strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


2 commenti

Odissea Uno

cover88059-mediumDi Evan Currie avevo parlato quasi esattamente un anno fa, recensendo Heirs of Empire.
In questi giorni di passività forzata, sto leggendo Warrior King, che è uscito da poche ore e del quale ancora una volta horicevuto una Advanced Reader Copy.

Come nel caso di Heirs of Empire, anche nel caso di Warrior King parliamo di space opera, ma questa volta siamo più decisamente nell’ambito della fantascienza militare.
Il romanzo, in effetti, è il quinto nella serie Odyssey One – cosa della quale mi sono reso conto soltanto a pagina trenta o giù di lì…

Possibile che ci sia tutta questa backstory?, mi sono detto.
E sono andato a controllare e no, non c’è backstory, ci sono quattro romanzi, per un totale di un paio di migliaia di pagine abbondanti1.
Più un romanzo “fuori serie”, ma ambientato nello stesso universo.
Ooops. Continua a leggere


Lascia un commento

Michael Caine contro i Pirati dei Caraibi

imagesCi sonoidee che sulla carta paiono imbattibili.
Del tipo un thriller ambientato nel Triangolo delle Bermude, zeppo di pirati, e scritto dall’autore de ‘Lo Squalo’.
Cosa potrebbe mai andare storto, con un’idea del genere?

Per cui rincariamo la dose.
un film, interpretato da Michael Caine, tratto da un thriller ambientato nel Triangolo delle Bermude, zeppo di pirati, e scritto dall’autore de ‘Lo Squalo’, e sceneggiato dall’autore stesso.
Non ci sono dubbi.
A questo punto siamo davvero in una botte di ferro, giusto?

Fu quello che pensarono, probabilmente, nel 1980, i produttori David Brown e Richard D. Zanuck, quando affidarono a Michael Ritchie1 la sceneggiatura basata sul bestseller The Island di Peter Benchley, e ventidue milioni di dollari, per farci un film.
Per fare buon peso, ingaggiarono Ennio Morricone per fare la colonna sonora. Continua a leggere


2 commenti

Macchina Zer0 su Tor.com

È bello vedere che il proprio lavoro viene apprezzato.

È appena uscito sul sito della Tor.com questo articolo

Speculative Fiction in Translation: 15 Works to Watch Out For in 2016

E lì, nella lista delle quindici opere che vale la pena tenere d’occhio nel 2016, per ciò che riguarda la fantascienza in traduzione, c’è anche Macchina Zer0. Continua a leggere


13 commenti

Whistler (forse)

41Kkq8HUtxLSuccedono cose strane.
Coincidenze. Serendipità pelosa.
Ad esempio, la settimana passata, risistemando un po’ i miei documenti, ho rinvenuto sul mio hard disk alcuni file – un paio in formato AbiWord, se riuscite a immaginare – di storie lasciate lì da anni.
Fra queste, l’edit finale di Faina Solitaria, il mio contributo di tanti anni or sono al Survival Blog, il mio vecchio pastiche Carroll/Lovecraftiano Alice in Dreamlands (in inglese, la prima cosa che io abbia scritto direttamente in inglese), e un inizio di un racconto senza nome.
Poco più di 2500 parole di una storia che non è il sequel di Blooper1, per il semplice fatto che si svolge in parallelo con gli eventi narrati in quella storia. Continua a leggere


5 commenti

Il problema del post paraculo

99cent_zps931fd058Allora, la mia promozione è avviata da due giorni.
Secondo quelli bravi, oggi sarebbe il momento di fare il famoso post paraculo per convincervi a condividere ulteriormente la notizia e a comprare – o far comprare – più libri.

C’è però il piccolo problema, che io come si faccia un post paraculo non ne ho idea. Ho guardato in giro, e ho provato ribrezzo.
Cosa dovrei fare?
Blandirvi con foto ammiccanti di donne seminude?
Promettervi che, se raggiungiamo un certo target, metterò gratis tutti i miei ebook in inglese, per tutto agosto?
Invitarvi a toccare lo schermo per ricevere energie positive?
Fare un post furbetto sui Pokemon Go o su Suicide Squad?

Che poi, io in effetti quei due post ce li ho anche pronti.
Ma temo non siano furbetti. Continua a leggere


21 commenti

Novantanove

99cent_zps931fd058Proviamo a fare un esperimento.
Si avvicinano le vacanze, la gente se ne va al mare, ai monti e ai laghi, e si porta dietro qualcosa da leggere.

Il che è una cosa positiva, per qualcuno che come me avrebbe l’ambizione di pagarsi le bollette scrivendo. E allora facciamolo, questo esperimento

Da oggi, e fino al primo di agosto, ora più, ora meno, TUTTI i miei ebook in italiano sono disponibili su Amazon a 99 centesimi.

TUTTI

Anche i saggi – quelli che fino a ieri si vendevano a 3.50 euro.
Anche Eroi dei Due Mondi, che veniva 2.99.
Anche i due ebook di Asteria, sì, anche quello appena uscito.

Vediamo cosa succede.

Ah, e io per intanto vi dico cosa mi piacerebbe che succedesse. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 2.256 follower