strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


20 commenti

Thriller, Avventura e Fantascienza

1374596686339MasterPiece_Con-SfondoOk, la notizia l’avete sentita tutti, quindi non dilunghiamoci nei dettagli: la RAI lancia un nuovo talent-show, intitolato Masterpiece, che vuole essere la versione letteraria di X Factor.
In X Factor la trasmissione si proponeva di trovare nuovi cantanti e gruppi musicali.
In Masterpiece si propone di trovare nuovi autori di narrativa*.

Avrete certamente anche sentito che alle selezioni sono stati presentati qualcosa come 5000 manoscritti.
Che l’aspirante più giovane è una quattordicenne, il più anziano un novantunenne.

Discuteremo poi magari un’altra volta di come questo possa essere – staremo a vedere – il colpo di grazia a qualunque discorso serio sulla scrittura si voglia fare nel nostro paese.

Ciò che a me interessa oggi, in prima battuta, è questo:

Fantasy e romanzo sentimentale sono i generi più trattati; seguono, in ordine, le autobiografie, i gialli, i romanzi – drammatici, di formazione, storici, sociali e psicologici e, agli ultimi posti, i thriller e i romanzi di fantascienza e di avventura.

Attenzione, ho detto che mi interessa ma non che mi sorprende.
bad-fantasy-defensesLa presenza del fantasy al primo posto mi ricorda i discorsi che facevo a quindici anni, e la vecchia massima cinese attento a ciò che desideri, i tuoi desideri potrebbero avverarsi.
Quando avevo quindici anni, il desiderio di scrivere fantasy in Italia era improbabile come quello di diventare astronauti.
Oggi invece, c’è una sorta di bulimia fantasy in atto, per cui il fatto che ci siano centinaia di persone che si buttano sul fantasy non mi sorprende – l’hanno letto, gli piace, sono convinti di poterlo scrivere.
Lo stesso vale per il romanzo sentimentale.
Ne abbiamo parlato.

Interessante anche notare che “i gialli” non rientrano nella categoria “romanzi”.
I romanzi sono drammatici, di formazione, storici, sociali e psicologici.
Ma forse è solo un problema sintattico.

tumblr_m6lucyyNRl1qbo5dso1_500E poi, sì, è lì che volevo arrivare, i tre generi squalificati, quelli che non si fila nessuno.
Thriller, avventura e fantascienza.

Che sarebbe poi la palude in cui sguazza strategie evolutive, in cui sguazza Karavansara, in cui, maledizione, sguazzo io.
Non solo quindi mi sono scelto una professione – quella del geologo – che in Italia non ha mercato, ma mi sono pure scelto una seconda identità – quella di scrittore di fantascienza e avventura – che non ha sbocchi.

Mi piacerebbe parlare con qualcuno e sapere perché fantascienza, avventura e thriller siano così poco gettonati.
La mia ipotesi – a seconda dei casi, la fantascienza viene considerata scema o troppo difficile; il thriller e l’avventura, invece, vegono considerati generi squallidi, da edicola della stazione, da ragazzini mai cresciuti.

tumblr_m7ohzckIkI1qcgenbo1_500Ricordo bene, l’espressione della mia interlocutrice, quando proposi a suo tempo una conferenza per il centenario di Tarzan, nel 2012.
Perché mai una cosa del genere avrebbe dovuto interessare a qualcuno?, pareva domandarsi. Cosa diavolo propone questo idiota?

In ultima analisi, io credo, la statistica dei generi più rappresentati nella selezione per questo molto dubbio talent show è interessante, io credo, perché ci fornisce un’istantanea di quale sia, nella testa delle persone, da una parte, il valore relativo dei generi e dall’altra, più sottilmente, quali generi vengano considerati più “vendibili” dagli aspiranti scrittori.
Perché questi ragazzi, dai 14 ai 91 anni, è chiaro che non scrivono “per se stessi” – o non avrebbero spedito il manoscritto e fatto la fila alle selezioni.
O no?

———————————————————————————–

* E mi domando come faranno e in cosa consisteranno le prove alle quali glia utori saranno sottoposti – perché a un cantante, posso chiedergli di farmi la cover di Edge of Seventeen di Stevie Nicks, ma a uno scrittore cosa chiedo, la cover de Il Grande Gatsby?