strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


8 commenti

L’immancabile lista di suggerimenti natalizi

Selection_977E allora facciamolo, l’obbligatorio post sulle cose migliori dell’anno e ideali per fare dei regali al vostro prossimo.
Mancano tre giorni a Natale, potremmo ancora riuscire ad accontentare tutti – e poi comunque noi i regali li facciamo all’Epifania, giusto?

E sì, ci sono i link commerciali. Che orribile caduta di gusto, vero?

E temo che la maggior parte di ciò che vi consiglierò non sarà in  italiano.
Mi dispiace, ma ormai gran parte di ciò che mi passa per le mani è in lingua forestiera.

Continua a leggere


64 commenti

Come Game of Thrones danneggerà il fantasy

Questo è una specie di post del piano bar del fantastico, nel senso che viene fatto per scommessa, e già presagendo almeno parte delle conseguenze.
Ma perché preoccuparsi.

a-game-of-thronesVediamo – è agli atti il mio scarso apprezzamento per il ciclo A Song of Ice and Fire di George R.R. Martin.
Fin dove l’ho letto, ho ritrovato i tratti caratteristici di Martin (buona, ottima costruzione dei personaggi e dei dialoghi, buona tecnica per tenere il lettore desto), sposati ad una narrazione prolissa e troppo scopertamente aderente a elementi storici noti per riuscire a catturarmi.
Ora, badate, questo non significa che voi, ai quali questi libri piacciono, siate degli idioti o dei malvagi – e gradirei se voi voleste concedere la stessa fiducia al sottoscritto; si tratta semplicemente del fatto che non è il tipo di fantasy che mi interessa al punto da investirci del tempo.
A voi sta bene?
Perfetto.

Allo stesso modo, trovo la serie della HBO prolissa, farcita di gratuità e sciocchezze, e sostanzialmente noiosa.
Vale, credetemi, il discorso di cui sopra.
Il fatto che io dica che non mi piace non deve essere inteso come una minaccia al fatto che a voi, invece, piaccia.
Se a voi piace, spero non abbiate bisogno della mia conferma (anche perché non l’avreste).

Mi domando però – e così arriviamo al tema di questo post – quanto danno riuscirà a recare il successo del ciclo di Martin e, ancora di più, della serie televisiva, al genere?

Continua a leggere


Lascia un commento

Difendiamoci dal Demenziale Terrestre

Serie televisive di una stupidità colossale.
Talk show ridicoli in cui teste parlanti discutono dei meriti relativi delle serie televisive di cui sopra.
Partite di calcio in tutte le salse.
Talk show sulle partite di calcio.
Servizi di approfondimento su calciatori e relative fidanzate.
Musica pessima.
I soliti dannati documentari coi leoni del Serengheti.
Templari antartici dell’Opus Dei contro vampiri Maya venuti dallo spazio.
Politici infoiati e giornalisti incazzati.

Ed ora, con l’aggiunta del decoder, quattordici diversi tipi di effetto neve (ma questo naturalmente è un problema mio).

Tocca trovare una soluzione.

Ho già segnalato in passato  Miro, Big Think, e TED.
Fonti eccellenti per una TV alternativa.

Oggi segnalo invece WebSerials.com, sito web e canale di YouTube, fonte di sano escapismo fantascientifico fatto con due lire (ma proprio due lire) ed una sana dose di chutzpah.

L’offerta al momento include The Black Dawn, serial drammatico e intelligente a metà strada fra 28 Giorni Dopo e I Sopravvissuti; il sobrio Project X, un X Files meno pulitino e conformista; e naturalmente il demenziale/catastrofico/pulp/testosteronico Cataclysmo, forse il più massiccio dispiegamento di faccia tosta e post-ironia mai visto in rete.

Ogni episodio dura dai quattro agli otto minuti.
I soldi sono pochissimi, gli effetti speciali di qualità molto variabile, la recitazione di livello altrettanto variabile.
Ma l’intelligenza è salva – anche nel demenziale.

E per titillarvi, vi beccate appunto il primo episodio di Cataclysmo II
Colossale!

 

Powered by ScribeFire.