastanza sul serio da riuscire anche ad essere una commedia.
In piccolo paese della provincia americana Nathan Fillion ed Elizabeth Banks dovranno affrontare un pericoloso parassita alieno, sotto la guida del giovane James Gunn (sì, quello di Guardians of the Galaxy).

E noi naturalmente faremo S P O I L E R, per questo film che è anche un piccolo gioco di società, essendo assolutamente zeppo di citazioni, scene rubate e uova di Pasqua.
Buon divertimento!

Ma non è tutto. Poiché in questi giorni sto (anche) festeggiando i tre anni della mia presenza su Patreon, grazie alla collaborazione della mia complice Lucia ho appena postato un episodio speciale di Paura & Delirio in esclusiva per i miei sostenitori su Patreon. Il secondo episodio di questo genere – ne avevamo già fatto uno a Maggio.
E poiché noi su Patreon non parliamo necessariamente solo di horror, lo special è dedicato a un film d’avventura, con contorno di scarafaggi carnivori, ed una portata principale a base di maledizioni egizie.

Perché è bello essere miei sostenitori su Patreon.


1 Commento

Paura & Delirio #21: Train to Busan (2016)

Forse non sarà, come sostiene Edgar Wright, “il miglior film di zombie mai prodotto”, ma di sicuro Train to Busan, del 2016, ha iniettato nuova vita – si fa per dire – nei morti viventi, costruendo una storia che allinea tutti gli elementi tipici dello zombie-movie, ma sovvertendoli uno ad uno senza pietà.

In questa puntata di Paura & Delirio perleremo perciò di treni e di zombie, di genitori e figli, di famiglie, di manipolazione e rispetto del pubblico, di satira, di cosa renda diverso l’orrore coreano da quello giapponese, e di una decina di altre cose. Tra cui Brad Pitt.
Il tutto, facendo una valanga di S P O I L E R, ma senza spiegarvi il finale.
Perché noi valiamo, e voi anche.

Buon divertimento.


3 commenti

Paura & Delirio #18: Jack the Ripper (1988)

La prima vittima canonica di Jack lo Squartatore, Mary Ann Nichols, venne uccisa la notte tra il 30 ed il 31 agosto del 1888. Cento e trentadue anni dopo, ci siamo ritrovati nello spazio virtuale, Lucia Patrizi ed io, per parlare di Jack the Ripper, miniserie della BBC prodotta nel 1988, in occasione del centenario del Ripper per Paura & Delirio.
Una serie che ambiva quasi al titolo di docufiction, con materiale mai prima portato su schermo, ed un cast colossale che comprendeva Michael Caine, Lewis Collins, Armand Assante, Susan George, Jane Seymour ed una vagonata di bravi caratteristi britannici, la maggior parte di loro ad interpretare personaggi storici.

E per aiutarci a fare S P O I L E R su tutti e quattro i possibili finali che vennero girati (ed uno solo trasmesso – gli altri servivano a confondere la stampa … ed evitare spoiler), io e Lucia abbiamo pensato di coinvolgere mio fratello Alessandro, che come alcuni probabilmente ricordano è un ripperologo – una di quelle persone cioè che, per diletto – studiano i delitti dello Squartatore. Il suo contributo alla chiacchierata è stato illuminante – ed anche abbastanza macabro a tratti.

Questo atto di nepotismo senza precedenti mi impone anche di inserire qui un link per il blog di mio fratello, dove potrete trovare un migliaio di articoli e link e documenti sugli omicidi di Whitechapel.

Buon ascolto.