strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


4 commenti

Chi vi parlerà di ciò che non conoscete?

Questo post comincia da una osservazione volante che mi ha fatto mio fratello ieri sera a cena: ma i tizi che fanno “reaction videos” su Youtube, guardano tutti gli stessi film?
E così ieri sera dopo cena ho fatto un po’ di indagini, perché era una serata tranquilla, non avevo voglia di leggere, ed avevo passato buona parte del pomeriggio a scrivere.

Sempre provvida di informazioni, Wikipedia mi spiega che

un reaction video è un video in cui le persone reagiscono a qualcosa.

Wow.

Continua a leggere


2 commenti

Paura & Delirio, episodio 51: Thelma (2017)

Diretto dal danese Joachim Trier, Thelma è una coproduzione Svedese e Norvegese del 2017, al contempo un horror psicologico, un film sui supereroi ed un film d’autore. Prodotto con un budget limitato ma con una resa qualitativa altissima, Thelma è il primo film scandinavo per Paura & Delirio, e ci offre l’opportunità per parlare di diversi approcci al cinema di supereroi e all’orrore, per discutere di ambiguità ed estetica, di balletto moderno e di repressione. Facendo una quantità di SPOILER, per cui non dite che non vi abbiamo avvertiti.

Ed in apertura, la Posta del Cuore diPaura & Delirio. Continuate a mandarci le vostre domande.
E naturalmente potete seguirci su Facebook (che ha il pessimo vizio di non notificarci messaggi e commenti), su Instagram, su Pinterest o attraverso la nostra mailing list su Ko-Fi.

E restate sintonizzati, perché questo è l’episodio numero 51, il che significa che il prossimo sarà il 52, e segnerà il primo anno di attività di Paura & Delirio.
Una buona occasione per fare qualcosa di diverso.


2 commenti

Paura & Delirio episodio 50 Special: Chi ha ucciso l’horror italiano?

Per il cinquantesimo episodio del nostro podcast, abbiamo deciso di infrangere una regola che ci eravamo dati fin dal la prima puntata, e di dedicare la nostra attenzione – complice una domanda ricevuta da la Posta del Cuore – alla strana storia del cinema horror nel nostro paese.
Perché, dopo i fasti degli anni ’70 ed ’80, il cinema horror italiano è apparentemente morto?

Chi lo ha ucciso?
Il pubblico?
La critica?
Lo strapotere della commedia pecoreccia?
La concorrenza dei blockbuster americani?

E noi abbiamo cercato una risposta, e non necessariamente un colpevole, invocando i sacri nomi di Freda, Bava, Fulci, Argento, e guardando anche oltre i confini del genere, al destino simile del peplum e del film di cappa e spada, dello spaghetti western e del melodramma.
E poi oltre confine, in America e in Giappone, in Spagna e ad Hong Kong.
Una puntata anomala, per un fenomeno anomalo.
Buon ascolto.

Nota: come tutti i nostri special, anche questo è disponibile solo su Mixcloud, senza interruzioni pubblicitarie.
Se volete aiutarci a continuare con le nostre chiacchiere, prendete in considerazione l’idea di offrirci un caffé
(e su Ko-Fi potete anche iscrivervi alla nostra newsletter, e ricevere informazioni in anteprima)


4 commenti

Si avvicina il mio compleanno…

… e mentre sono travolto da diecimila cose, ho pensato come l’anno passato di fare un episodio speciale di Paura & Delirio, solo per i miei sostenitori su Patreon.
Patreon è stato in questi anni un sostegno – non solo materiale – incredibile per me, e io mi sento sempre in qualche modo in difetto con i miei sostenitori. Ora, per i mesi a venire, sono pronti una serie dipost, un paio di racconti in esclusiva, e l’episodio speciale di Paura & Delirio è una cosa divertente, e che speriamo che piaccia.
Lucia ha accettato di farmi da spalla, ed a questo punto ci siamo detti che era il caso di lasciare la scelta ai diretti interessati.

Perciò ho appena chiesto ai miei sostenitori su Patreon di scegliere un film fra

Jason and the Argonauts, film del 1958 di ray Harryhausen, uno dei grandi classici del fantasy hollywoodiano.

Shadow of the Cat, film Hammer che proprio a maggio compie sessant’anni, e che pochi ricordano, con una splendida Barbara Shelley.

E per ultimo, The Gorgon, del 1964, sempre della Hammer, sempre un film atipico, sempre con Barbara Shelley, ma con in più Christopher Lee e Peter Cushing.

E a questo punto perché non aprire la votazione anche ai lettori del mio blog?
Ditemi la vostra nei commenti – ma tenete presente che ciascun voto da Patreon ne vale almeno due qui sul blog.

O avete altri suggerimenti? I commentisonoa perti.


5 commenti

Altro libro, altra copertina: Water

Posso finalmente mostrare al mondo (beh, OK, a quella parte del mondo che legge i miei blog) la copertina di Water: Selkies, Sirens & Sea Monsters, una antologia curata da Rhonda Parrish che uscirà ad agosto ma è già disponibile per il preordine, e che include il mio racconto The man that speared octopodes – perché era ora di mettere a frutto tanti anni spesi a studiare oceanografia.

La cover, splendida, è di Ashley Walters – e sul sito della curatrice potete trovare la lista completa deglia utori.


3 commenti

Un uomo spaziale venuto da Plutone

Parliamo di creatività, vi và?
Partendo con una foto che mi è appena capitata sotto gli occhi, ed ha avviato un bel cortocircuito, per cui eccoci qui.
Si tratta della foto di una lettera, inviata il 17 di ottobre 1984 ad un tale che si chiama Steven Spielberg, e per conoscenza a Robert Zemeckis e Robert Gale, da un signore della MCA di nome Sid Sheinberg. Che era il presidente, della MCA, non un passacarte. Una lettera riguardo a un film provvisoriamente intitolato Back to the Future. La lettera è questa…

Continua a leggere


Lascia un commento

Paura & Delirio: Vampire Hunter D – Bloodlust (2000)

Uno degli aspetti più divertenti,per quel che mi riguarda, del fare Paura & Delirio, è la possibilità di scoprire film che non ho mai visto, e dipoterne discutere con una controparte intelligente e informata come Lucia Patrizi – che di solito questi film li ha visti almeno un paio di volte, e li conosce bene. Ma questa volta abbiamo capovolto la situazione – e Lucia ha accettato di dare un’occhiata a un film che non aveva mai visto, e che a me da qualche tempo capita di riguardare una volta l’anno. Il risultato è stato – per quel che mi riguarda – uno degli episodi più divertenti di questo primo anno di attività del podcast.

E così, per il quarantanovesimo episodio di Paura & Delirio, diamo un’occhiata al nostro primo cartone animato, con il film di Yoshiaki Kawajiri Vampire Hunter D: Bloodlust, uscito nel 2000 e basato sulla fortunata serie di omonimi romanzi (o light novels, se preferite) di Hideyuki Kikuchi.

Un film splendido e intelligente, che ci offrirà l’occasione per parlare anche del film del 1985 tratto da un altro romanzo della serie, e poi di zombie e mutanti, di worldbuilding e scrittura, di vampiri romantici ma non romanticizzati, di Twilight e di Sergio Leone, di Ken il Guerriero e di Clive Barker, di sesso e tentacoli.
Il tutto, ovviamente, facendo S P O I L E R.

E prima di tutto, la Posta del Cuore di Paura & Delirio.