strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

Leggere e mangiare (o viceversa) – una Top Five

Ci sono cose che le nostre madri non ci hanno insegnato, ma avremmo dovuto apprendere per osmosi.
E in un certo senso lo abbiamo appreso, solo che lo abbiamo capito quando era ormai troppo tardi.
Per dire, quando un’amica chiedeva una ricetta a mia madre, lei rispondeva

te la trascrivo, e la prima volta che ci vediamo te la passo

o qualcosa di simile.
Non rispondeva

ecco, ti presto il mio libro in cui c’è la ricetta

$T2eC16F,!)0E9s37F,yLBRb8nHYC8g~~60_35Ed è per questo che mia madre ha avuto una copia di Cucina Internazionale ed Esotica, di Ginette Mathiot, per quasi quarant’anni, e poi io l’ho prestato a una persona che voleva una ricetta, e quella non me l’ha mai più restituito.
Se avrò tempo e voglia ne cercherò una copia su eBay (so che si trovano) ma naturalmente mancherà il valore affettivo – così come mancheranno le ricette ritagliate dai giornali che mia mamma aveva infilato fra le pagine.

La cosa che mi fa assolutamente infuriare, al di là del valore affettivo (era un libro della mia mamma), è che Cucina Internazionale ed Esotica è stato il primo libro di cucina che io abbia avuto modo di leggere.
Si tratta, com’è ovvo, di un ricettario – una collezione di circa 600 ricette da tutto il mondo, illustrate con fotografie a colori.

Si tratterebbe certamente di uno dei cinque libri di cucina che io inserirei in una lista ideale.
E a questo punto, lo avrete capito, vi infliggo i restanti quattro.
perché dopotutto, non è sempre caviale, giusto? Continua a leggere


5 commenti

Ma… e i soldi?

clean_reader_logo… perché poi restava un problema.
Nel senso che ok, Clean Reader cambia le parole, per “proteggere” (le virgolette sono d’obbligo) i lettori più sensibili.
Così anche i bambini delle elementari potranno leggere Bukowski senza traumi.
O qualcosa del genere.

E degli effetti di tutto ciò abbiamo già discusso.

Restavano due elementi interessanti, dei quali sarebbe valsa la pena discutere un po’ di più.
Uno esplicito: i creatori di Clean Reader sono dichiaratamente cristiani.
Un fatto che ha destato la perplessità di un paio di commentatori, nel senso che, ok, cristiani, e allora?

E poi c’era un problema implicito.
Da dove vengono i soldi?
Perché Clean Reader è una app gratuita, sulla quale i due creatori hanno investito una quantità di tempo e denaro.
Chi ci guadagna?

Beh, scavando proprio un minimo viene fuori un interessante fattore che lega questi due punti – cristianesimo e quattrini.
E voi già lo sapete che quando si mescolano religione e quattrini le cose assumono un aspetto spiacevole. Continua a leggere


11 commenti

Pizza, Cinese o Kebab? (1) – Germano Hell Greco

foto hellIntervistare un blogger non ha molto senso – dopotutto, per sapere cosa gli piace, cosa gli interessa, come si pone nei confronti dei grandi quesiti dell’universo, basta leggere il suo blog, giusto?

E allora proviamo a fare qualcosa di diverso – proviamo a chiedere ai blogger quelle cose che nessuno gli chiede, quelle cose delle quali non necessariamente parlano sui propri blog.
Proviamo a fare qualcosa di divertente.

Il primo a sottoporsi – più o meno volontariamente – a questo ardito esperimento, è il gestore del blog Book & Negative, Germano M., alias Hell, alias Germano Hell Greco… Continua a leggere


3 commenti

La Misura del Tempo Geologico – Live

time cover final smallFra tutti i miei ebook La Misura del Tempo Geologico è stato per oltre un anno il mio hit assoluto: diciotto mesi in Top Ten su Amazon.it nella categoria Scienze della Terra – ebook1 – che non è proprio la classifica più ambita, ma resta comunque una gran bella soddisfazione.

Il 18 di Aprile terrò una conferenza pubblica sugli argomenti trattati dal volume: il tempo e la sua misura, il tempo geologico e il tempo storico, l’evoluzione…

Sarà divertente.
E poiché il pubblico delle conferenze pubbliche non acquista ebook, perché è difficile farseli autografare, in quell’occasione saranno disponibili un po’ di copie del mio libro. Continua a leggere


19 commenti

Libri bruciati, con delicatezza

clean_reader_logoOK, facciamoci due risate.
Anzi no, non c’è niente da ridere: hanno inventato una cosa che si chiama Clean Reader.
Si tratta di un’App che gira su tablet, sia iOS che Android, un reader che ripulisce il testo che state leggendo dalle parolacce.

Clean Reader impedisce che le parolacce (swear words, NdT) nei libri vengano mostrate sul vostro schermo. Siete voi a decidere quanto deve apparire pulito il vostro libro, e Clean Reader fa il resto.

Apparentemente ha quattro settaggi possibili
. Spento
. Pulito
. Molto pulito
. Senza macchia

Ho scoperto la cosa attraverso il blog di Chuck Wendig, e credo di condividere in pieno il suo giudizio, che fa più o meno così

vaffanculo!

E ora scendiamo nei dettagli. Continua a leggere


18 commenti

Il Leone del Punjab

È l’ora di cena, in una sera d’estate a Jullunder, India.
Gli ufficiali britannici sono nella tenda della mensa, in attesa che venga servita loro la zuppa.
I militari parlottano tra loro.
Entra un tizio, dà un paio di colpi di tosse per attirare la loro attenzione e dice

Gentiluomini, mi dispiace di avervi fatto attendere per la cena, ma ero impegnato a impiccare i vostri cuochi.

I cuochi, a quanto pare, avevano avvelenato la zuppa.
O così aveva sospettato quel tizio, che aveva perciò opportunamente preso i cuochi, e ordinato loro di assaggiare la zuppa. Quando quelli si erano rifiutati, e lui ne aveva fatto servire un piatto ad una scimmia.
Scimmia morta, cuochi impiccati.
Era il 1857, la rivolta dei Sepoy era cominciata.
Il Capitano John Nicholson aveva 34 anni, era un buon cristiano ed era convinto di avere dei poteri di preveggenza.
Il che, considerando il destino della scimmia, e dei cuochi, forse non era poi del tutto sbagliato. Continua a leggere


10 commenti

A prova di idiota?

Ecco!
Ora finalmente abbiamo un buon motivo per odiare Amazon.

Le recensioni dei lettori sono uno dei punti critici del sistema Amazon – ne abbiamo parlato giorni addietro, ampiamente.
Il voto dei lettori incide sul posizionamento del titolo nelle ricerche sulla base delle parole chiave.
Ed esistono regole per limitare gli abusi – che a volte vengono applicate, a volte no.

Il sistema è meno che perfetto, se possiamo trovare recensioni come questa…

Finalmente sono riuscita a finire questo libro dopo mesi di tentativi…!!!!
E’ Raccontato tramite i diari dei protagonisti e questo già non mi piace.
Poi lungo e lento, noioso e pesante, per niente coinvolgente.
Per non parlare del finale… Sbrigativo, banale e deludente…..
Lo classifico Tra i libri più noiosi della mia vita.
Come fate a dire che sia un capolavoro? Mah!!!!

per un romanzo come Dracula, di Bram Stoker.

Ma ora le cose stanno cambiando, per lo meno sulla piattaforma Amazon.com. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.742 follower