strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


11 commenti

La Giornata della Memoria

Oggi è la Giornata della Memoria, in cui ricordiamo uno degli episodi più agghiaccianti non solo della storia del ventesimo secolo, ma della storia.
Io per la Giornata della Memoria, normalmente, posto uno stralcio di To Be or Not to Be di Ernst Lubitsch – che qui da noi venne intitolato Vogliamo Vivere. È un film al quale sono molto legato per una quantità di motivi, ed è un film comico, che colpisce il nemico – che all’epoca era ben presente – con l’arma del ridicolo. Perché non c’è nulla di più efficace per disinnescare i deliri di certi individui del ridicolo.
Rivelare il mostro in tutta la sua grottesca assurdità.
Perciò eccolo qui…

Però quest’anno c’è anche dell’altro.

Continua a leggere


9 commenti

Fantasmi, Nazisti, e Remake

ghostbusters_ver6Avrei voluto fare un post sul nuovo Ghostbusters, quello che sta rovinando l’infanzia a un sacco di miei coetanei.
Peccato che in quest’angolo di Astigianistan le due sale cinematografiche disponibili vadano in ferie ad Agosto1, e quindi altri hanno deciso per me che questo film io non lo vedrò.
E mi dispiace, perché avrei voluto vederlo davvero, perché ritengo che per parlare di un dato argomento sia necessario conoscerlo.
Avrei voluto parlarne a ragion veduta, e non sulla base di qualche strano rigurgito preventivo, come gli autoproclamatisi Ghostbros2.

Non potendo parlare del nuovo Ghostbusters, ho pensato allora di parlarvi del vecchio Ghostbusters.
Ma poi mi sono detto che forse converrebbe partire da To Be or Not to Be di Lubitsch.

E prima che vi mettiate a dire che sono impazzito, beh, provate a leggere il seguito… Continua a leggere


5 commenti

Giorno della memoria

Oggi è la Giornata della Memoria.
E da un po’ di anni a questa parte, io nella Giornata della Memoria mi riguardo questo film.

… per ricordarmi che ci fu un tempo in cui gli unici a capire davvero Hitler furono i commedianti…

E perché contro certi orrori, il ridicolo è l’arma più potente.

E non è in fondo triste che il trailer italiano tagli una battuta perché “politicamente scorretta”?