strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


11 commenti

Nove Maestri, una Top Five (beh, ok…)

L’idea per questo post la rubo all’amico Alex Girola, che ha postato una sua lista di maestri su Plutonia Experiment.

È innegabile che per imparare a scrivere (anche un semplice tema sulle vacanze estive) è imortante leggere.
Come già osservato in passato, se leggere autori pessimi può essere uno stimolo a dimostrare di poter far meglio, è vero che leggere autori in gamba è una spinta amigliorare – oltre ad essere un campionario di opzioni, di strutture, di idee, di vocaboli.

Da tutti si impara qualcosa.
Ma alcuni restano più profondamente impressi, alcuni incidono di più.
Alcuni hannos critto libri che potremmo immaginare come manuali in un corso sulla scrittura attraverso la scrittura.

Quindi, non in un ordine particolare, una lista di autori con i quali sono in debito.
Se mai ho scritto qualcosa di buono, il merito è loro.

Continua a leggere


11 commenti

Con la radio accesa

Però gli piacevano i gatti, e ha scritto Il Grande Sonno, quindi gli vogliamo bene lo stesso.

Raymond Chandler scherzava spesso su architetti, disegnatori e scrittori che lavoravano “con la radio accesa”.
Secondo Chandler, per bocca di Philip Marlowe, svolgere un lavoro creativo con sottofondo musicale, era una chiara indicazione di scarsa qualità.

Come se invece l’alcoolismo fosse accettabile.
Scrivere in stato di ebbrezza, ok, il marchio della grandezza.
Radio accesa? Perdenti.

Questo per dire che anche Ray Chandler, dal quale ho imparato (o cerrcato di imparare!) un sacco di cose, non era esattamente depositario della Verità assoluta.

Sarà forse che, da micropaleontologo, la radio è – dopo l’illuminatore – l’accessorio più vitale per lo studio al microscopio.
Immaginate passare otto ore guardando attraverso un microscopio nel silenzio più assoluto.
O, peggio, col ruggito del motore della trivella che vi trapana il cervello.*

Perciò, ok, io quando scrivo ho della musica in sottofondo. Continua a leggere


25 commenti

Estratto di Corona

Ok, abbiamo già accennato all’uscita letteraria di Fabrizio Corona.
Il buon gusto, la classe e l’eleganza suggerirebbero di tacere su ulteriori sviluppi della faccenda, per non fare implicitamente pubblicità al personaggio ed al suo libro.

Ma in primo luogo, qui noi buon gusto, classe ed eleganza li consideriamo optional, e secondariamente qui parliamo di scrittura, e quindi perché rinunciare ad un’occasione per parlare di scrittura gratis, facendo un paio di esperimenti su esemplari vivi?

Ho due stralci del testo incriminato, ricavati dal blog del Grande Marziano.
Che ci va giù pesante – ma noi lo sappiamo, i marziani provano piacere solo quando infliggono dolore ai loro nemici.

E chi siamo noi per criticarli, i marziani?
Noi criticheremo questi due brevi stralci di prosa.
No, davvero… sarà un processo istruttivo.

Continua a leggere