strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


4 commenti

Cantando dopo la catastrofe

Sarà il caso.
Sarà il commento sul folk ruvido nel post precedente.
Sarà il mood post-apocalittico e survivalista di questo inverno 2010.
Jon Boden è quello magro e nevrotico dei Bellowhead, cantante e violinista della band, uno dei giovani leoni del folk britannico conteporaneo.
Tutto vestito di nero, con la cravatta rosa, come un contadino per la prima volta nella grande città, magro e allampanato, l’aria un po’ da gatto randagio, mi è piuttosto simpatico.
Ed il suo Songs from the Floodplain è perfettamente adatto alla stagione, all’atmosfera.
Ed ai miei gusti – musicali e letterari.

La domanda è – si può fare della fantascienza con chitarra, fisarmonica e violino? Continua a leggere