strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


13 commenti

Qualche nota sull’ecologia della Valle dei Dinosauri (1)

Riguardavo, l’altra sera, La Valle di Gwangi – film essenziale per il cacciatore di dinosauri.
Diciamola tutta – trova Primeval supremamente noioso, e credo che Terranova sia il peggior rip-off del ciclo del Pliocene di Julian May.
Scordatevi Jurassic Park e tutte le sue permutazioni, e stendiamo un velo pietoso su Carnosaur.
Datemi Gwangi, e io sono tranquillo.
Ray Harryhausen è una garanzia.

Ma non voglio parlare del film – magari in un prossimo post – ma di un paio di idee che la pellicola mi ha suscitato.
Per ora accontentatevi di una trama ultra-condensata: la polposa TJ, nel disperato tentativo di salvare il circo/rodeo di cui è proprietaria, si procura un cavallino nano che desta l’intesse e l’entusiasmo del pubblico Il suo diretto rivale scopre, parlando con un paleontologo (ce n’è sempre uno nei dintorni, in questi film), che il cavallino è un Eohippus, che si considerava estinto da millenni. Il nostro eroe immagina allora che, nel posto da cui proviene quel fossile vivente, ci siano altre meraviglie da mettere in pista per far quattrini. Si reca quindi nella valle di Gwangi, e lì incontra… beh, Gwangi (che sarebbe poi un allosauro, per lo meno nelle intenzioni dello sceneggiatore).
Bello liscio.

Ma…
La domanda chiave è – cosa ci fa, lì, Gwangi?
O, in altri termini, perché ci sono i dinosauri, nella vale dei dinosauri?
Come ci sono arrivati?
E come hanno continuato a prosperare anziché estinguersi?

Continua a leggere


10 commenti

A caccia di Dinosauri – letture indispensabili (parte seconda)

Noi primati usiamo da sempre il gioco e la narrativa come strumenti per l’apprendimento.

Se perciò una buona infilata di saggi paleontologici possono prepararci sul versante tecnico all’incontro con i grandi dinosauri, la narrativa ci offre la possibilità di affrontare delle simulazioni di ciò che ci aspetta nella Valle dei Dinosauri.
O nel Cretaceo.

Ecco allora cinque (o quasi) letture consigliate, non in un ordine particolare…

Continua a leggere


9 commenti

A Caccia di Dinosauri – letture indispensabili (parte prima)

La faccenda di andare nel Cretaceo – o, con un budget più ridotto, nella più vicina Valle dei Dinosauri o Isola Dimenticata dal Tempo – e abbattere un T. Rex da fare impagliare e mettere nel soggiorno (posto che si abbia a disposizione una casa grande) è quantomai sollazzevole, e mi serve per scaricare la pressione in questi giorni di lavoro intensivo.

Discussa la questione sulle armi (ma magari ci torneremo), è indubbio che il buon cacciatore di dinosauri, prima di buttarsi sul campo, si documenta.

Segnalo perciò alcuni volumi essenziali per acquisire informazioni che potrebbero rivelarsi, nel momento della verità, assolutamente indispensabili.
Una Top Five semiseria.

Continua a leggere