strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


12 commenti

Tema: le mie vacanze hentai con Tolkien e Cthulhu in cosplay

Questo breve post ha lo scopo di aiutare tutti i gestori di blog là fuori ad aumentare il traffico sulle proprie pagine.

Risulta ormai dolorosamente evidente, infatti, che indipendentemente dalla qualità o meno dei nostri contenuti, l’indicizzazione delle pagine da una parte e gli interessi, diciamo molto settoriali dei nostri connazionali, fanno sì che la presenza di alcuni termini nel nostro post – o meglio ancora nel titolo del nostro post e nei tag – garantiscano al medesimo una elevata visibilità.

Ovvero un sacco di click.

Tema:
da solo, sembra sufficiente a dirottare verso il nostro blog un numero stravagante di connessioni, per lo più a partire dalle scuole medie e (snervante ammetterlo) superiori.

vacanze
un altro classico, che accoppiato col precedente garantisce un picco vertiginoso tra settembre ed ottobre. Ideale per riprendersi dalla morta di agosto.

hentai
certe cose non passano mai di moda

Tolkien
esistono persone, là fuori, che monitorano la rete in cerca di istanze di questo non troppo diffuso cognome anglosassone, una specie di colossale ECHELON in elfico.

Cthulhu
non avevamo dubbi.

Cosplay
non fatevi illusioni: vogliono solo le fotografie

Da cui, la stringa definitiva per il picco di traffico assoluto

Tema: le mie vacanze hentai con Tolkien e Cthulhu in cosplay

Successo garantito.

Con un saluto speciale a icittadiniprimaditutto.


8 commenti

Manca solo il mare…

Da oggi sono ufficialmente in vacanza.
Il che significa che lavorerò solo ai progetti exracurricolari, e solo dalle sei alle nove del mattino.
Per il resto, inattività a oltranza.
Magari qualche ristrutturazione domestica – c’è da ridipingere il cancello.
Un paio di gite fuori porta.
E una pila alta così di libri.

Per blandire la mia attuale necessità di saggistica, la provvidenziale svendita di titoli della Oxford University Press ha portato sul mio scaffale quattro bei tomi polposi (beh, tre… il quarto è da qualche parte nei meandri delle poste nazionali).
E poi un paio di saggi sull’area Himalayana, in vista del mio terzo agile volumetto lemuriano.

E per soddisfare la mia voglia estiva di fantascienza, una carrettata di David Brin, più una carrettata di Jack MacDevitt.
Solo fantascienza hard, o quasi.
Ho qui anche una copia di Paragaea, di Chris Roberson, che pare molto promettente.

Per le serate intellettuali, l’ultimo David Mitchell.

Resta poi una pila di steampunk accumulatosi nei mesi passati, ma credo lo lascerò per l’autunno.
Al limite leggo e recensisco quella strana collezione di racconti erotici steampunk…

Una fortuna, credo, che la settimana prossima mi consegnino i nuovi occhiali.

=-=-=-=-=
Powered by Blogilo


4 commenti

Sul piede di partenza

Eiffel TowerIn procinto di partire per la ridente (?) Parigi per una breve vacanza in occasione del JapanExpo, informo i surfisti che per la prossima settimana questo blog rimarrà inattivo.

ma non essendo il tipo da lasciarvi senza nulla da leggere, vi segnalo una rivista on-line di letteratura d’immaginazione, polemica politica e varia umanità: Armageddon Buffet

Forse è un po’ troppo americanocentrica e un po’ troppo polemica per alcuni.
Ma potrebbe tenervi compagnia mentre io non ci sono.

Alla prossima.