strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


3 commenti

Tutti da Buddies’

Gli appassionati di letteratura di genere sono una strana comunità.
È un peccato che i mondani si fermino alla classificazione superficiale, spaventati dall’ignoto.
Trekkie.
Fanatico di Conan il Barbaro.
Browncoat.
Lettore di polizieschi.
Appassionato d’avventura.
Assiduo del Western.

Certe passioni sono troppo complicate per potersi limitare ad un singolo elemento.
Conosco pochi appassionati d’avventura che non abbiano una passione parallela per la storia o l’archeologia.
E i fan della fantascienza di solito hanno una buona dimestichezza con la scienza, quella vera.
Ci sono troppe connessioni, troppi interessi, troppa curiosità, per poter schedare chiunque – salvo i casi patologici e pericolosamente monomaniacali – con una sola, semplice etichetta.

I fanatici di spionaggio e hard-boiled, invece, hanno spesso dei gusti musicali interessanti.
E bevono cose stranissime.
Ed è stato bazzicando (attraverso una molteplicità di strumenti, ma soprattutto Pidgin, di questi tempi) un po’ di gente che ricorda ancora cose come T.H.E Cat, o Hawaii 5-0, o i romanzi di Yellowthread Road Street o Modesty Blaise, persone capaci di dibattere per ore sulla statura di Sean Connery e George Lazemby, che mi sono ritrovato a visitare il Buddies Lounge.
Non-luogo telematico quantomai retrofuturibile, e consigliatissimo.
E qui mi troverete d’ora in poi una volta la settimana, sorseggiando qualcosa dis ciocco ed analcoolico con un ombrellino di carta.

Ospitato sui server di PodOmatic, Buddies Lounge è una trasmissione settimanale di un’ora di spy music, space age jazz, exotica, lounge, tiki, swing e tutti quei generi musicali che io tendo ad associare con gli anni fra il ’58 ed il ’63 (ma in realtà ha una storia molto più lunga).
Si scarica un file mp3 e via – gli utenmti iPod hanno un sacco di altre opzioni, mi dicono, ma quelli sono problemi loro.

Un’ora di musica senza pause pubblicitarie, con un DJ non intrusivo, che al limite presenta qualche novità (c’è un mondo di riedizioni, remaster, ristampe, là fuori) facendoci sentire un pezzo.
Buona per la notte, mentre fuori imperversa il primo grande temporale estivo della stagione.
Buddies’ ha anche un blog, sul quale vengono pubblicate le playlist per ciascuna trasmissione.

Batte MTV a mani basse ogni giorno della settimana.
E nel frattempo chiacchieriamo di omicidi, spie internazionali e truffe colossali.

Ci sono modi peggiori di passare la serata.

=-=-=-=-=
Powered by Blogilo


8 commenti

Tiki-time

Per chi non sapesse (vero, Elvezio?)

TIKI MUSIC:
What is Tiki music? There really is no genre called “Tiki Music,” but rather it is a group of genres (Exotica, Hapa Haole/Hawaiian, Ultra-Lounge) that generally fit well into a Tiki bar or exotic environment.

Il santo patrono dell’Exotica è, naturalmente, Martin Denny, un uomo che non sbagliava mai una copertina…

Ma prima che qualcuno usi l’espressione soporifero a sproposito, ricordiamo che spesso la musica Tiki è associata alla musica surf.
E a Johnny Bravo.

Addendum:
per maggiori informazioni, esiste il sito Digitiki.com