strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


3 commenti

Gerry Anderson, 1929-2012

È scomparso Gerry Anderson, il leggendario produttore inglese di serie per ragazzi come Thunderbirds e Stingray, e dei due pilastri della fantascienza della mia infanzia e adolescenza, UFO e Spazio:1999.

Da tempo soffriva del morbo di Alzheimer.

Noi vogliamo ricordarlo così…

Gerry-Anderson1


2 commenti

Barry Morse

E poi dicono, si comunica alla velocità della luce.
La notizia della morte di Barry Morse, avvenuta il 2 febbraio, mi arriva con dieci giorni di ritardo, e passando per l’Australia.

Metto quindi giù due righe, in memoria di un attore legato al mio passato.
Interprete di un personaggio immaginario che ha influenzato indiscutibilmentela mia vita di ragazzino, e – a ben pensarci – anche tutto il resto.
A metà degli anni ’70, infatti, Barry Morse interpretò il ruolo di Victor Bergman, lo scienziato residente della serie televisiva Spazio:1999.

Strano personaggio, il professor Victor Bergman.
Che diavolo di qualifiche aveva?
Era un fisico?
Un astrofisico?
Certo, per motivi puramente logistici, Bergman nel corso della serie fu costretto a rivestire il ruolo di tuttologo.
Scienziato planetario?
Esobiologo?
Di sicuro, era un membro rispettato dei vertici decisionali della struttura alla quale apparteneva.
Diceva la sua, aveva un voto “pesante”.
Senza avere un grado nella gerarchia militare. un titolo di riguardo, un’etichetta politica.
E diceva un sacco di “Non lo so!”

Ecco, queste sono le cose che ho imparato da Victor Bergman, così come interporetato sullo schermo da Barry Morse.
Che essere scienziati significa saper dire “Non lo so!”
Che essere scienziati significa essere parte integrante della propria comunità.
Che essere scienziati significa non chiudere a certi argomenti o certe materie perché non rientrano nel nostro curriculum universitario.

Non sorprende che l’Università di Torino non sapesse cosa farsene, di uno così.
Ma alla fine credo sia stata una loro perdita.

Chiudo qui questo post in memoria di un vecchio amico che non ho mai incontrato.
Ripensando a tutto ciò che è stato – ed a tutto ciò che avrebbe potuto essere.