strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


23 commenti

Perché qui sarebbe impossibile

Issue1_Cover_Large_FINAL_SmlHalf Past Danger è una serie a fumetti che è stata appena lanciata negli Stati Uniti.
È un fumetto molto ben disegnato, molto divertente, pieno d’azione e d’avventura.
La copertina qui di fianco è abbastanza chiara.
1943.
Teatro del Pacifico.
Marines.
Nazisti.
Dinosauri.
Ninja.
Ci sono domande?

Ecco, io una domanda ce l’ho.
Ma perché da noi no?

Voglio dire – di disegnatori in gamba, in Italia, ce ne sono tanti.
Produrre un fumetto così, avendo un paio di disegnatori in gamba e uno sceneggiatore competente, non è difficile.
Richiede lavoro, richiede amore per il genere, certo.
Ma si può fare. Continua a leggere


31 commenti

Il Topo su Anfetamine

Questa è decisamente spettacolare.
Ora, è ben nota la mia antipatia per il topo più famoso del mondo – personaggio che mi infastidisce, ed al quale attribuisco una lunga lista di peccati.

Ma l’essere anfetaminomane?
E spacciatore di sostanze dopanti alle popolazioni del terzo mondo?

Chi l’avrebbe mai pensato!
Questa, ne sono quasi certo, non la conosceva neanche Grace Slick…

Eppure è innegabile.
La storia si intitola Mickey Mouse and the Medicine Man, e venne pubblicata nel 1951 come parte di una campagna pubblicitaria per i Wheaties – cereali per la colazione di grandi e piccini.
Ma non si trattava dell’unica pubblicità connessa al fumetto, nel quale Topolino e Pippo scoprono il Peppo – una specie di acqua bromata con addizionata benzedrina, che era perfettamente legale nell’America degli anni ’50- grazie (qualcuno aveva qualche dubbio?) ad un campione gratuito.

Gli effetti non tardano a farsi sentire…

Strafatti di anfetamine, i nostri eroi hanno un’idea geniale – si fanno assumere come rappresentanti del prodotto miracoloso…

… ed immediatamente si mettono al lavoro per distribuire in Africa – un territorio vergine – il bibitone delle meraviglie.
E quale metodo migliore, per spacciare un carico di anfetamine ai selvaggi, se non imbottirne il leader a sua stessa insaputa?

Insomma, un piccolo fumetto razzista su come arricchirsi grazie al meraviglioso potere degli stimolanti chimici.

Orribile, vero?

Il fumetto completo si trova, per i più curiosi, qui.