strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


5 commenti

Metal detector

Parliamo di qualcosa di completamente diverso.
In queste afose e soffocanti notti d’estate, ho trovato un poco di respiro guardando una cosa intitolata Detectorists.
La BBC la fiscalizza come situation comedy, ma … beh, giudicate voi.

La trama in tre parole: Lance e Andy sono due sfigati, uno fa il carrellista ai mercati generali e l’altro fa l’uomo di fatica per il comune di Danebury per pagarsi l’università. Entrambi condividono l’hobby della ricerca col metal detector, e trascorrono il tempo libero per i campi dell’Essex, in cerca di fantomatiche sepolture sassoni.

Ed è più o meno tutto qui. Continua a leggere


2 commenti

Fiacchi & Soporiferi 2 – Genetica

Intendevo “fiacchi e soporiferi”, non “mosci”, trattasi di refuso, scusami dai…
Tanto ora sui gusti musicali ci imbastisci sopra cinque post a valanga, di cui uno con diramazioni filosofiche, uno con excursus sulla genetica e i restanti tre con gallerie storiche di tuoi vari ricordi, lo sappiamo entrambi, no?

Beh, questo è il secondo, ed ha a che fare con la genetica.
Non proprio un piano bar del fantastico, non esattamente un cat blog…

Ora, l’idea di un excursus sulla genetica poteva sembrare un tema un po’ difficile da associare alla musica – a meno di non passare qui un paio di video delle Pussicat Dolls.
Ma quella non è musica.
E non mi piace.
E questi post devono essere dedicati alla musica che mi piace.

Ora, la cosa divertente è che, come effetto collaterale dell’avere gusti musicali… com’era?, Ah, sì, fiacchi e soporiferi, a volte capita anche di avere dei gusti musicali che toccano temi insoliti, come ad esempio la genetica.
Senza bonazze che si dimenano…

Ora, naturalmente, tirare dentro i They Might Be Giants è quasi barare – sono dopotutto il gruppo fondamentale dei geek, ed hanno addirittura fatto una canzone sulla paleontologia, quindi cooptarli è facile.
Maledettamente facile.

Per ch invece fosse interessato a questioni più strettamente legate alla biologia umana, lascio la parola a Neil Hannon…

Ma ci sarà ancora modo di parlare di queste cose…