strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Matematica

Lascia un commento

Buon vecchio Professor Arzarello.
Insegnava matematica a Geologia, quando io ero al primo anno.
Il suo esame – lo ammetto – l’ho rubato malamente, superando Per Grazia Ricevuta due esoneri su tre e dando una prova dignitosa ma poco più all’orale.
Un buono, il professor Arzarello.
Oggi l’ho rivisto, come un’apparizione mariana, su TG3 Leonardo – uno degli angusti spazi che la TV lascia alla scienza.
Buon vecchio Professor Arzarello.
Sembrava di vent’anni più giovane rispetto a quando insegnava da noi.
Era in TV perché ci siamo accorti che le iscrizioni ai corsi di Matematica sono sempre meno, che soprattutto alle Scuole Medie la matematica fa acqua, e che gli italiani in genere di matematica ne masticano proprio poca.

Il motivo?
Secondo il mio vecchio prof è che la matematica – come chimica, fisica e le altre “scienze dure” – è difficile.
Tocca studiarla.
Si fa fatica.
Eh, già – perché noi geologi invece ci limitavamo a passeggiare per i prati.
Succede a noi che bazzichiamo quelle che, immagino, si chiamano “scienze molli”.
Non tocca studiarle, non si fa alcuna fatica, non vi è alcuna sfida concettuale.

Anche i grandi, evidentemente, non sono esenti da sciocchi pregiudizi.

Io tuttavia avrei una ipotesi alternativa, con buonapace del mio vecchio prof (che oggi scopro lanciato, con una breve ricerca in internet, in una quantità di iniziative legate alla didattica): non sarà che, come accade per tante altre materie, anche la matematica è stata affidata ad insegnanti – di tutti i livelli – assolutamente incapaci di comunicare il fascino della materia che dovrebbero insegnare?
Non sarà che, come certi insegnanti di lettere ti fanno prendere in uggia la parola scritta, certi insegnanti di matematica ti portano ad odiare anche i numeri civici?

Ad esempio: al secondo anno di liceo, la mia insegnante di matematica mi disse, il primo giorno di lezione, che i miei insegnanti precedenti avrebbero dovuto vergognarsi di aver fatto arrivare un idiota come me alle scuole superiori.
Non ricordo il nome di quella signora.
Ripetei l’anno e cambiai scuola.
Ricordo però lunghe noiosissime ore passate a ricopiare dalla lavagna scarabocchi impossibili trasmessi come oggetto di fede incondizionata, concetti sospesi in un vuoto mai toccato dalla realtà, astrazioni assolute.
Prive di spiegazione, di giustificazione, di applicazione.
Prive di storia.
Ho ancora il quaderno di quell’anno – pagine e pagine di formule incomplete, appunti che si smorzano e si perdono nell’incoerenza…
Sarebbe stato così difficile fare degli esempi pratici – come fecero i miei insegnanti successivi, come fece proprio Arzarello nelle tetre aule di Palazzo Campana e nei sotterranei di Via Pietro Giuria?
sarebbe statocosì difficile insegnare?

Perché la matematica è divertente.
Ed iol’ho scoperto soprattutto fuori dalle aule unievrsitarie, leggendo libri nei quali ai concetti – spesso, è vero, difficilissimi – si associavano una prosa ed una capacità divulgativa che raramente avevo incontrato in ambiente istituzionale.
Il mitico Practical Statistics Simply Explained di Langley – pieno di buon senso e di esempi risolvibili sul momento con carta e matita, scritto nel passato nebuloso prima che i computer sveltissero le operazioni, e diretto a persone che con quei concetti avrebbero dovuto lavorarci.

Quindi, si, la matematica costa fatica.
E’ una scienza dura.
Ma nella nostra scuola, come molte altre materie, è spesso affidata a incompetenti.
Forsei matematici eccelsi – ma pessimi insegnanti.
Anche insegnare è una cosa che si impara – esistono dei manuali (io consiglio i libri di Phil Race).

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.