strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


6 commenti

Una Storia di Fantasmi

Ghost-StoryGhost Story, di Peter Starub, uscì il primo gennaio 1979.
Ebbe un successo stratosferico, lanciando la carriera dell’autore e diventando uno dei capisaldi della narrativa horror e del sottogenere delle storie di spettri.
Due anni dopo, nel suo Danse Macabre, Stephen King lo definì uno dei migliori horror della seconda metà del ventesimo secolo.
Ne fecero anche un film – con un cast di colossi ma una sceneggiatura non all’altezza del romanzo originale.

E ora, per la prima volta, Ghost Story viene pubblicato in formato ebook.
Da noi, mi risulta fuori catalogo dal 1995. Continua a leggere


4 commenti

All’angolo di Wilcox e Hollywood

usheretteC’era un cinema, all’angolo fra Hollywood Boulevard e Wilcox, nel 1951… a dire il vero c’è ancora, e si chiama Hollywood Pacific Theater.
Ma nel 1951 si chiamava Warner Brothers Theater, ed era uno di quei cinema di una volta, che parevano templi pagani o, in alternativa, appendici di hotel di lusso. Nel 1951 ci stavano proiettando Strangers on a train, di Hitchcock, quando capitò un increscioso incidente.
Due spettatori regolarmente muniti di biglietto arrivarono a dieci minuti dalla fine del primo spettacolo e si apprestarono ad entrare in sala1.
Una delle maschere, una ragazza di diciott’anni in uniforme scarlatta, intercettò la coppia e suggerì loro di aspettare fuori, su uno dei divanetti appositamente sistemati. Era dopotutto un film di Hitchcock, spiegò loro, un poliziesco, meglio non rovinarsi la visione scoprendo subito il twist finale.
Il direttore di sala osservò la scena, lasciò entrare i due spettatori, e poi licenziò sui due piedi la maschera, strappandole simbolicamente le spalline dalla giacca dell’uniforme.
Fine della prima parte. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 2.152 follower