strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


4 commenti

La Forza

Uno studente dello Zen disse al suo maestro, “Maestro, sono preda di una rabbia incontrollabile. Aiutami a liberarmene.”
“È una cosa davvero strana che ti affligge,” disse il maestro. “Mostramela.”
“In questo momento non posso mostrartela.”
“Perché no?”
“Si scatena all’improvviso.”
“Allora non può essere la tua vera natura,” disse il maestro. “Se lo fosse, saresti in grado di mostrarla in qualunque momento. Perché permetti a qualcosa che non ti appartiene di causare problemi alla tua vita?”
Successivamente, ogni volta che lo studente sentiva la sua rabbia crescere, ricordava le parole del suo maestro e la teneva sotto controllo. Col tempo, sviluppò un temperamento calmo e pacifico.

zen-buddhist-painting

Alla faccia di quello gnomo di Yoda.
Continua a leggere


19 commenti

Tutta questione di chimica

Vi è mai capitato di fare un post su un argomento che vi aggrada e che ritenete generalmente innocuo, chessò, la caccia fotografica piuttosto che la cucina da campo, solo per scoprire nei commenti qualcuno che vi riempie di insulti perché non avete capito nulla?
Oppure nella vita reale, vi è mai successo di esprimere un giudizio di scarsissima importanza (per voi) riguardo a un film, a un libro, solo per vedere il vostro interlocutore tramutarsi in una specie di mostro assetato di sangue?
O vi è mai capitato di finire su quei blog* nei quali l’autore, che parli di allevamento delle oche o di badmington, deve esprimersi con una aggressività ed una furia che non si capisce bene da dove arrivino?
E non parliamo di certe trasmissioni in TV…

Beh, è colpa dell’evoluzione**.
No, davvero.
E questo è un pork-chop express neurochimico.

Funziona così… Continua a leggere