strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


17 commenti

7 Eve

Seveneves_Book_CoverA pagina uno, esplode la Luna.
A pagina 20, all’umanità restano forse un paio d’anni, poi l’estinzione, in una pioggia di fuoco che annichilirà l’intera biosfera.
Poi da lì le cose si complicano.

Seveneves di Neal Stephenson non ha vinto il premio Hugo, ma ci è andato vicino.
Seveneves è un romanzo che si apre come un baraccone catastrofico degno del cinema anni ’50, e che riesce in sole 880 pagine a tracciare una serie di eventi che portano l’umanità dal quasi-presente ad un futuro lontano 5000 anni.

L’umanità reagisce all’imminente, inevitabile catastrofe con un guizzo di orgoglio che porta un pugno di scienziati, astronauti e ingegneri in orbita, a trasformare la ISS in una arca che possa salvare quante più persone possibile.
Poi, come si diceva, da lì in avanti le cose si complicano. Continua a leggere


19 commenti

HPL & JV

Howard_Phillips_LovecraftOggi è il 126° anniversario della nascita di Howard Phillips Lovecraft, un uomo che ha fatto tantissimo per giustificare le opinioni da nichilista della domenica di un sacco di tizi che lo hanno letto poco e male – ammesso che lo abbiano letto – ma che tuttavia lo citano a nastro per sentirsi fighi e blasé.

Normalmente non si ricordano – o non sono informati – di cose come questa…

“Per me il piacere è la meraviglia–l’inesplorato, l’inaspettato, ciò che è nascosto e ciò che è immutabile e si nasconde sotto alla superficiale mutevolezza.”
― H.P. Lovecraft

H.P. Lovecraft ha anche scritto delle buone storie – e delle storie meno buone.
Molto meno buone.
Succede. Continua a leggere


2 commenti

Quindici anni di guerra civile

“La mia mano ha il potere di uccidere in cielo e in terra: decapitare i malvagi, risparmiare i giusti e lenire il dolore del popolo.”

114939Io naturalmente la storia l’ho sentita, per la prima volta, da Harry Flashman.
La storia, intendo, di come un tizio al quale aveva dato di volta il cervello in seguito allo sforzo per sostenere degli esami pubblici, scatenò una rivolta che durò quindici anni e affogò la Cina in un bagno di sangue.

Flashman and the Dragon, del compianto George MacDonald Fraser si svolge nel 1864, nelle ultime ore della Rivolta, e le più sanguinose.
L’idea di una dittatura teocratica di base cristiana, nella quale il Fratello Minore di Gesù Cristo aveva armato i propri seguaci contro la dinastia imperiale, aveva tutte le caratteristiche tipiche di una storia di Flash Harry.
Violenta, ridicola, poco plausibile, dannatamente pericolosa.
E assolutamente vera.
Perché quella è la parte divertente – la storia batte sempre l’immaginazione. Continua a leggere


10 commenti

Harley

Allora, sono certamente io che sono strano.
Questo è probabilmente un dato di fatto.
Avevo detto che avrei fatto un post su Harley Quinn, e ora eccolo qui…

Il punto è che c’è un sacco di traffico e un sacco di rumore, in rete, per Suicide Squad, e in particolare per il personaggio di Harley Quinn, interpretato dalla bravissima Margot Robbie.

will-poison-ivy-harley-quinn-be-romantically-involved-in-margot-robbie-s-new-movie-mar-982386

E, ecco, a me lascia un po’ così, questa cosa di Harley Quinn alla quale si inneggia come female badass. Continua a leggere


9 commenti

Fantasmi, Nazisti, e Remake

ghostbusters_ver6Avrei voluto fare un post sul nuovo Ghostbusters, quello che sta rovinando l’infanzia a un sacco di miei coetanei.
Peccato che in quest’angolo di Astigianistan le due sale cinematografiche disponibili vadano in ferie ad Agosto1, e quindi altri hanno deciso per me che questo film io non lo vedrò.
E mi dispiace, perché avrei voluto vederlo davvero, perché ritengo che per parlare di un dato argomento sia necessario conoscerlo.
Avrei voluto parlarne a ragion veduta, e non sulla base di qualche strano rigurgito preventivo, come gli autoproclamatisi Ghostbros2.

Non potendo parlare del nuovo Ghostbusters, ho pensato allora di parlarvi del vecchio Ghostbusters.
Ma poi mi sono detto che forse converrebbe partire da To Be or Not to Be di Lubitsch.

E prima che vi mettiate a dire che sono impazzito, beh, provate a leggere il seguito… Continua a leggere


6 commenti

Zenobia: la Forma dei Desideri

Di solito non ribalto sul mio blog i comunicati stampa degli editori, ma credo che in questo caso farò un’eccezione.

tethys_collecting_the_sun_by_annewipf-d8fh0fu

Nasce ZENOBIA: una nuova collana di Acheron Books, a cura di Davide Mana, dedicata alla speculative fiction internazionale!
Come da spirito Acheron, Zenobia selezionerà per i lettori le voci più moderne e gli high concept più originali del fantastico mondiale, non solo di lingua inglese.
Si comincia col botto: EBREI CONTRO ZOMBI della Jurassic London – e già annunciata un paio di mesi or sono – che debutterà a settembre.

Perché “Zenobia” come nome di collana? Perché, come per le short stories di Eufemia, vogliamo proseguire con le Città Invisibili di Italo Calvino; e poi perché ci ricorda, con simpatia, la regina di Palmira, colei che osò sfidare l’Impero; a prescindere da come finì (non siamo scaramantici!), fu certamente una grande avventura.

“Detto questo, è inutile stabilire se Zenobia sia da classificare tra le città felici o tra quelle infelici. Non è in queste due specie che ha senso dividere le città, ma in altre due: quelle che continuano attraverso gli anni e le mutazioni a dare la loro forma ai desideri e quelle in cui i desideri o riescono a cancellare la città o ne sono cancellati.” – Italo Calvino

Dunque, benvenuti a Zenobia, dove le mutazioni creative danno forma ai desideri letterari – noi siamo pronti per questa nuova grande avventura, voi siete tutti invitati!

Ci sono domande?


5 commenti

L’Ombra della Faina

faina solitaria smallCome ho detto qualche giorno addietro, mettendo ordine nel mio hard disk ho ritrovato il file che avevo preparato, secoli or sono, per trasformare in ebook il mio Survival Blog.
Quanti anni sono passati?
Non lo ricordo.
Ma comunque Faina era lì, con la sua storia sgangherata fra le colline dell’Astigianistan coperte di neve,e popolate di individui spiacevoli.
Una storia scritta di getto, improvvisando.
I bei tempi andati.
Finimmo persino sul giornale. Continua a leggere


9 commenti

“Gratis” fra virgolette

Radionomy è una piattaforma internazionale per la creazione e gestione di stazioni radiofoniche online.
Vi iscrivere, selezionate i pezzi dai loro archivi o, a scelta, caricate i vostri.
È “gratis” con le virgolette come sono “gratis” con le virgolette i servizi gratuiti su internet.
Voi fate il lavoro, create la stazione radio, curate i palinsesti. I vostri ascoltatori si godono i vostri programmi.
L’azienda ci mette la pubblicità, paga i diritti d’autore agli artisti che voi trasmettete, e vi passa una parte degli introiti.
È un accordo chiaro, non ci sono doppifondi – chi lo accetta, sa a cosa sta andando incontro.

00740386-photo-logo-radionomy

Ed è un buono strumento. Immaginate come usarlo per promuovere un locale o un evento, o una band. O un blog. O qualunque altra cosa… Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 2.262 follower