strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

52 libri

Allora, ecco un’idea.
Ho messo insieme un elenco di 52 libri.
Di questi 49 li ho qui, o sul mio scaffale, o sul mio ereader. Gli altri tre li prenderò il prima possibile (uno esce solo ad aprile, ed è già prenotato).
Quindi l’idea era: posso leggerne (o rileggerne, in un paio di casi) uno a settimana, quindi farci un post. L’elenco è piuttosto eclettico: include romanzi e raccolte di racconti, un paio di fumetti, molta saggistica (scienza e natura, storia, politica ed economia).
Alcuni libri sono ben noti, molti altri non sono così popolari. Un paio sono piuttosto vecchiotti, una manciata sono abbastanza recenti.

Una volta letto il libro, ci scriverò sopra qualcosa. Avevo pensato di farlo come podcast, ma sono giunto alla conclusione che
a . odio la mia voce
b . Non mi piace parlare da solo
c . scrivere è più veloce

Ah, sì, e anche – d . un post sul blog non mi costa nulla, lo spazio di archiviazione di un podcast ha un costo.

Aggiungo che in questo momento la mia voglia di comunicare con le persone qua fuori è MOLTO vicina allo zero, per cui al momento il progetto è orientato a Patreon, ma chissà, come dicevo in un commento, magari le festilenze natalizie mi porteranno una ventata di ottimismo e di amore verso il prossimo.
Quindi, staremo a vedere. Dovrei trovare un modo per differenziare ciò che pubblico per i miei sostenitori e ciò che pubblico per la lettura gratis. Ma ho già un paio di idee a riguardo.
Cosa ne dite?


2 commenti

Paura & Delirio: Miriam si sveglia a mezzanotte (1983)

… e noi ci domandiamocosa sia a causare l’insonnia della povera Miriam. Ma il film si intitola all’origine The Hunger, è l’opera prima di Tony Scott, ed è tratto molto liberamente da un romanzo del 1981 di Witley Streiber. E la protagonista si sveglia quando le pare e non ha il minimo problema a dormire – e quello è proprio uno dei punti della storia.

Però si chiama Miriam, quindi è un passo avanti per Los Titolistas (ricordiamoci di Barbara, il mostrodi Londra, in cui non compare alcun personaggio che si chiami Barbara).

E il film di Tony Scott, oggi criminalmente dimenticato (o così pare), è uno dei capisaldi della cinematografia vampirica, ha un cast colossale ed un look inconfondibile. E noi parleremo di vampiri, contagi, piccioni ed efficienza energetica, del carattere dei newyorkesi e dei vampiri negli anni ’80.

Ed in chiusura, un piccolo sondaggio fra i nostri ascoltatori.


3 commenti

Unbreakable Ink 2 – in prevendita

Il secondo volume dell’antologia Unbreakable Ink, curata da Shebat Legion, è disponibile in preordine su Amazon, e qui c’è la copertina. Il libro uscirà ufficialmente il 15 di Gennaio 2022. E anche a questo giro fra storie in questo volume ci sarà un mio racconto, una storia di spettri (e mostri, e vita scolastica) intitolata Out of the Closet.
Se vi va, buttateci un occhio.


7 commenti

Dinosauri e Macchine a Vapore al Politecnico di Torino

A quanto pare, e salvo incidenti, il 6 di dicembre (che è un lunedì), sarò ospite al Politecnico di Torino per tenere una lezione intitolata Dinosauri e Macchine a Vapore, sul tema dei legami fra paleontologia e Rivoluzione Industriale, e su biologia, immaginazione e meccanica.

A conferma della mia ben nota inaffidabilità, parlerò probabilmente anche di pterodattili (che non sono dinosauri) e Spitfire (che certamente non andavano a vapore). E poi dicono la pubblicità ingannevole…


Lascia un commento

Paura & Delirio Book Club: So cosa hai fatto (1973-1997-2021)

A volte è interessante andare a scoprire da dove arrivano le cose che diamo per scontate. So cosa hai fatto, un poliziesco per ragazzi scritto dal 1973 da Lois Duncan (e da noi appena ristampato da Fanucci), è nel bene e nel male all’origine di tutti i cliché standard dello slasher. Ci è parsa quindi una buona idea farci una puntata speciale del book club.

Episodio speciale perché per dare un’occhiata a So cosa hai fatto l’estate scorsa, il romanzo del 1973, i film di fine anni ’90 con Penelope Love-Hewitt e, recentemente, la serie televisiva su Prime Video, abbiamo coinvolto Marika Paracchini, titolare di Redrumia e co-host di Nuovi Incubi, per discutere di drammi adolescenziali e franchise, polizieschi senza assassini e pescatori armati di uncino, attori odiosi, attori cani, e Freddie Prinze Jr.


Lascia un commento

Un Kickstarter per i Cattivi

Il Kickstarter per l’antologia The Nefarious Villains of Sherlock Holmes è appena andato online, e sta rastrellando sottoscrizioni. L’antologia in due volumi pubblicata da Belanger Books contiene racconti inediti che hanno per protagonisti i cattivi comparsi originariamente nelle storie di Arthur Conan Doyle.
Fra i racconti, c’è anche il mio The Tiger and the Bear, in cui fa la sua comparsa il (non ancora) colonnello Sebastian Moran, con la partecipazione straordinaria di uno dei più famosi cattivi della storia della letteratura popolare.


22 commenti

Tre pagine dell’agenda

All’inizio del mese ho recuperato, da una pila di quaderni che ho qui “in caso di necessità” una agenda del 2015, ancora vergine, e sulla prima pagiona ho cominciato a prendere appunti.

Sono ormai dieci mesi che strategie evolutive è bloccato su Facebook, fin da quel fastale 15 di gennaio quando la mia ricetta delle frittelle settecentesche fu la classica goccia che fa traboccare il vaso, e qualcuno pensò bene di segnalare il mio blog come sorgente di post che fomentano l’odio e l’intolleranza.
Non a tutti piacciono le frittelle.

Dieci mesi sono lunghi.
Dieci mesi sull’onda lunga della pandemia e del lockdown sono MOLTO lunghi.

Certo, Karavansara continua a funzionare, e fa la sua solita manciata di visite. Forse per il fatto che è in inglese, o che non ci posto ricette delle frittelle, non è stato ancora segnalato e bloccato. Qualcuno là fuori è molto distratto (o interessato solo a proteggere il pubblico italiano dalla minaccia di strategie evolutive).
Paura & Delirio sta andando molto bene – abbiamo superato i 25.000 download ed abbiamo una media di circa 300 ascolti per puntata. Per un podcast in italiano, che parla di cinema di genere e che fa episodi da un’ora e mezza, è un successo notevole, e possiamo solo ringraziare i nostri (timidissimi) ascoltatori.

Con l’autunno, la mia complice Lucia Patrizi ha lanciato un nuovo podcast, che gestisce in combutta con Marika “Redrumia” Paracchini. Si intitola Nuovi Incubi e vi invito ad ascoltarlo.

E con l’autunno, io ho preso la mia agenda scaduta con la sua copertina nera imbottita, ed ho cominciato a mettere giù delle idee, per mettere in piedi qualcosa di nuovo, e di autonomo.
Non “l’assurdo guazzabuglio di argomenti” (cit.) di strategie, non qualcosa che abbia nulla a che fare con Paura & Delirio, o con Karavansara, o con la mia pagina Patreon, o con i libri che scrivo per pagare i conti.
Qualcosa di nuovo.

Continua a leggere


Lascia un commento

Paura & Delirio: I Diavoli (1971)

È con una certa apprensione che con Lucia abbiamo deciso di parlare de I Diavoli, il film di Ken Russel del quale cade il cinquantennale, ed in conteporaneal il decennale della morte del regista. Apprensione un po’perché questo film è costato la carriera a critici e recensori, un po’ perché le accuse di oscenità e blasfemia gravano ancora su questo titolo.

Uno dei classici film dei quali un sacco di gente parla e un sacco di gente non ha visto, I Diavoli è stato definito da Russell il suo unico film politico, ed è una pellicola che era straordinariamente attuale nel 1971 e, se possibile, lo è ancora di più oggi nel 2021. Con interpretazioni colossali da parte del cast, a cominciare da un Oliver Reed in stato di grazia, questo è un film da vedere.
E poi magari da odiare, ma a ragion veduta.

Buon ascolto.