strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


9 commenti

Pitch

imagesUna cosa che condivido abbastanza spesso coi miei supporter su Patreon sono i pitch che mando agli editori.
Un pitch sarebbe la proposta preliminare, il messaggio che si spedisce a un editore per sentire se sarebbe interessato a pubblicare ciò che noi non abbiamo ancora scritto.
Mentre per i racconti brevi di solito un editore vuole leggere tutto il lavoro, per cose più voluminose è abbastanza normale utilizzare una forma abbreviata. Risparmiano tempo loro, e lo fanno risparmiare a noi.
Un high concept.
Una logline.
Una descrizione per sommi capi.
Un buon pitch si scrive in un pomeriggio. A volte gli editori chiedono anche una outline completa. e allora è un po’ più lungo, diciamno due o tre giorni.

Ad esempio, al momento sto finendo di lucidare un pitch per uno dei miei editori americani1, per vendergli una serie di dodici novelle. L’editore vuole il pitch per la serie, e l’outline dei dodici episodi. A seguire, spedirò il pitch per una trilogia al mio editore australiano2 – ma lui ancora non lo sa. Il pitch per l’Australia è già scritto, aspetto solo di consegnare il secondo romanzo che gli devo. Continua a leggere

Annunci


21 commenti

Un nuovo libro pieno di mostri

Allora, la cosa è andata così…
Come forse avrete notato, è uscito il trailer del nuovo film con Jason Statham (e Li Bingbing), tratto dal romanzo di Steve Alten MEG

… e io mi sono ritrovato a discutere con un’amica fieramente ambientalista riguardo al fatto che…

Oh, un fossile vivente! Uccidiamolo!

… non è proprio il massimo – nel senso che come scienziati, come biologi e paleontologi, noi la bestia la vorremmo studiare, possibilmente da viva, nel suo ambiente naturale.
E ne verrebbe fuori qualcosa di comunque avventuroso e pieno di azione, nel caso in cui la bestia fosse un colossale, aggressivo fossile vivente.
E a quel punto mi sono detto, beh, non è una brutta idea per una storia. Continua a leggere