strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

Odds and Ends n° 19

Sull’ultimo numero di Odds and Ends, abbiamo musica italiana e internazionale, un vecchio classico e la sua innominabile reincarnazione, abbastanza Steven Spielberg per durare una settimana, e tutto ciò che serve per rimanere in forma come nel 1959. Inoltre, una bella porzione di gyudon.
Perché è bello essere miei sostenitori su Patreon (o così pensano alcuni).


16 commenti

Fuori l’autore

Hanno raccolto un milione di firme per far rifare l’ultima stagione di Game of Thrones, la serie televisiva della HBO basata sui romanzi di George R.R. Martin A Song of Ice and Fire.
Un milione di firme.
La petizione era stata messa su come sfogo da parte di un fan irritato, ma un milione di persone l’hanno presa sul serio.
Un milione di persone.
Uno seguito da sei zeri.

Io non sono un fan della serie, né dei romanzi – ci sono altri lavori di Martin che preferisco. Non intendo quindi discutere della qualità o meno degli episodi incriminati – non li ho visti, e sarebbe quindi per lo meno intellettualmente disonesto.
A me interessano quelle firme, e cosa ci raccontano – e come si inquadrano in una situazione più ampia, e che interessa chiunque si trovi a scrivere.
Una situazione… interessante.

Continua a leggere


1 Commento

L’uomo dietro la maschera

Volevo fare un post diverso, ma poi mi sono perso nella biografia di Armando Giuseppe Catalano, e ho deciso di cambiare il taglio di ciò che avrei voluto raccontarvi. Ve lo racconterò ugualmente, ma partendo da Armando, perché… beh, capirete perché.

Armando Joseph (o Giuseppe) Catalano nacque a New York nel 1924, figlio di Attilio e Clara Catalano, che erano emigrati dalla Sicilia. Un giovane brillante, molto forte in matematica, Armando si pagò il liceo lavorando al chiosco delle bibite fuori dal liceo medesimo, e successivamente entrò in accademia militare, dove di dimostrò (anche) un eccellente giocatore di football e un abile scacchista. Gli altri suoi hobby includevano l’astronomia, la scherma, la musica classica e i pesci tropicali.

E questa non è la storia fatta coi cialtroni anche se, come vedrete, potrebbe esserlo…

Continua a leggere


7 commenti

L’altra faccia del lifestyle

C’è molta gente, lo ripetiamo spesso, che vuole lo stile di vita e non il lavoro di scrittura. Non le lunghe ore alla tastiera, le mail di rifiuto e le trame che divagano e non arrivano da nessuna parte, ma piuttosto le interviste, le presentazioni e le sessioni autografi, il mescolarsi con la bella gente in luoghi esotici, le macchine veloci e il cibo da gourmet.

Alcuni di costoro probabilmente avrebbero invidiato il modo in cui ho passato la notte dello scorso sabato, seduto attorno a un tavolo in una pizzeria con un gruppo di scrittori, parlando (tra le altre cose) di aristocratici russi squilibrati, strani studenti portoghesi e delle copertine dei romanzi rosa.

Queste sono grandi opportunità, per trovare divertimento e istruzione, e buon cibo.
Quindi, sì, mi possono invidiare.
Ma c’è un rovescio della medaglia.

Continua a leggere


Lascia un commento

Sapiens su DreamForge 2

Si parlava nei giorni passati delle mie recenti vendite sul mercato di lingua inglese, e avevo detto che avrei fatto sapere delle mie prossime uscite.
Beh, ecco una buona opportunità per farlo…

La mia storia Sapiens compare sul secondo numero della rivista DreamForge, che uscirà il primo di giugno prossimo e che ha per tema Tales of Indomitable Spirit.
Nelle parole dei curatori…

We have 18 Amazing stories of Science Fiction and Fantasy, including contributing authors from the U.S., Canada, the U.K., South Africa, Italy, and Denmark. Art by Hugo Award Winner Elizabeth Leggett, Illustrator of the Future Winner Cassandre Bolan, renowned national book cover artist John Blumen, and master illustrator, writer, and educator Mark Zingarelli.
Featuring a reprint of David Weber’s exciting Legion of Space Adventure “A Certain Talent.”

Quando la rivista sarà disponibile per l’acquisto online pubblicherò un link, qualora aveste voglia di leggere la mia storia o, magari meglio, quelle degli altri.
Al momento, vi passo il link per l’abbonamento, che garantisce un sacco di altri vantaggi.


9 commenti

Al Salone, tutti

OK, a dire il vero io non volevo fare un post sul Salone del Libro di Torino fino a dopo esserci stato. Magari con qualche foto, e un po’ di chiacchiere sugli amici che ci ho incontrato, sui libri che ho visto, sulla baraonda, sul fatto che vendono una bottiglietta di minerale a sedici euro ma io me la son portata da casa… cose così.

Poi però è successa questa cosa, che a quanto pare c’è un editore fascista.
Non che sia una particolare novità – in effetti fin dal primo anno al salone c’era di tutto, compresa una vasta e sinistrissima rappresentanza di editori di estrema destra.
Ricordo che, forse durante il secondo salone, o il terzo, trovai in uno stand desolato e solitario un libriccino con una storia di Howard di cui non avevo mai sentito parlare. Lo comprai, e scoprii con un misto di risate isteriche e di brividi che si trattava di un’opera giovanile di Two Guns Bob, una decina di pagine, accompagnate però da una cinquantina di pagine di deliri che descrivevano il quindicenne Howard come un profeta della razza e la sua storiella (ahimé, molto mediocre) come un monito sulla minaccia costituita dalle razze inferiori.

C’erano, quindi, fin dal giorno uno, ma erano sotto traccia.
Era palese la loro linea, ma non era esplicita.
E quindi nessuno si indignava pubblicamente.
Ipocrisia spicciola, sostanzialmente.
Quieto vivere.
Quest’anno è diverso.

Continua a leggere


9 commenti

Due in un giorno

Nella giornata di ieri ho venduto due racconti.
Che detto così pare una cosa abbastanza blah, ma è il genere di cosa che ti tira su di morale, ed un passo avanti per il mio lavoro. Dimostra – forse – che sto lavorando nel modo giusto, e che Bradbury e Heinlein avevano ragione. E un po’ scoccia, ammettiamolo, dare ragione a Bob Heinlein.
Ma Heinlein conosceva il mercato, e bisogna sempre ascoltare chi conosce il mercato.

Continua a leggere