strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


4 commenti

L’antologia Imps & Minions è disponibile

Sono estremamente felice di comunicare che l’antologia Imps & Minions, curata da David F. Shultz, Don Miaesek e K.M. McKenzie è da oggi disponibile su Amazon, sia in ebook che in formato paperback.

Il volume è un bel mattone da 500 pagine e raccoglie 34 racconti sulla vita (se si può chiamare vita) degli imp e delle altre creaturicole orribili che servono gli oscuri signori della letteratura fantasy e agiscono come tirapiedi e messaggeri per stregoni malvagi ed altri personaggi disdicevoli.

Nell’antologia è inclusa anche la mia storia Bottled Up, per l’edificazione e l’istruzione del pubblico.

Se vi manca una lettura per l’estate, o se siete i tipi che fanno regali ad Halloween, ora sapete come spendere i vostri soldi.


10 commenti

Un modo inaspettato per trascorrere il Ferragosto

Mi è capitata una cosa strana: per la seconda volta in circa sei settimane, il mio profilo Instagram è stato senalato da uno o più utenti per contenuti non appropriati, ed è quindi stato sospeso fino a che non si sarà chiarita la questione. Posso visualizzare i miei vecchi post e quelli degli altri, ma non posso postare nulla di nuovo, commentare o mettere dei like.

Questo significa che da tre giorni non posso aggiornare gli Earphone Diaries, che a quanto pare hanno offeso o turbato qualcuno al punto da spingerlo a segnalarmi.

Continua a leggere


8 commenti

Progetti per il futuro: rimettere in piedi l’orto

Stavo riordinando uno degli scaffali dei libri, qui in casa, stamani, e mi sono trovato a sfogliare Il Tuo Orto per Negati, che sarebbe poi la guida “for Dummies” su come impiantare e condurre un piccolo orto. Ne ho parlato con mio fratello ed abbiamo deciso che con l’autunno cominceremo le operazioni per impiantare un orto come si deve.

Avevamo un orticello da diporto, che avevo messo in piedi appena trasferito qui in Astigianistan, soprattutto per trovare qualcosa da fare quando era stato evidente che questo territorio era moribondo e non offriva assolutamente nulla. Speravo anche che occuparsi di un orticello potesse aiutare mio padre a sfuggire al campo gravitazionale della depressione. Sbagliavo.
Piantai prevalentemente erbe aromatiche e poi cipolle, aglio e insalata. Per un po’ riuscii a portarlo avanti, ma poi con i problemi di salute di mio padre divenne troppo impegnativo – c’era altro da fare, e più urgente.

Ora però possiamo metterci al lavoro e provare a fare qualcosa di serio.
Abbiamo un fazzoletto di giardino, qualcosa come sedici metri quadri di prato, con un vecchio ciliegio, qui davanti a casa. Ora cercheremo di metterlo a frutto.

Continua a leggere


Lascia un commento

Una dalla Frontiera

Quei fortunelli dei miei sostenitori su Patreon – perché è bello essere miei sostenitori su Patreon – hanno appena ricevuto una copia de L’Ombra dell’Effimero, un nuova Storia della Frontiera, parte della mia serie di racconti brevi “alla maniera di Talbot Mundi”, ambientati fra non-esattamente-l’India e la Cina-ma-anche-no.

In questo breve racconto, l’esaltato Rakhshan Hortonho Bakkar, poeta-guerriero di Mangtani, il Signore delle Isole delle Spezie, il più favorito dai Cieli si lascia alle spalle la corte della Rani per trasferirsi fra le montagne della Dimora delle Nevi, dove dedicarsi alla ricerca dell’Effimero, l’autentica espressione del suo io.
Si tratta di un racconto molto breve, per ovvi motivi.

Il racconto è disponibile sia in Italiano che in Inglese, e solo per i misi sostenitori della Five Bucks Brigade. Perché è bello essere miei sostenitori su Patreon.
Davvero!


8 commenti

Ciò che non volete vedere: Years & Years (2019)

Sto guardando, nelle pause di pranzo, la nuova serie di Russel T. Davies, quello di Doctor Who; una coproduzione BBC One/HBO intitolata Years & Years.
Sei episodi, ottimo cast, scrittura di altissimo livello.
Guardo mezzo episodio alla volta, perché è una sofferenza indescrivibile.
Per cui credo dovreste guardarlo anche voi.

La sofferenza… è lo stesso genere di sofferenza per via della quale sto impiegando quasi sei mesi a leggere Morte ad Asti, del mio amico Fabrizio Borgio. Perché è troppo vicino alla realtà, mette sulla pagina (il libro di Borgio – sul video la serie della Beeb) cose che sono così orribilmente familiari che non si può far finta di niente.
Il colpo arriva a segno, e fa malissimo.
Credo dovreste leggere anche Morte ad Asti di Borgio, e forse a voi farebbe meno male perché non siete naufragati in Astigianistan, non avete vissuto gli anni ’90 del Piemonte della Provincia da Bere.

Years & Years invece è garantito per devastarvi, se avete uno straccio di anima da qualche parte.

Continua a leggere


2 commenti

La recensione dell’Apocalisse

Segnalo con piacere la bella recensione di Franco Pezzini per il volume Visioni dell’Apocalisse, curato da Stella Marega e uscito pochi mesi or sono per i tipi di Mimesis.
La recensione è stata pubblicata su Carmilla on line
.
E già che ci sono vi segnalo anche che Amazon ha ancora quattro copie del volume, e cosa c’è di meglio per trascorrere delle ore liete sotto all’ombrellone di un dotto saggio sulla fine del mondo vista al cinema?

Visioni dell’apocalisse. L’immaginario cinematografico della fine del mondo

Il volume contiene anche il mio saggio Niente margherite nella Terra Promessa, sulle catastrofi ecologiche nel cinema e nella letteratura di fantascienza.


5 commenti

Leggere ad Agosto – gli sconti sugli Oscar e una dozzina di titoli

Questo è un post del piano bar del fantastico – o quasi.
La notizia è che è in corso la campagna sconti degli Oscar Mondadori, e per tutto il mese si possono risparmiare un po’ di soldi mentre ci si compra qualcosa da leggere.
E mi è stato chiesto di suggerire qualcosa.
E perché no – bisogna sempre ascoltare i suggerimenti dei lettori del blog.

Per cui il piano era semplice – andare su Amazon, spulciare il catalogo degli Oscar, e mettere giù due liste: una di saggi e una di opere di narativa. Cinque e cinque. Bello liscio.

Poi però, saltando da un titolo all’altro, ha cominciato a delinearsi un percorso diverso.
La narrativa è quasi scomparsa, e la saggistica ha preso il sopravvento.
Scienze e storia, soprattutto, perché quelli sono i miei interessi, ma con qualche deriva qua e là.
Perciò, come diceva quel tale, il catalogo è questo – una dozzina di libri che io (ri-)comprerei per passare il tempo durante questo agosto che ormai è cominciato. Soprattutto saggistica, con qualcosa di narrativo.

Continua a leggere


2 commenti

Steve Loves Linda, una storia degli Old Timer

Ci divertimmo un sacco, per un po’, con 2 Minuti a Mezzanotte, l’universo supereroistico condiviso creato da Alex Girola. All’epoca i cinecomics non erano ancora il fenomeno totalizzante che sono diventati in seguito, e a noi piacevano cose un po’ diverse, come Doom Patrol, The Boys, Watchmen, The Authority. Fumetti dei quali nessuno avrebbe mai fatto un film.

Ne parlavamo l’altra sera, con Alex ed alcuni altri complici, dopo aver visto gli otto episodi della prima stagione di The Boys, di quanto ci fossimo divertiti.

E fra una chiacchiera e l’altra è venuto fuori che tutti avevamo ancora un paio di storie di 2MM lì che aspettavano il momento giusto…

Continua a leggere